L'Asl dà soldi alla coop rossa ​ma li nega ai neonati prematuri

L'Asl di Salerno nega i fondi a 63 neonati con enormi problemi. Ma eroga 700mila euro a una coop in via di commissariamento

Silvia (il nome è di fantasia) ha appena nove mesi e molti problemi da affrontare. È nata qualche mese in anticipo e adesso si trova a dover lottare per restare in vita. I genitori la devono accompagnare in un lungo percorso riabilitativo per sostenere il sistema neuro-motorio. L'obiettivo principale è che si sviluppino al più presto le facoltà cerebrali. Ma in questo cammino la famiglia di Silvia è stata lasciata da sola. L'Asl di Salerno, la stessa che va in giro a regalare soldi alle cooperative rosse, ha fatto sapere che non ci sono soldi per coprire la riabilitazione.

Silvia una bimba nata prematuramente. Dopo il parto all'ospedale Santobono di Napoli, la famiglia si è rivolta all'Asl di Salerno per iniziare la riabilitazione della piccola. Ma qui, come racconta Libero, trovano un muro: non gli viene riconosciuta l'assistenza e, quindi, vengono sottratti loro i fondi per coprire le cure di cui Silvia ha bisogno. Non è l'unica a cui l'Asl ha chiuso le porte. Altri sessantadue bambini si trovano a non avere i fondi per curarsi. Ogni volta la stessa storia. Anche se non spetterebbe all'Asl locale fare una valutazione in questo senso, nelle pratiche di diniego vengono inseriti in continuazione i tetti di spesa. Un terzo di questi 63 bimbi sfortunati è stato inserito in un centro locale che sta coprendo economicamente il trattamento. Ne pagano i costi del personale, il vitto, l'alloggio e le terapie. E l'azienda sanitaria non sborsa un euro.

A indignare maggiormente sono le spese folli dell'Asl di Salerno. Se da una parte non copre i costi delle cure per i bimbi prematuri, dall'altra regala barcate di euro alle cooperative amiche. Nell'agosto scorso, come ricostruito da Libero, la Asl di Salerno e lo stesso Distretto sanitario "hanno erogato al centro Ises, di Eboli, oltre 700mila euro. Questa coop affiliata alla Lega delle cooperative di Bologna, in via di commissariamento dal Mise - si legge ancora - risulta da tempo completamente illegale, senza autorizzazioni, requisiti di legge e accreditamento".

Commenti

Beaufou

Sab, 09/04/2016 - 10:38

La cooperativa rossa "...risulta da tempo completamente illegale, senza autorizzazioni, requisiti di legge e accreditamento". E quanto ci vuole per sbattere tutti in galera? "Ma sia ben chiaro che andremo avanti a carrarmato per ripulire la Sanità campana", diceva tempo fa il governatore De Luca. Com'è, il carrarmato è saltato su una mina? O De Luca è daltonico e non "vede" il rosso? Ahahah.

vince50_19

Sab, 09/04/2016 - 11:25

Andiamo .. su, non siate così rigorosi: sono "capitoli gestionali" differenti ...

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 09/04/2016 - 11:48

Prima i compagni......

Una-mattina-mi-...

Sab, 09/04/2016 - 12:26

SOLDI IMMERITATI PER I VITELLONI PASCIUTI e abbandono per i bimbi malati. NON SOLO: al contempo mielose CAMPAGNE MEDIATICHE continuano a promuovere l'invio di soldi per i bambini stranieri. In italia che si arrangino...

Fjr

Sab, 09/04/2016 - 13:17

Spero che questa bambina viva a lungo ,molto a lungo ,in primis per lei e per i suoi genitori, secondariamente per sfanculare tutti quelli che grazie alla loro intelligenza e onesta' si sono preoccupati prima di rubare e poi spartirsi i soldi con gli amici delle coop , spero sempre che inferno e paradiso in qualche modo esistano , perché' a questi spetta solo la calda accoglienza dell'inferno dantesco

agosvac

Sab, 09/04/2016 - 13:31

Ma vuoi paragonare l'esistenza di una coop rossa con quella di qualche neonato malato????? Quelli sono rossi e votano Pd, i neonati mica possono votare per il Pd!!!!! Magari, se riuscissero a crescere, voterebbero a destra!!!!!

guardiano

Sab, 09/04/2016 - 13:43

Beaufou, concordo in pieno e aggiungo, se le cose stanno nei termini descritti, la magistratura dormiente indaghi.

Ritratto di _alb_

_alb_

Sab, 09/04/2016 - 13:50

Prima le COOP e poi gli italiani. Anche i bambini. Con questa mafia delle COOP rosse e al governo l'aspettativa di vita degli italiani si è già ridotta. E sarà sempre peggio.

Ritratto di sailor61

sailor61

Sab, 09/04/2016 - 14:05

questo è il più classico degli esempi di finanziamento illecito ai partiti o simili. Tra l'altro il legame tra sindacato rosso e PCI/DS/PD solo i magistrati di Magistratura democratica non lo hanno mai visto! Perchè non esiste una giustizia in Italia?????

claudioarmc

Sab, 09/04/2016 - 14:19

D'altra parte Poletti non è al governo per portare le istanze del mondo cooperativo?

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 09/04/2016 - 17:38

Quando al governo abbiamo diverse sette mafiose, cosa devono aspettarsi i cittadini,"""SE NON CHE PAGARE IL PIZZO E ABBASSARE LE BRAGHE ???

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Sab, 09/04/2016 - 18:05

Negli ospedali sono servizievoli e deferenti tutti; dal primario sino all'ultimo barelliere 'solo' per questi negri/e...agli Italiani briciole e vfnc.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 09/04/2016 - 18:28

SCOMMETTO CHE LA ASL E' GESTITA DALLA CAMORRA E DAI COMUNISTI, LORO SONO SPECIALISTI DI COOPERATIVE.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/04/2016 - 18:45

metodo mafia del PD? :-) si sa, soltanto loro possono fare porcate di questo spessore morale! gente squallida su cui sputare a volontà....

honhil

Sab, 09/04/2016 - 18:45

Chiamasi mafia. Eppure la magistratura non interviene.

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 09/04/2016 - 18:51

NON C'E' NESSUNA MERAVIGLIA I ROSSI SONO STATI SEMPRE CONTRO GLI ITALIANI E L'ITALIA. PRIMA HANNO CONTRIBUITO A DISTRUGGERE L'ITALIA ORA GLI ITALIANI APPENA NATI. NON SONO CLANDESTINI. IL RESPONSABILE E' MATTAELLA CHE TIENE A GALLA QUESTO ILLEGITTIMO E ILLEGALE GOVERNO. NON E' STATO ELETTO. MA FINO A CHE PUNTO L'ITALIANO DEVE VEDERE E CAPIRE PER CAMBIARE PARTITO O NON VOTARE PIU' SINISTRA? POSSIBILE CHE CI SONO LA META' DEGLI ITALIANI CHE HANNO STERCO NEL CERVELLO?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 09/04/2016 - 22:59

io spero che un genitore che abbia avuto la mancanza della figlia per colpa dell'asl che non ha potuto assisterla per problemi solo economici, questo genitore abbia il coraggio di informarsi chi ha regalato alla cooperativa i soldi e fargli fare la fine del topo.