Latitante "tradito" dalle merendine: arrestato 37enne

L'arresto a Napoli. I carabinieri hanno scoperto il covo di un 37enne ricercato per rapina seguendo la sorella che gli consegnava i dolciumi.

Latitante tradito dalla sua stessa golosità. Se i manuali di criminologia insegnano che, per beccare i malviventi, occorre seguire i soldi, nel caso di un 37enne napoletano, invece, agli inquirenti è bastato seguire la pista delle merendine.

È finita nei giorni scorsi la latitanza di un uomo accusato di essere un rapinatore che da un mese s’era dato alla macchia. Come riporta Il Corriere del Mezzogiorno, il 37enne è stato individuato e arrestato dai carabinieri di Napoli in un quartiere popolare della città, quello di Vasto. L’uomo era accusato di aver partecipato a una rapina a mano armata ai danni di alcuni passanti, aggrediti con una pistola, nel marzo scorso.

Era da qualche tempo che non si avevano più notizie di lui. Aveva cercato di trovare rifugio nel quartiere, di eclissarsi tra le migliaia e migliaia di persone perbene che vivono lì. Sembrava scomparso. Eppure una pista i carabinieri ce l’avevano. I militari, infatti, hanno iniziato a notare che la sorella dell’uomo aveva preso l’abitudine di comprare tantissime merendine. Agli inquirenti, questa, è parsa una circostanza sospetta. Così hanno deciso di seguirla e hanno scoperto che la donna consegnava i dolci al fratello ricercato e goloso.

L’ultima consegna è stata fatale alla latitanza del 37enne. Scoperto il covo, i carabinieri gli hanno stretto le manette ai polsi.

Commenti
Ritratto di venividi

venividi

Mer, 21/06/2017 - 17:46

Caso esemplare dell'espressione "preso per la gola"