L'avvocato della famiglia Maurantonio: "Domenico non aveva un rapporto di amicizia con i compagni"

Eraldo Stefani che sta conducendo un'inchiesta sulla morte dei Domenico per conto della sua famiglia afferma che "la verità è vicina"

Dopo gli interrogatori e le indagini della procura, parla l'avvocato che difende la famiglia Maurantonio. Eraldo Stefani che sta conducendo un'inchiesta sulla morte dei Domenico per conto della sua famiglia afferma che "la verità è vicina". "Stiamo aspettando tutti la verità. Ma credo che a breve - aggiunge all'huffpost - si metterà la parola epilogo su questa storia terribile. Ci sono troppi blackout, troppe cose che non tornano". E ancora: "Le mie indagini portano a pensare a un diverso valore della amicizia. Fra Domenico e i compagni non c'è valore dell'amicizia. Sono i fatti storici a dirlo. Io spero solo di aver portato un contributo a far luce su quell'aera inesplorata fra i rapporti tra Domenico e quei ragazzi. Per me è un dovere civico farlo".

Poi aggiunge: "Chi aveva l'occasione di parlare per completare il quadro ha perso quella occasione. E' passato ormai troppo tempo. E le mie indagini mi fanno pensare ad altro rispetto a quello che è stato dichiarato". Infine l'avvocato parla degli "incubi che starebbero tormentando i compagni": "Credo che un così eclatante silenzio non abbia senso. O meglio, ce l'ha se guardiamo alle dichiarazioni dei primi giorni. C'è solo un apparente sicurezza nella narrazione della realtà da parte loro. Molta fragilità e incompletezza. Dal 10 maggio è ormai passato troppo tempo: quelle dichiarazioni che allora dovrebbero essere state utili oggi potrebbero rivelarsi qualcosa d'altro".