Lecce, senegalese cerca lavoro su Facebook: "Vieni, cerco scimmie"

Il 23enne pubblica un post su un gruppo Facebook per trovare un impiego ma viene comperto di insulti

Un 23enne senegalese scrive un breve post su Facebook per cercare lavoro. Ma riceve solo insulti: "Vieni, cerco scimmie".

Protagonista della storia, scovata da Il nuovo quotidiano di Puglia, è Fallou Ndiaye, un 23enne di origine senagalese residente a Galatina, in provincia di Lecce. Il giovane si trova in Italia con il padre e il fratello e, dopo un'esperienza di lavoro a Rimini, sta cercando un nuovo impiego. Per questo scrive un breve post nel gruppo Facebook "Cerco offro lavoro Lecce": "Ciao sono ragazzo senegalese cerco lavoro Galatina". Un modo spesso utilizzato per capire se ci sono opportunità in giro.

Il problema è quello che è successo poco dopo la pubblicazione del messaggio. "Mi serve uno che raccoglie banane, ho un'azienda agricola, cerco scimmie", commenta un utente. Da questo post parte un'escalation di insulti nei confronti di Fallou che, racconta al sito locale, lo hanno fatto soffrire. "Sono in Italia da quasi cinque anni. Sono venuto qui dal mio Paese per dare una possibilità al futuro mio, di mia moglie, rimasta in Senegal, e della mia famiglia. Non ho mai avuto problemi con nessuno. Quello che è accaduto mi ha fatto molto male". L'autore del post ha poi cancellato il commento, ma c'è da giurarci che la pratica di insultare attraverso i social network non è destinata a finire presto.

Commenti

manfredog

Lun, 26/02/2018 - 13:36

..un certo tipo di imbecillità, quella oramai incurabile, non ha colore.. mg.

restinga84

Lun, 26/02/2018 - 13:54

Questo senegalese dimostra essere una persona degna di essere aiutata, anche se,da mia personale esperienza,in Senegal il lavoro c`e`,quindi,cosa e` venuto a fare in Europa?Coloro che hanno dato risposta al suo appello, con frasi offensive,farebbero bene,per il futuro,di esimersi da scrivere cretinate del genere degne di persone,intimamente ignoranti che,nella loro vita non hanno mai viaggiato,quindi tacciano,non conoscendo con chi stanno dialogando.

cgf

Lun, 26/02/2018 - 19:19

Scrivi a ElPirl, lui ti trova qualcosa da fare.

deluso.57.

Mar, 27/02/2018 - 08:42

Imbecillita' bella e buona. Nessuno con un briciolo di dignita' avrebbe scritto una roba del genere rivolta ad un essere umano forse non da meno di altri.

routier

Mar, 27/02/2018 - 11:06

Le offese gratuite appartengono alle piccole menti ma sono anche il riflesso di moltissimi africani che in Italia si comportano da selvaggi o incivili. Per conferma è sufficiente leggere le cronache quotidiane o passeggiare nei luoghi dove predominano.