La legge sì, ma di Murphy

Consoliamoci perché ogni volta che Toninelli apre bocca o appare in pubblico, i Cinquestelle perdono consenso

Danilo Toninelli, il ministro per caso dei Cinquestelle più celebre per le impietose imitazioni di Crozza che per la sua attività politica, ieri in aula al Senato ha esultato e festeggiato, alzando il pugno chiuso, l'approvazione del decreto per la ricostruzione del ponte di Genova, manco avesse segnato il gol decisivo in una finale di Champions League. Uno spettacolo terrificante, condito con «cinque» battuti tra lui e alcuni senatori grillini. Voglio capire. Che cosa c'è di straordinario se un governo vara un decreto per avviare la ricostruzione di un ponte caduto e aiutare oltre duecento famiglie sfollate? Mi sembra il minimo sindacale. Semmai c'è da vergognarsi per il ritardo (sono passati ben tre mesi), l'incertezza del futuro (ancora non si sa come e quando l'opera sarà terminata) e la furbata di inserire nel provvedimento il condono edilizio di Ischia caro a Di Maio. Per questo c'erano da aspettarsi delle scuse, non l'esultanza da ultrà con tanto di cicca americana masticata con gusto manco fosse al bar - che mal si concilia con il rispetto che si deve all'aula del Senato e, soprattutto, alle 43 vittime del crollo.

Mi rendo conto che una macchietta quale è Toninelli consideri la normalità un clamoroso successo. Il suo partito lo aveva di recente silenziato, imbarazzato dalle sue gaffe (celebre quella sul traffico nel tunnel del Brennero, che non esiste) e nessuno poteva immaginare che un banale e scontato voto in aula su una tragedia nazionale potesse finire in farsa se affidato alle sue mani e alla sua bocca. Chi lo ha liberato dall'obbligo di residenza nel suo ufficio e della consegna al silenzio non ha però tenuto conto dell'ottavo corollario alla legge di Murphy che recita: «I cretini sono sempre più ingegnosi delle precauzioni che si prendono per impedirgli di nuocere».

Consoliamoci, però, perché ogni volta che Toninelli apre bocca o appare in pubblico, i Cinquestelle perdono consenso. Montanelli sosteneva che «non c'è miglior alleato di un nemico cretino». Lunga vita quindi a Toninelli che con la politica «non c'entra una ceppa» per usare le stesse parole pronunciate ieri da Di Maio per aprire l'ennesimo scontro con Salvini (questa volta sui termovalorizzatori al Sud invocati dal leader leghista). Ma che c'entriamo noi con 'sta gente? Una ceppa, per l'appunto.

Commenti
Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Ven, 16/11/2018 - 18:59

ORMAI L'INCUBO PEGGIORE DEL DIRETTORE SONO I 5 STELLE. NON CE LA FA PROPRIO AD ESSERE ONESTO PUGNO CHIUSO, SILENZIATO, PERDITA DI CONSENSI, UNA CATASTROFE QUESTO MOVIMENTO. FI UNICA A VEDERE IL PUGNO CHIUSO COME SE UNO FA GOL BENE HA VINTO LUI PERCHE' E' PASSATO NONOSTANTE LA SCUSA DEL CONDONO E LE BARRICATE. IL MOVIMENTO IL 3 MARZO TUTTI I GRANDI SONDAGGISTI LO DAVANO AL 27% TOH IL 5 MARZO HA RECUPERATO FATALMENTE 6 PUNTI, OGGI LO DANNO AL 26% ALLORA FIDIAMOCI PROPRIO CERTAMENTE SARA' AL 34/35%, LA LEGA? SE ARRIVA AL 25% E' GRASSO CHE COLA. CARO SALLUSTI SI DEVE RASSEGNARE GLI ITALIANI ( PIU' DEL 50% ) VOGLIONO ADDIRITTURA MOVIMENTO E LEGA PARTITO UNICO. APPROPOSITO UN SALUTO ALLA BERNINI PARLAMENTARE PIANISTA DI FORZA ITALIA

5stardust

Ven, 16/11/2018 - 20:25

concordo col direttore , questa macchietta del toninullo, che rappresenta la sublimazione di ignoranza ed incapacità della ciurma grullina va sostenuta "pancia a terra " e con " entusiasmo " per due buone ragioni. a)ci fà ridere pancia a terra b) riduce il consenso ai grullini lunga vita politica al toninullo

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Ven, 16/11/2018 - 21:17

Sallusti, voi siete come quello che dopo una rissa raccontò: "Me ne ha date, ma gliene ho dette... ". Saluti.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 16/11/2018 - 21:39

@cuginfabio: è risaputo che quelli che fanno i commenti scrivendo a lettere cubitali sono esseri mentalmente squilibrati che credono di annientare i loro avversari adoprando le maiuscole. Robe da matti appunto.

mich123

Sab, 17/11/2018 - 01:59

Direi che é più appropriato il principio di Peter: in una società altamente gerarchizzata ognuno tende alla propria incompetenza. Cioé uno che fa bene il proprio lavoro é promosso sempre più in alto fino a quando gli daranno da fare cose che non sa fare. E lì farà danni fino alla pensione. É un cappello che andrebbe bene su parecchie teste...

INGVDI

Sab, 17/11/2018 - 08:46

La stupidità è totale nel M5s. Stupidità contagiosa, a quanto pare, osservando il fare di Salvini. Stupidità che non esclude un certo grado di furbizia dal momento che Di Maio è riuscito a fare le scarpe a Salvini in più di un'occasione. Ora il capo della Lega ha una sola via di uscita da questa melma governativa e dai suoi disastri di cui si è reso corresponsabile: ELEZIONI ANTICIPATE nella primavera 2019.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 17/11/2018 - 09:23

Direttore, sparare su Toninelli è come sparare sulla Croce Rossa, non è cosa di cui essere fieri. Tuttavia se uno indossa ogni giorno un bersaglio davanti ed uno di dietro, difficile, "non abbandonarci alla tentazione" e con una certa soddisfazione, premere il grilletto.

Dario06

Sab, 17/11/2018 - 12:19

@INGVDI.. Ma voi di FI sapete solo gufare? Beh ti do una notizia, se ci saranno elezioni anticipate nel 2019, come tu speri, voi di FI dovrete andarci da soli senza la Lega... Così poi vediamo quanto la gente vi vuole bene...

FlorianGayer

Sab, 17/11/2018 - 12:51

Toninelli ha ragione di esultare: con il decreto Genova, si è creata un gara per la ricostruzione del ponte, cui partecipa su invito una società (tale Fincantieri), che non è in grado di ricostruirlo ma promette solennemente di rivolgersi poi a chi è in grado. Una previsione? Fincantieri (ovviamente, essendo la peggiore) vince. Visto che l'italianità dell'appalto è salva, Fincantieri affida i lavori ai cinesi. Due ore dopo, Fincantieri riceve un bell'ordinativo di navi (quelle le sa fare) dalla Cina. In pratica, Genova sarà l'occasione, per far pagare a tutti gli italiani una megatangente a favore dell'industria amica dei 5stelle. E non dovrebbe festeggiare?

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Sab, 17/11/2018 - 13:25

Egregio direttore... e che centra la famosa legge di Murphy? A me risulta che questa reciti che se una cosa può andare storta, sicuramente andrà storta. Io questa legge la vedo più inerente alle intenzioni di Salvini di voler dare vita ad un governo con questi schizzofrenici... Chi lo ha obbligato? Esisteva la possibilità che potesse andare tutto a carte 48? Eccome se esisteva questa possibilità... Ed ecco che la legge di Murphy si applica alla perfezione... Il toninelli non vale la pena neanche a starlo a menzionare... Un povero mentecatto che ogni volta che parla perde una buona occasione per stare zitto. Nulla di più.

HARIES

Sab, 17/11/2018 - 13:59

Egregio Direttore Sallusti. Ho fatto una indagine sull'argomento ed ho riscontrato che, in base alle sue affermazioni, il peggiore di tutti sarebbe Toninelli. Wikipedia dice che dal Maggio 2008 al Giugno 2018 si sono succeduti: Di Pietro, Matteoli, Passera, Lupi, Renzi(ad intermim), Del Rio. 6 personaggi in cerca d'autore. Sarà molto dura, Egregio Direttore, per Toninelli riparare tutti i danni arrecati all'Italia da quei 6 personaggi. Ma Toninelli è molto preparato e capace, mi creda.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 17/11/2018 - 14:38

-caro sallusti-i genovesi non piangeranno l'inefficacia di toninelli-ma più prosaicamente la volontà del duo gianni e pinotto vicepremier-che per ripicca tipica dei bimbi-non hanno voluto concedere l'onere della ricostruzione ad autostrade-su alcune testate ci sono le foto di come sarebbe stato il ponte se i lavori fossero stati dati ad autostrade-un bellissimo progetto nato dalle modifiche di un disegno di piano-tutto in acciaio e calcestruzzo-roba da sfidare i secoli-la società autostrade-mossa dal pungolo di recuperare credibilità in qualche modo-si era impegnata a ricostruire il tutto aggratis-togliendo tutte le macerie aggratis -in poco più di un anno solare-fornendo altresì garanzie molto solide-ovvero assumendo impegni contrattuali che prevedevano-nel caso di ritardi - il pagamento di penali ben superiori a quelle previste dalla legge--ma ripeto --i clown di maio felpini---hanno detto niet sdegnati--ed ora i genovesi invecchieranno prima di vedere il nuovo ponte--swag

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 17/11/2018 - 15:36

@ elkid, ripicca ? Vai a dirlo ai familiari dei 43 morti che ha causato Autostrade/Benetton un "particolare" di cui non sembri preoccuparti .

pimmio78

Sab, 17/11/2018 - 17:06

jasper, concordo. E' il disperato tentativo di urlare "Anch'io esisto".

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 17/11/2018 - 18:11

--Maximilien----guarda che anche se autostrade cambia ragione sociale e diventa una spa per i poveri--la sostanza non cambia --la causa va avanti uguale---e quasi sicuramente finirà con un nulla di fatto --perchè quando ci sono di mezzo responsabilità statali si insabbia a gogò---le concessioni statali infatti--come tu mi insegni -prevedono controllo costante dello stato medesimo che in questo caso specifico non si è visto--se poi mi metti in mezzo i benetton che con il crollo non c'entrano un ceppa--vuol dire che ti ho sopravvalutato---swag