Con il legno «biologico» la casa è più naturale

Gli arredi sono ricavati dal tronco dell'albero La materia prima proviene da foreste certificate

Naturale. Profumato. Vivo. Il legno, si sa, riscalda qualsiasi ambiente. Ma molto spesso ormai questo materiale viene alterato per mezzo di processi produttivi che alla fine poi talvolta ne snaturano il valore autentico. Non è questa la direzione che ha preso Itlas, azienda con sede a Cordignano in provincia di Treviso, da anni impegnata nella produzione prevalentemente di pavimenti in legno, fondando però la propria attività sull'attenzione all'ambiente, a partire dalla ricerca della materia prima, rigidamente controllata, tutta proveniente da foreste gestite in modo corretto e responsabile. Ma ora ha puntato ancora più in alto: ha immaginato una «collezione biologica» di complementi di arredo. Cosa significa? Si tratta di sedute, panche, comodini, sgabelli, tavoli, rigorosamente in massello di legno di quercia in cui restino evidenti le caratteristiche della materia grezza, in tutti i sensi: alla vista al tatto, all'odore. Si chiamano «I Massivi» e sono stati progettati dall'architetto Marco Casamonti e Archea Associati. Tavoli, sedie, rigorosi intrinsecamente e tali da non richiedere quelle artificiose ed elaborate trasformazioni della materia che solitamente perde, nel ciclo di metamorfosi industriale, qualsiasi caratteristica espressa dalla materia grezza in termini di resistenza, massa, tattilità, colore, odore.  Per questo viene fatta un'attenta selezione di tronchi da cui estrarre la dimensioni esatta che costituisce la premessa alla produzione di oggetti unici, per questo numerati singolarmente proprio come un'opera d'arte. Una collezione nella quale gli ideatori condividono con la vera autrice, madre natura, la proprietà intellettuale dell'opera. Da quest'anno la collezione si è arricchita della collaborazione con Doriana e Massimiliano Fuksas. E si è estesa anche all'ambiente del bagno. Con #ProgettoBagno Itlas personalizza l'intero ambiente. Protagonista è il rovere di Cinque Millimetri, ovvero il rivestimento in legno massello, sottile come una seconda pelle studiato proprio essere applicato a qualsiasi superficie preesistente. Il legno di rovere si unisce alla pietra e crea una soluzione abitativa originale e innovativa. Nove le finiture di pregio e di tendenza, capaci di esaltare la naturale bellezza del legno di rovere. Cinque Millimetri è proposto nelle declinazioni Materia, Accadueo, Sbiancato, Street, Sfarinato, Jazz, Veneziano, Pinot, Metropoli e Nero, ma può essere personalizzato a seconda delle esigenze progettuali del cliente. Dal 2009 l'azienda ha stipulato un accordo con Veneto Agricoltura – ente preposto alla gestione delle foreste del Veneto – per l'approvvigionamento dei tronchi di faggio della Foresta del Cansiglio, situata a 35 chilometri dalla sede produttiva dell'azienda. Il risultato è «Assi del Cansiglio», creando il primo pavimento prefinito in legno certificato italiano.