Leosini: "Da Doina Matei solo un peccato di giovinezza"

La conduttrice di "Storie maledette" sulle foto pubblicate dalla romena su Facebook: "Non conosco personalmente Doina, ma credo che il suo sia stato un peccato di giovinezza e una mancanza di buon gusto allo stesso tempo"

Ha fatto molto discutere la concessione della semilibertà a Doina Matei (30 anni), che nel 2007 uccise una ragazza, a Roma, sferrandole un colpo di ombrello all'occhio. Condannata a 16 anni la Matei ne ha scontati nove in prigione. Ma la semilibertà le è stata revocata dopo le polemiche scoppiate per la pubblicazione, su Facebook, di alcune foto che la ritraevano al mare, in costume, al Lido di Venezia. Foto che hanno indignato moltissime persone.

Sulla vicenda, e in particolare sulla revoca della semilibertà, interviene Franca Leosini, storica conduttrice di "Storie maledette", il programma in cui porta in tv i criminali, raccontandone la vicenda processuale: "Non conosco personalmente Doina - si legge sull'Huffington Post - ma credo che il suo sia stato un peccato di giovinezza e una mancanza di buon gusto allo stesso tempo. Ha avuto una vita difficile, prima del delitto stava sul marciapiede per sfamare i figli, non ha una istruzione tale da farle comprendere cosa sia opportuno e cosa invece non lo sia. Forse la libertà le ha dato alla testa".

"Il caso di Doina Matei - prosegue la Leosini - è un omicidio preterintenzionale da manuale: era evidente che non voleva uccidere la povera Vanessa Russo, anche se questo non lenirà certamente il dolore immedicabile dei genitori. Le hanno dato il massimo della pena, 18 anni scontati poi a 16. Ed è fisiologico che a metà del percorso in carcere venga concessa la semilibertà".

Commenti

veromario

Mer, 13/04/2016 - 14:48

non contesto il fatto che abbia avuto una vita difficile, ma se non ha di che mantenere i figli non ha un lavoro deve prostituirsi,più ha commesso un omicidio cosa ne facciamo in italia di certi personaggi,espulsione e che la mantenga la romania.

veromario

Mer, 13/04/2016 - 14:50

io non ho duplicato nessun commento,ho solo detto che certi personaggi sarebbe bene fossero mantenuti a casa loro.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 13/04/2016 - 16:56

Peccato che non era sua figlia oppure sua nipote. Continui a sperare la prossima volte può toccare a Lei tanto è un peccato di gioventù.

piertrim

Mer, 13/04/2016 - 18:44

Sarà anche stata sfortunata, ma uno sguardo così cattivo oppure strafottente, secondo le sue immagini, non l'avevo mai visto. E' ora che le condanne vengano interamente scontate, non ha senso prendere 16 anni e farne 8.

salvatore40

Mer, 13/04/2016 - 22:14

Giovinezza,giovinezza...! La Leosini raggiunge il massimo della Faccia Tosta, del Cinismo,della Sfrontatezza. La società deve urgentemente svegliarsi dal torpore e liberarsi da siffatta sconcezza . Le Leosini è perigliosa assai : è quella che favorì a suo tempo la libertà per Angelo Izzo! Ora torna a parlare di di Giovinezza del Peccato. Lei,l'elegante Leosini,non conosce né giovinezza né maturità, ma solo l'infinita arroganza dell'infinita ignoranza !

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Gio, 14/04/2016 - 11:40

Peccato di gioventù...è una persona maligna la romena. Basta giustificare la malvagità...Leosini l'avesse fatto a sua figlia? Rifletta prima di parlare. Una preghiera per Vanessa Russo.

il corsaro nero

Gio, 14/04/2016 - 13:50

Leosini, se fosse capitato a qualche tuo caro, l'avresti catalogato come peccato di giovinezza?

ilbelga

Gio, 14/04/2016 - 14:53

leosini, ma sei sicura di stare bene?

salvatore40

Mar, 03/05/2016 - 16:32

Certo, una mancanza di buon gusto e di galateo. Così parlò la Leosini, Icona del NON-PENSIERO !