Lesbica in Italia con la figlia, per l'ex ha sottratto la minore

La figlia di una coppia lesbiche è al centro di una contesa giudiziaria internazionale: dopo la separazione non riescono a decidere con chi debba stare la piccola

Potrebbe essere un caso che fa giurisprudenza, quello di una donna lesbica che denuncia la ex compagna per sottrazione internazionale di minore. Succede in una città dell'Emilia-Romagna, dove una donna si è recentemente trasferita con la figlia.

Alle spalle una storia di una separazione difficile, con una compagna che risiede all'estero e che ora non è più nella sua vita. E non da poco, ma dal 2010. Prima c'erano state una convivenza e una bambina, avuta con inseminazione artificiale dalla donna che ora vive in Emilia.

Le due donne, residenti in un altro Stato europeo, non erano sposate, ma costituivano una coppia di fatto. E un tribunale straniero, al momento della separazione, sei anni fa, attribuì la responsabilità genitoriale a entrambe le donne.

Ora che una delle due si è trasferita in Italia, però, l'altra ha rivendicato il diritto sulla bimba, accusando la ex compagna di sottrazione internazionale di minore. Del caso si occuperà il Tribunale per i minori di Bologna, per un caso che sembra senza precedenti.

Recentemente c'è solo la vicenda del riconoscimento di un'adozione disposta negli Usa per due lesbiche, che in Italia è arrivato fino alla Consulta, dove è stato stabilito il rigetto del ricorso.

Commenti

java

Ven, 03/06/2016 - 12:01

stop a questo schifo. firmate petizione mom dad kids (cercate online la petizione con questo nome)

beppechi

Ven, 03/06/2016 - 12:27

poveri esseri che non sanno cosa fare della loro vita, non sanno cosa fare nella loro vita e per puro egoismo distruggono quella di poveri innocenti

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 03/06/2016 - 13:31

Guarda guarda, litigano anche le lesbiche? Strano, perché quando ci presentano queste coppie moderne omosessuali, sembrano il simbolo dell'unione perfetta, dell’armonia familiare, sono sempre felici e sorridenti, tutto rose e fiori, l'amore trionfa e vissero a lungo felici e contenti, come nelle favole. Solo che, prima o poi, i sogni e le favole finiscono.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 03/06/2016 - 14:23

Finalmente anche lgbt possono intasare i tribunali con cause per sottrazioni di minore. Parita' di diritti garantita.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 03/06/2016 - 14:43

----java---un nick così moderno---ma idee tanto antiquate---è giusto che i giudici si cimentino in cose nuove---questa sentenza farà sicuramente giurisprudenza e si andrà avanti come sempre---hasta siempre

agosvac

Ven, 03/06/2016 - 15:02

A quanto pare, anche le lesbiche litigano più degli etero. Forse, però il termine lesbiche non è politicamente corretto, forse si dovrebbe dire "differentemente etero" per evitare denunce e cose varie che, se passasse questa legge contro l'omofobia, ti potrebbero mandare in galera senza che te ne accorgi!!! Ardua impresa quella della magistratura perché, in questo caso, non devono decidere contro le leggi dello stato italiano, non devono dare un affidamento ad una coppia omosessuale, devono decidere a chi tra due lesbiche, pardon, diversamente etero, dare questa bambina. Mi sorge un grave dubbio: ora che la "diversamente etero" è single, quindi non costituisce una famiglia, non è che la daranno ai servizi sociali?????

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 03/06/2016 - 17:49

---agosvac dall'intervento caustico---ti ricordo che la bambina ha comunque un legame di sangue e metà del patrimonio genetico di una delle due donne ed i giudici proprio da qui potrebbero partire---la bambina non finisce ai servizi sociali stai pur tranquillo--hasta siempre