L'ex procuratore antimafia Macrì: "Ecco perché l'Isis non colpisce in Italia"

L'ex procuratore nazionale antimafia Vicenzo Macrì: "Le mafie italiane sono presenti nel Nord Africa per guidare il traffico dei migranti verso le coste. C’è una sorta di divisione dei proventi di questo traffico"

Perché l'Isis non ha ancora colpito l'Italia? A rispondere a questa domanda ci ha pensato l'ex procuratore nazionale antimafia Vicenzo Macrì che, in una intervista a CorriereTv, ha dichiarato: "Le mafie italiane sono presenti nel Nord Africa per guidare il traffico dei migranti verso le coste. C’è una sorta di divisione dei proventi di questo traffico".

Insomma col Califfato la criminalità organizzata fa affari e per questo i jihadisti risparmierebbe il nostro territorio da eventuali attentati terroristici. Macrì parlando di Milano poi ha spiegato: "Dagli anni 90 la ‘ndrangheta è a Milano. In Lombardia si era prodotta una richiesta di servizi mafiosi che la ‘ndrangheta è stata pronta a offrire. Milano oggi è il centro di smercio di cocaina di tutta l’Europa, è la piazza dove si fa il prezzo".