"Libri, tv, atti giudiziari": i giorni di Scajola in cella

"Sto bene anche se è stata dura all’inizio. Cinque giorni di isolamento assoluto..."

"Sto bene anche se è stata dura all’inizio. Cinque giorni di isolamento assoluto... Poi, quando mi hanno concesso il televisore, le cose sono un po' cambiate. Ora posso informarmi, vedere quel che accade". Claudio Scajola, in una testimonianza resa ad alcuni senatori e raccolta dalla Stampa, racconta le sue giornate in carcere. "Il tempo qui non corre veloce, ma ho gli atti giudiziari da studiare", dice Scajola che, secondo quanto accertato da chi lo ha visitato, vive in una cella da solo, nel carcere di Regina Coeli. "Non si pensi a una suite, è una cella in dignitose condizioni di pulizia. No dell’igiene non mi lamento, non va male. In ogni caso finora mi ha visitato periodicamente il medico del carcere. Ho qui "Viaggio dell’elefante" di Saramago e "Gesù di Nazareth" di Ratzinger.

Commenti
Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 10/06/2014 - 15:23

...Gli amministratori della cosa pubblica e quindi anche i politici, prima di intraprendere la carriera, dovrebbero trascorrere almeno 12 mesi nelle patrie galere, 3 dei quali in isolamento diurno e notturno. Forse avremmo amministratori più onesti.

ex d.c.

Mar, 10/06/2014 - 15:27

Commentiamola come vogliamo ma la carcerazione preventiva per questo tipo di reati è assurda

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 10/06/2014 - 15:49

Che fortuna, gli hanno dato una cella dignitosa, il solito raccomandato.

vittoriomazzucato

Mar, 10/06/2014 - 16:10

Sono Luca. Certo finire in carcere a 66 anni è pesante dopo una vita dedicata alla politica. C'è da domandarsi come si fa a commettere tali errori per arrivare a questi punti a meno che la giustizia non stia facendo i soliti sbagli. GRAZIE.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 10/06/2014 - 17:19

Qual è lo spirito di chi ha deciso questa detenzione se non quello di sfamare il proprio desiderio di veder soffrire un uomo? -riproduzione riservata- (rassegnatevi) - 17,19 -- 10.6.2014

angelomaria

Mar, 10/06/2014 - 17:32

SOO AI COLPEVOLI DI REATI MAFIOSI DANNO PLAYSTATION E TELEFONINO POI IL TELEVISORE SI SA'COME I NOSTRI MAGISTRATI TRATTATANO I PENTITI VERO!!??

angelomaria

Mar, 10/06/2014 - 17:34

C'E SEMPRE IL BASTIAN CONTRARIO CHE DIMENTICA CHE PER LO STESSO REATO ERA STATO ASSOLTO PER BEN 2 VOLTE CREDO!!!

berserker2

Mar, 10/06/2014 - 17:39

In cella da solo......e me lo chiamate carcere? Ma cos'è un residence per anziani? Col medico che lo va a "visitare periodicamente", il televisore a colori in camera nonchè tutti gli "optional" che un privilegiato coi soldi si potrà permettere! Poi tra un pò uscirà, gli daranno i domiciliari e potrà fare pure la vittima. Ma mettetelo in una cella normale come tutti, ammassato coi marrucchini allupati, i nigeriani violenti, gli zingari ladri e gli albanesi disposti a tutto. Come un comune cittadino italiano gli fate "godere" del servizio completo di come ormai sono ridotti i carceri italiani, grazie a questi politici senza onore e dignità. Hai voluto l'immigrazione Sciaboletta.....e adesso godi!