Linee estreme, prestazioni incredibili: i sogni da toccare

Honda rilancia il mito Nsx e Ford quello Gt. I «fulmini» di Lamborghini, McLaren, Amg e Aston Martin

Incredibili, ma supercar. Nel tempio politeista dell'automobile, dove alberga ogni genere di divinità, il variopinto recinto delle auto ad altissime prestazioni non è mai stato tanto vivace come oggi e un po' dovunque c'è sempre un compratore pronto a mettersi pazientemente in lista. Del resto, basta dare un'occhiata alle tante novità esposte a Ginevra, il Salone più glamour dell'anno, per rendersi conto di quanto sia effervescente il settore delle supercar.

Un successo annunciato, e svelato in prima europea, è il ritorno di un mito: Honda Nsx , come la Nsx lanciata esattamente 25 anni fa. Inedito il V6 biturbo, così come il cambio doppia frizione a 9 marce e i tre motori elettrici del sistema Sport Hybrid e anche la scocca, uno spaceframe multi materiale particolarmente rigido e leggero, si preannuncia all'avanguardia per i materiali adottati: fibra di carbonio, alluminio e acciai ad alta resistenza. Spettacolare la nuova Lamborghini Aventador Lp 750-4 Superveloce , la più estrema e reattiva di sempre grazie al V12 aspirato di 6.5 litri potenziato a 750 cv per una velocità massima di oltre 350 orari e accelerazione da 0 a 100 in 2,8 secondi. Sarà in vendita dalla prossima estate, al prezzo di 327.190 euro. Battesimo europeo a Ginevra per la Ford Gt : è l'erede spirituale di quella Gt40 che dominò la 24 Ore di Le Mans dal 1966 al 1969. La Gt ha motore centrale, trazione posteriore e fa ampio uso di materiali leggeri come l'alluminio e la fibra di carbonio per un rapporto peso/potenza ai vertici della categoria. Il motore, lasciato in bella vista, è un 3.5 V6 EcoBoost biturbo da oltre 600 cv: è il più potente EcoBoost di sempre. Da McLaren arriva la coupé 675Lt , il modello più veloce della gamma Sport Series che già comprende la 625C e la 650S. Sotto il cofano, monta un 3.8 V8 biturbo da 675 cv che si avvale di parti per il 50% inedite rispetto a quelle del modello d'origine: nuove sono le turbine, così come alcuni dettagli della testata, i collettori di scarico, gli alberi a camme e la pompa della benzina. Secondo quanto reso noto dalla casa inglese, la 675LT copre lo sprint 0-100 in 2,9 secondi, raggiunge i 200 in 7,9 secondi e tocca una velocità di punta pari a 330 orari. A fianco della 675LT, debutta a Ginevra una McLaren da corsa: la P1 Gtr con un powertrain ibrido che eroga 1.000 cv, di cui 200 erogati dal motore elettrico. Altra supercar da competizione made in England è la As ton Martin Vulcan con motore V12 7.0 da oltre 800 cv: sarà prodotta in 24 esemplari ma non sarà omologata per l'uso stradale. Nasce per correre anche la Gt3 : è la versione racing della coupé ultra sportiva Amg Gt : è l'erede della Sls GT3 che tanti successi ha conquistato in pista dal 2010 a oggi.