L'ipocrisia insostenibile sull'energia sostenibile

Siamo arrivati alla tassa sul sacchetto di plastica. Più che al ridicolo, di cui i nostri governanti si rendono poco conto, siamo scesi nell'inferno della schiavitù economica. Un tempo, ahinoi molto lontano, le imposte venivano intese come un corrispettivo per alcuni servizi che lo Stato forniva. La tutela dei più deboli era uno di questi. Era l'imposta di Luigi Einaudi, ma anche del nostro Francesco Forte. Poi è arrivata la tassazione punitiva: togliere ad alcuni per dare ad altri. Il mito della giustizia sociale e della redistribuzione. Un'imposta del tutto velleitaria e fallimentare: le tasse sono altissime, così come il numero dei poveri. Si è arricchito solo l'intermediario, cioè lo Stato.

Non funzionando più l'inganno della redistribuzione, si persegue oggi il fine «etico» dell'imposta. Il consumo viene tassato non per fare cassa (che è il vero motivo), ma per il nostro bene, per il futuro green del pianeta. La grande, mostruosa, prova si è avuta con gli incentivi alle energie rinnovabili: sedici miliardi di euro che passano ogni anno dalle tasche delle famiglie italiane a pochi soggetti incentivati. In termini spiccioli su 500 euro di bolletta elettrica annua per una famiglia tipo italiana, la bellezza di 139 euro sono rappresentati da oneri per la cosiddetta sostenibilità. Cerchiamo di essere più chiari: senza pannelli e pale eoliche, oggi gli italiani sopporterebbero una spesa annuale per l'elettricità di 360 euro invece che 500. Si tratta di una tassa occulta che porgiamo, senza accorgercene, sull'altare di un mondo green. Il prossimo passo, non così lontano, sarà di bastonare fiscalmente (...)

(...) gli alimenti che il Soviet statale stabilirà dannosi per la nostra salute. L'ipocrisia non vale solo per l'ambiente e la salute. Abbiamo introdotto, praticamente unici in Europa, la Tobin tax. Con l'idea che le speculazioni finanziarie, Soros, Paperon de' Paperoni e Gordon Gekko, siano dei cattivoni. Il risultato è che le Finanze di Roma hanno incassato un quinto del previsto, ma in compenso abbiamo ucciso i nostri intermediari finanziari e Londra e Francoforte hanno disintermediato l'Italia, facendo affari dove la tassazione sulle speculazioni non ci sono. La morale è che i nostri ricavi (stipendi, redditi da lavoro autonomo) restano stabili mentre le nostre spese legate alla partecipazione alla comunità statale crescono, con il risultato di renderci tutti più poveri e meno liberi. Ieri era per liberare i più poveri dal disagio, oggi per consegnare un pianeta più pulito ai nostri figli. Balle.

Commenti

umbe65it

Sab, 30/12/2017 - 17:10

Siamo nelle mani di una banda di macachi che cercano di arraffare quello che possono per redistribuirlo agli amici in cambio di favori di ritorno o compensi occulti. In termini di "green" poi, per esempio, si scopre che vendiamo a francesi e svizzeri l'etanolo che produciamo. Questi lo rendono disponibile ai distributori come E85 insieme alle normali benzine. Per chi non lo sapesse, la E85 ( 85%etanolo 15%benzina ) permetterebbe di trasformare auto anche euro uno e due in veicoli con emissioni praticamente nulle, anche senza l'uso di catalizzatore con costi di riconversione inferiori a quelli per un impianto a GPL.

Anonimo (non verificato)

agosvac

Sab, 30/12/2017 - 17:29

"si è arricchito solo l'intermediario, cioè lo Stato", credo che ciò non sia vero. Se lo Stato si fosse arricchito non ci sarebbe un continuo aumento del debito pubblico. Quindi non si è arricchito lo Stato bensì alcuni politici o gruppi che fanno riferimento allo Stato ma che, in effetti, sono contro lo Stato italiano, contro gli italiani ed a favore di sé stessi. Veri e propri delinquenti!!!

Claudio_59

Sab, 30/12/2017 - 17:49

Cerchiamo di essere chiari: senza pannelli e pale eoliche, il sistema italia pagherebbe molto, ma molto più di ora per importare combustibili fossili da bruciare per accendere le lampadine. Fermo restando che non è giusto che gli incentivi li paghino i cittadini, io il FV e solare termico ce l'ho e posso testimoniare che va alla grande. Porro, lei ha scritto un sacco di sciocchezze e altre le ha dette oggi in televisione. In ogni caso, buon anno e in cxxo al PD !!!!

VittorioMar

Sab, 30/12/2017 - 17:55

L'OROGRAFIA DEL PAESE ,DAL NORD AL SUD ISOLE COMPRESE ,PERMETTEREBBE LA PRODUZIONE DI ENERGIA PULITA!! INVECE DI CREARE INVASI UTILI PER FRONTEGGIARE CRISI IDRICHE E CONTENERE ALLUVIONI,CI SIAMO IMPELAGATI COL NUCLEARE E PRODUZIONI ALTERNATIVE INSUFFICIENTI !!..VENGONO ESPIANTATI COLTIVAZIONI E IMPIANTATI PANNELLI SOLARI :SI PAGA PER L'UNO E L'ALTRO E PER IL MANCATO NUCLEARE!! PER NON PARLARE DEL DETURPAMENTO DEL PAESAGGIO DEI MODERNI MULINI A VENTO!! SI DOVREBBE RITORNARE ALLE CENTRALI IDROELETTRICHE,COSTOSE MA DURATURE!!.UTILIZZIAMO LA NOSTRA OROGRAFIA !!

maurizio.fiorelli

Sab, 30/12/2017 - 18:22

Finalmente una persona che parla chiaro, complimenti a lei Signor Porro, ma lei sa, quanto me, che con il lavaggio dei cervelli di questa società, siamo perdenti!!!

sparviero51

Sab, 30/12/2017 - 18:32

VIVAMO ,ORMAI, SOTTO UNA DITTATURA FISCALE CRETINA E CATTIVA TENUTA IN VITA DA GERARCHI INCAPACI E IMBECILLI. NESSUNO DI COSTORO SI È MAI DOMANDATO QUALE È IL COSTO IN TERMINI DI ENERGIA SPESA PER LA PRODUZIONE DI BATTERIE,PANNELLI SOLARI ,PALE EOLICHE E DEI COSTI PER IL LORO SMALTIMENTO ? O ,FORSE, QUESTE COSE SONO PRODOTTE SU UN ALTRO PIANETA ??? IL PARTICOLATO CE LO HANNO NEL CERVELLO !!!

umbertoleoni

Sab, 30/12/2017 - 21:00

Non ci vuole molto a capire perche' gli americani hanno scelto Trump: loro non sono rimbecilliti come qui in Italia ! Le favole sostenute da amministratori tragicomici come vendola ed emiliano, sono credute solo nel paese di pulcinella e dintorni ! Come diceva l'immenso Toto' ? E IO PAGO ! ...e IO PAGO !!

cgf

Sab, 30/12/2017 - 21:17

A proposito di "ridistribuzione del reddito", sono stato recentemente nella provincia argentina di Formosa, nel Nord del Paese. Indubbiamente nulla a che vedere col altre ricche zone del Paese, però decenni contributi a pioggia, reddito di cittadinanza anche se sei 'profugo', contributo per ciascun figlio messo al mondo, senza contare scuola, sanità, etc gratis... risultato? NON lavora più nessuno, perché dovrebbe faticare per percepire quello che paga il Governo? è pieno di mini-gang di giovani, è molto alto l'abbandono scolastico, droghe anche pesanti (va di moda la zombie), rapine in cui spesso ci scappa il morto, gente barricata in casa anche di giorno nonostante d'estate si superano tranquillamente i 40 gradi, si organizzano per fare la spesa e sempre scortati da uomini con bastoni... questo il risultato della politica di sinistra, non vorrei rubare il mestiere a Nostradamus, ma ci vuole poco a capire che anche altrove, indovina dove? potrà essere...

killkoms

Sab, 30/12/2017 - 21:45

da utili idioti!

GiovannixGiornale

Sab, 30/12/2017 - 22:33

Siamo in mano a delinquenti con la patente di benefattori. Assegnata, s'intende, dall'apparato culturale che partecipa al "lauto pasto".

hornblower

Sab, 30/12/2017 - 23:56

Caro Porro, è fisicamente impossibile dare allo Stato prima quello che lo Stato ci da dopo. Poiché le tasse, a meno di non essere dei contraffattori, si pagano con la moneta emessa dallo Stato, se lo Stato non ci da prima la moneta con cui pagarle, noi le tasse non possiamo pagarle. Le tasse esistono perché, se non ci fosse l'obbligo di pagarle con la moneta che solo lui può emettere, nessuno vorrebbe un pezzi di carta senza valore in cambio di lavoro svolto per conto dello Stato, cioè nessuno lavorerebbe per lo Stato in cambio di un pezzi carta che invece accettiamo solo perché è l'unico con cui assolvere l'obbligo fiscale, è questo obbligo che da valore ad un pezzo di carta. In pratica lo Stato emette la sua moneta attraverso la sua BC e la immette nelle nostre tasche con la spesa pubblica.

vaigfrido

Dom, 31/12/2017 - 01:11

Ringraziamo ancora quegli pseudoecologisti i radical chic che hanno promosso e sostenuto il referendum per chiudere le centrali nucleari ,ora sapete che nella bolletta stiamo ancora pagando lo smantellamento di quelle centrali ? Pazzi ...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 31/12/2017 - 10:01

hornblower# Le tasse non si pagano con la moneta (che lo Stato emette) ma con il lavoro che lo Stato tassa e non emette. Studi fanciullo.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 31/12/2017 - 10:25

Claudio_59# Faccia di conto. Veda a quanto l'Enel compra da lei "l'energia pulita" e a quanto la rivende a noi. Se si accorge che è una truffa non si scandalizzi. Lei ne fa parte.

carpa1

Dom, 31/12/2017 - 11:16

Nicola Porro: la sintesi fatta persona; in poche righe ha dato la possibilità a tutti, sempre che lo vogliano e non vi rinuncino per partito preso, di capire concetti fondamentali. Questo ne è pure la spiegazione lampante del perchè la RAI (occupata da questi governi abusivi) abbia ricevuto l'ordine di cassare il programma Virus condotto dallo stesso Porro. Una cosa il fisco dovrebbe però spiegare (che qui non viene detto): perchè la Tobin tax non è applicata alle operazioni aperte e chiuse nelle ventiquattro ore (ovviamente speculative) mentre lo è per un investimento di lungo periodo, certamente più utile a stabilità e crescita del paese?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 31/12/2017 - 11:18

ci sono in Italia il90% che potrebbe lavorare, e solo il 10%che invece ha problemi e di cui dovremmo farcene carico. Ma con la politica di sx che vuole dare molta assistenza, fa si che solo il 40% lavora, il 10% purtroppo non può, ma si va aggiungere il restante 50% che preferisce l'assistenza, con incentivi, bonus, redditi di cittadinanza, inclusione ed ora di dignità. Ma può campare uno Stato in questa maniera?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 31/12/2017 - 11:19

Purtroppo un popolo limitato come gli italiani si beve tutto. E gentaglia come la tessera numero uno del pd incassa.

nromeo46

Dom, 31/12/2017 - 11:22

mauriziogiuntoli# Complimenti! Non poteva essere più sintetico ed efficace.Ho lavorato nel settore e non posso non condividere quanto da lei scritto.

Cheyenne

Dom, 31/12/2017 - 11:54

PERFETTAMENTE D'ACCORDO. L'ITALIA E' IL SOLO PAESE COMUNISTA AL MONDO. I NOSTRI POLITICI I PIU' CORROTTI, INCAPACI E LADRONI.

DemetraAtenaAngerona

Dom, 31/12/2017 - 11:59

Da un articolo di focus.....La notizia è di quelle che, a intervalli più o meno regolari, torna ad occupare le prima pagine dei giornali: il petrolio non si sta esaurendo. Se i consumi continueranno ai ritmi attuali, le riserve del nostro pianeta saranno sufficienti per i prossimi 70 anni. Lo afferma uno studio pubblicato qualche giorno fa dal sito di informazione finanziaria Bloomberg in base agli ultimi dati resi noti dal Servizio Geologico degli Stati Uniti. Secondo gli scienziati dell'ente americano nel sottosuolo della Terra ci sarebbero almeno 2 mila miliardi di barili di greggio che attendono solo di essere estratti.****Alle Rinnovabili e Pulite dovremo pur pensare...nucleare pulito senza scorie? Speriamo. At

luna serra

Dom, 31/12/2017 - 12:54

In Sardegna Lega Ambiante applaude alla tassa sui sacchetti perchè cosi l'Eni che dovrebbe produrre bioplastiche a Porto Torres potra far partire il progetto " Chimica Verde " e darà posti di lavoro , poi non è vero che Si è arricchito solo l'intermediario, cioè lo Stato si sono arricchiti tutti i GRANDI GRUPPI infatti Berlusconi nel 2017 ha guadagnato un MILIARDO IN PIU

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Dom, 31/12/2017 - 13:16

Certo, anche le auto elettriche sono una bufala. In effetti l'aria che respiriamo in pianura padana è una delle più salubri del pianeta e non c'è nessun bisogno di auto a emissioni zero. E chi si carica la propria auto elettrica con il fotovoltaico sul tetto di casa sua senza alcuna emissione e senza arricchire arabi e petrolieri? Un pauperista pericoloso e ingrato verso i benefattori dell'umanità. Diesel euro 5-6? Tutte minchiate, che costringono i produttori a sprecare investimenti per nulla: che differenza vuoi che ci sia con i vecchi cari sbuffanti diesel degli anni settanta. PM10 cancerogeno? Squallido ecoterrorismo: portate i bimbi in passeggino ad altezza tubi di scarico, crescono respirando il progresso! I Pfas nell'acqua del rubinetto di mezzo Veneto? Quisquilie di fronte alla bellezza delle pelli conciate nelle fabbrichette di Chiampo. Pregasi pubblicare.

walter viva

Dom, 31/12/2017 - 16:18

Le energie alternative? La più grande truffa degli ultimi decenni, buona solo per i boccaloni degli pseudo-ambientalisti che vanno in bordo di giuggiole ad ogni stormir di fronde. Gli incentivi elargiti a piene mani dallo stato sono serviti solo a riempire la greppia di tanti schifosi politicanti e dei loro compagni di merende. Miliardi di euro depredati dai comuni cittadini per riempire le loro tasche.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 31/12/2017 - 17:23

walter viva, concordo pienamente. Io sarei per un referendum che riabiliti il nucleare.

hornblower

Dom, 31/12/2017 - 17:24

@mauriziogiuntoli - non l'ignoranza, ma la "presunzione di conoscenza" è l'unico ostacolo al progresso, caro professore ! Prova ad immaginare cosa ne sarebbe dell'euro, o del $, o di qualsiasi altra moneta di Stato, se da domani non fosse più accettata per pagare le tasse, prova e poi non ti mortificare se ti ritrovi a ragliare.

hornblower

Dom, 31/12/2017 - 17:34

@mauriziogiuntoli - impara: L'economia monetaria è basata sulla spesa che deriva dall'avere denaro a disposizione. Sono solo 4 le fonti di reddito: l'estero che acquista beni nazionali, il credito bancario, spesa e investimenti pubblici, spesa dei privati (che a sua volta deriva però dalle altre tre). Quindi, se il credito è stagnante, le esportazioni calano per domanda globale in diminuzione e le persone spendono meno perché vogliono risparmiare di più, solo una politica fiscale espansiva, cioè più deficit fa ripartire l'economia. E' matematico che al risparmio di qualcuno corrisponde il debito di qualcun altro: ad ogni spesa di uno corrisponde il reddito di un altro e così ad ogni deficit corrisponde un avanzo e ad ogni debito corrisponde un credito

cgf

Lun, 01/01/2018 - 17:56

@hornblower ha ragione, non è l'ignoranza in se, ma la presunzione di conoscenza, il voler far fare ginnastica alle dita scrivendo cose che non sono vere. Segua il consiglio di mauriziogiuntoli e si metta a studiare sul serio, non legga il Blog di Grillo, lo Stato NON stampa moneta, sono Istituti privati a farlo, non solo Banca Itala, anche la FED e la BCE lo sono, sull'euro DEVE essere pagato anche il copyright!!! Poi già che c'è approfondisca l'argomento della moneta scritturale, il 2% di denaro, ne mette in circolazione il 98% e le verranno chiare tante altre cosucce... PS non si disturbi a rispondere, ha già dimostrato a sufficienza la sua... 'ignoranza' in senso di ignorare, ovviamente.