L'ispettore Derrick era membro delle Ss

L'attore tedesco si era arruolato nelle Waffen SS e nel 1943 era impegnato in Russia come granatiere

Ispettore nella fiction, membro delle Ss nella vita, passata. Horst Tappert, l’arcinoto ispettore Derrick, è morto cinque anni fa portandosi nella tomba un segreto impossibile da confessare. Ma oggi sono i documenti a fare luce su quel buco oscuro del suo passato.

Infatti, secondo quanto rivelato dal Frankfurter Allgemeine Zeitung, il volto televisivo, durante la Seconda guerra mondiale, ha fatto parte delle Waffen Ss almeno a partire dal 1943, quando aveva vent’anni.

L’attore tedesco, uno dei più conosciuti al mondo, nelle sue memorie non ha mai fatto cenno a quella macchia oscura nel suo passato. In alcune interviste aveva detto di essere stato impiegato come sanitario e di essere stato imprigionato alla fine della guerra.  È stato un sociologo tedesco Joerg Becker a scoprire per caso, durante le ricerche per un libro, che Tappert da giovane aveva gravitato in una compagnia teatrale di cui avevano fatto parte diversi attori in passato vicini al regime nazista.

Becker ha dunque fatto richiesta all’Associazione tedesca che dal 1939 informa i parenti dei caduti della Wehrmacht, l’esercito nazista, dove si trovano documenti sull’appartenenza alle diverse truppe. Secondo quanto rinvenuto negli archivi di tale associazione (Wast), Tappert era entrato a far parte di una divisione di riserva della contraerea ad Arolsen. La prima data certa risale per l’appunto al 22 marzo del 1943, quando il primo reggimento granatieri "Testa di morto", allora impegnato in
Russia, ha segnalato la sua appartenenza come semplice granatiere.

Nel ruolo dell’ispettore Stephan Derrick l’attore Horst Tappert è diventato famoso in tutto il mondo. In Germania il telefilm omonimo è stato trasmesso dalla Zdf dal 1974 al 1998. In tutto 281 puntate, che negli anni sono state acquistate ben 102 Paesi in tutto il mondo.

Commenti
Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 26/04/2013 - 10:00

la maggioranza dei tedeschi della sua età sono stati dei GRANDI ASSASSINI !!

Boxster65

Ven, 26/04/2013 - 10:30

Grande Derrick!!!

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Ven, 26/04/2013 - 10:46

Cosa ci sarebbe di così scandaloso nel fatto che il sig. Tappert fosse stato, in gioventù, nelle SS? Veniva da un'adolescenza di indottrinamento nazista. Certo, fosse stato italiano avrebbe fatto il salto della quaglia, magari carpiato, come fecero i vari Enzo Biagi, Giorgio Bocca e Dario Fo, magari gli avrebbero dato se non un Nobel almeno un Oscar.

gesmund@

Ven, 26/04/2013 - 10:47

Ah, lo avesse saputo Garzon! Avrebbe preteso la riapertura del processo di Norimberga. Puo' sempre rifarsi con Ratzinger, visto che era anche lui nella contraerea da hitlerjugend.

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Ven, 26/04/2013 - 10:49

Per #scandalo: certo, grandissimi assassini tipo gli americani che in una sola notte, a Dresda, uccisero 200.000 civili inermi sotto i bombardamenti... Chi vince ha sempre ragione, Carlomagno docet.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 26/04/2013 - 10:58

piccolo Boxster65

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Ven, 26/04/2013 - 11:09

Non era un membro, era un soldato arruolato (non volontario)in tempo di guerra!

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Ven, 26/04/2013 - 11:24

Noi lo sapevamo

girola

Ven, 26/04/2013 - 11:25

e che significa? Non tutti gli appartenenti alle SS avevano incarichi di torturatori o di spioni, così come non tutte la camice nere erano aggregati all'ovra o facevano parte dei maledetti "manipoli" manganellatori, ma taluni avevano incarichi di difesa interna, veri e propri militari, tipo la c.d D.A.T.-difesa aerea territoriale-costituita da artiglieri dell'esercito e prescindere dal fatto che la divisa prevedesse l'obbligo di indossare la camicia nera.Così penso che alle corrispondenti simili categorie dlle famigerate SS appartenesse il commissario "Derrick".

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 26/04/2013 - 11:39

#ferdnando55(alias riccio.lino.por). Certo, la Germania era un paese molto diverso dall'Italia. Dove le statistiche redatte nell'immediato dopoguerra documentano come nella penisola ci fossero almeno 50 milioni di partigiani "ante litteram". Alcuni dei quali ancor oggi continuano a pontificare e discettare di democrazia ed antifascismo. Dopo aver nascosto in soffitta fez e stivaloni.

al59ma63

Ven, 26/04/2013 - 11:41

Tappert e' stato il migliore, in epoca Nazista e Fascista tutti erano o nazisti o fascisti in Germania come in Italia. Quello che scrive questi articoli idioti e' un giornalista che campa sulle spalle dello Stato, se fossi io a stipendiarlo con i problemi che ci sono oggi lo manderei per le strade ad intervistare la gente a Casal dei Principi, forse farebbe cosa piu' utile che questi articoli per denigrare un bravissimo attore, che per amore dell' ITALIA si e' persino fatto seppellire in territorio Italiano. Questo giornalista credo non abbia neppure l' onore di essere seppellito in patria, guardi i suoi difetti e vada ad intervistare i pensionati che frugano nei bidoni della spazzatura perche' sono senza risorse!

franco@Trier -DE

Ven, 26/04/2013 - 11:46

allora cosa c'è di male? Da noi non c'erano le camicie nere? la polizia politica?Cosa c'è di strano?Scandalo sei un imbecille non ho mai visto delle guerre senza uccidere.Queste erano persone con le palle sono riuscite a conquistare l'Europa con fatti non con parole.O volete forse discreditare le legioni romane?

TONI-GARATTI

Ven, 26/04/2013 - 11:46

Bravo Tappert hai fatto il tuo dovere, spero che ne hai seccati tanti di liberatori!!

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 26/04/2013 - 11:46

Alex Biffi.. non mi riferivo ad atti di guerra ma a delitti efferati e superflui compiuti in tuta europa dai sanguinari crucchi !! Non provavano nessuno rimorso ad uccidere un essere umano che non fosse tedesco !! è la loro ideologia della razza superiore !! per non parlare della Shoah e dei deportati al lavoro nelle loro nelle loro fabbriche , avevano pure calcolato la vita media di un operaio che lavorava 16 ore al giorno , era al massimo di 60 giorni!! pertanto cercavano di nutrirlo soltanto per farlo sopravvivere per quel periodo !! quando moriva lo bruciavano e lo sostituivano con altri deportatati prelevati in ovunque in europa !! tutti a produrre PANZER !!

al59ma63

Ven, 26/04/2013 - 11:49

@Alex Biffi diceva un celebre attore in "...CLIFFHANGER..." "..Se uccidi un uomo sei un assassino tutta la vita, se ne uccidi un milione sei un condottiero conquistatore.."

cgf

Ven, 26/04/2013 - 11:54

tanti Komunisti italiani hanno indossato la camicia nera VOLONTATIAMENTE ed erano fascisti convinti, dei peggiori!

Ritratto di Il Forbiciastro

Il Forbiciastro

Ven, 26/04/2013 - 11:57

E questa sarebbe una notizia o uno scoop? Sono allibito. La faziosità di certa cultura e certa informazione non conosce davvero limiti... E' un insulto all'intelligenza degli esseri umani. E non lo dico perché provo una particolare simpatia per il signor Tappert/Derrick, ma semplicemente perché mi ritengo dotato di materia cerebrale comunque funzionante. Anche i muri (compreso quello costruito dalla "democratica" e comunista DDR/URSS nel 1961 a Berlino) sanno che tutti i maschi tedeschi (anche non maggiorenni) furono (volenti o nolenti) chiamati a combattere nelle fila della Wermacht o delle SS. E il rifiuto o la diserzione venivano puniti con la pena di morte... Ma forse dimentichiamo che Stalin (ed i suoi nipotini di oggi che non hanno evidentemente cambiato idea...) avrebbero voluto spazzare via il Nazionalsocialismo sterminando l'intera popolazione tedesca al fine di "ripulirla" dalla contaminazione Hitleriana. E se parlassimo di chi, dal 1917 al 1989, ha sistematicamente annientato ogni tipo di libertà, ideale, religione in nome del comunismo? Cosa dovremmo fare a questi signori? In Italia esiste una Costituzione Antifascista: non sarebbe ora di trasformarla anche in Anticomunista, quantomeno per una questione di parità intellettuale?

Mercutio

Ven, 26/04/2013 - 11:59

Le Waffen SS erano reparti combattenti (il termine significa proprio quello SS-Combattenti) e non devono essere confuse con le Schutzstaffel, la milizia paramilitare del partito.

Ritratto di Tora

Tora

Ven, 26/04/2013 - 12:06

Le WaffenSS furono il primo esercito europeo composto per la maggior parte da tedeschi, ma nelle cui fila combatterono volontari "Freiwillige" italiani, croati, ungheresi, ucraini, lettoni, estoni, bielorussi, francesi, finlandesi, olandesi, belgi, albanesi, russi, rumeni, danesi, serbi, svizzeri, norvegesi, la cui motivazione comune li spinse fino all'estremo sacrificio. Quella battaglia fu persa ed i risultati si possono assaporare oggi. Nei libri di storia politicamente corretti quelle pagine non vengono scritte. Il Nazionalsocialismo, Nazional-Socialismo, ha cercato di ridare dignità a popolazioni vessate economicamente e politicamente, popolazioni ridotte alla fame e alla miseria ed il cui nemico poteva essere combattuto esclusivamente con le armi poiché sordo e cieco ad ogni istanza di giustizia. Horst Tappert come molti altri giovani europei dell'epoca, ha taciuto quanto qualsiasi altro uomo dignitoso avrebbe taciuto memore delle sofferenze patite. La maggior parte dei tedeschi aderì al nazionalsocialismo, così come accadde per gli italiani con il fascismo, e ciò contribuì alla sua forza dirompente, non avvenne il contrario, non vi fu cioè coercizione. Questo è significativo poiché certifica che le motivazioni furono forti e scaturirono da necessità che all'epoca potevano fare la differenza tra il diritto a condurre un'esistenza dignitosa a casa propria e la schiavitù imposta da voraci speculatori che con l'aiuto di politici corrotti avrebbero voluto comprarsi a 1 ciò che valeva 10. Tutto il resto sono bugie costruite ad arte per impedire che qualcun'altro un domani osi ribellarsi. A mio modo di vedere il fatto che una persona per bene come il Signor Tappert abbia fatto parte delle Waffen SS può solo significare che quanto scritto per decenni su questo reparto non corrisponde necessariamente alla verità.

franco@Trier -DE

Ven, 26/04/2013 - 12:11

al59 dici il vero.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 26/04/2013 - 12:24

se la sual qualifica era di granatiere corazzato allora faceva parte della terza divisione panzer totenkopf. (non reggimento come erroneamente scritto nell'articolo) . Questa divisone non aveva nulla a che fare con la totenkopf-standarten che era utilizzata nei campi di sterminio. i granatieri corazzati fungevano da supporto e difesa ai panzer. i granatieri attaccavano i carri nemici armati di bombe teller per farli brillare. ogni cinque carrinemici distrutti, una croce di ferro. Come potete ben immaginare non molti riuscirono ad ottenere la decorazione.

CALISESI MAURO

Ven, 26/04/2013 - 12:25

cgf: ha ragione e molti sono diventati sindaci rossi nel dopoguerra, ma non lo si puo' dire. Per questo ml'Italia e' finita, tutta una bugia tutta una presa in giro. Da un pesco non crescono pere. si paga tutto alla fine e noi siamo bolliti per la nostra furberia congenita.

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Ven, 26/04/2013 - 12:26

#scandalo, non mi reputo un "revisionista", ma non credo che tutti i tedeschi fossero degli assassini spietati, semplicemente non può essere. Carlomagno, per esempio, fu fatto, per un periodo, santo addirittura, pur avendo fatto decapitare 3000 sassoni in 5 giorni solo perchè non volevano convertirsi al Cristianesimo. Come dicevo, la storia la scrivono i vincitori.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 26/04/2013 - 12:30

Mercutio, la prego , mi permetta una piccola correzione. la terza divisione corazzata ss totenkopf ea una divisione ''tedesca''. le divisioni ss precedute da ''waffen'' erano divisione da combattimento ''miste'' sioe' equivalenti alla legione straniera francese. alcuni esempie erano la ss waffen vlassov, ss waffen charlemagne. Vi erano raggurppamenti di mussulmani ed addirittura inglesi (che stufi di stare in campi di contrentramento avevano aderito al partito).

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 26/04/2013 - 12:34

Novita?Anche nei nati del dopoguerra in Germania ci sono nazisti.Come ci sono invalidi di guerra in Italia nati nel 1970.

Ilgenerale

Ven, 26/04/2013 - 12:38

Le Waffen SS furono i migliori combattenti della storia , superati in efficenza e disciplina solo dalle Legioni Romane , quindi direi che più che un demerito e' un merito aver fatto parte di questo esercito.

franco@Trier -DE

Ven, 26/04/2013 - 13:44

marforio c'è un partito di ispirazione nazista in Germania e allora? Da voi in Italia c'è con falce e martello che sta rompendo i coglioni tutti i giorni.Comunque il kamerata Horst oltre che essere un signore gentleman è anche uno che ha amato l'ordine e la disciplina sia in guerra che in pace,peccato che ci siano poche persone come questa.

J.J.R

Ven, 26/04/2013 - 13:49

al59ma63...in realtà c'era chi non era ne uno ne l'altro. Ma la storiaè una brutta bestia da studiare eh?

Barbadifrate

Ven, 26/04/2013 - 13:53

Trovo questo articolo inutile. La signora Luisa De Montis ha aperto un dibattito che brilla per la sua vacuità.

Tobi

Ven, 26/04/2013 - 13:54

in tempo di guerra si veniva arruolati obbligatoriamente. Non tutti i soldati tedeschi erano criminali. Vi consiglio di leggere "the shadow of his wings", la storia vera di un seminarista francescano tedesco arruolato nelle SS che fece di tutto per salvare non solo le vite ma anche le anime della gente, passandone di tutti i colori, rischiando più volte la propria vita e salvandosi miracolosamente.

macchiapam

Ven, 26/04/2013 - 13:59

Francamente, non si vede dove sia lo scandalo, anzi: le Waffen SS erano unità combattenti, d'élite, niente a che vedere cogli assassini dei campi di sterminio.

Ritratto di pascariello

pascariello

Ven, 26/04/2013 - 14:08

Un motivo in più per stimarlo !

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 26/04/2013 - 14:09

Terribile ! Confesso, ho visto molti di quei polizieschi, e, tutto sommato, molti erano non male. Spero che quasta confessione non mi costi l'apologia di nazismo.

roseg

Ven, 26/04/2013 - 14:10

il problema tedesco dell'epoca:non avevano ancora inventato le camice,DOUBLE FACE,noi preparatissimi, il 25 aprile magicamente,OPLà con grande abilità,CAMICIA ROSSA tutti kompagni...ahahahahahahahahahahahahahah

marco braga

Ven, 26/04/2013 - 14:19

Non mi sembra un fatto straordinario e quindi nemmeno un gran segreto che un giovane di 20 anni, in piena guerra, abbia combattuto per il suo paese. Giova ricorda che, in quell'epoca, in Germania era quasi tutti nazisti, come in Italia erano quasi tutti fascisti. Le Waffen SS, inoltre, erano dei reparti COMBATTENTI, non polizia politica e cose simili. Inoltre, nell'articolo, si parla di Wehrmacht come di esercito nazista. In realtà Wehrmacht è, semplicemente , l'esercito tedesco, TUTTORA.

Ivano66

Ven, 26/04/2013 - 14:34

A tutti quelli che dicono che era "normale" essere" nazisti in quel periodo: c'è gente che non lo è mai stata in Germania, nemmeno sotto Hitler. Mai sentito parlare dell Rosa Bianca, dell'Orchestra Rossa, di Heinrich Mann, di Freies Deutschland, del vescovo van Galen di Muenster, di Robert Uhrig, di Anton Saefkow, di Georg Elser e di altre migliaia di persone che si oppossero la nazionalsocialismo con modalità diverse? Questione di onestà intellettuale, anche se comprendo quanto possa essere difficile anche solo immaginarlo per chi da anni è abituato a leccare lo scroto inerte del suo capo-cavaliere. P.S. franco@Trier -DE: l'ignoranza della storia del suo paese è imbarazzante, torni a studiare...

Tobi

Ven, 26/04/2013 - 14:34

a roseg delle ore 14:10. Concordo, ma vorrei fare una piccola correzione al suo commento. Le camicie non erano double-face. Semplicemente erano prima nere, ma poi sono diventate rosse per i grumi del sangue (degli altri, povere vittime del cieco odio comunista) accumulatisi sopra. E queste camicie sono ancora rosse perché da allora i compagni non si sono mai più lavati delle loro mortali azioni.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 26/04/2013 - 14:36

pelvis il mio commento a boxter era solo per sottolineare che dare del "grande" ad un nazista è da piccoli uomini, circa questo articolo la penso come barbadifrate (e ora sono scalzo per sentirmi a mio agio). la storia dei partigiani in italia è confusa in modo inversamente proporzionale alle nostre capacita' belliche (post impero romano). non credo che tu abbia fatto la guerra, io nemmeno, e non voglio pensare a cosa si possa fare per difendere la pelle. per quello che ne so io oggi, è partigiano chi è antifascista. punto. (mi hanno bannato ricciolino... uffa!)

Ivano66

Ven, 26/04/2013 - 14:37

A tutti quelli che dicono che era "normale" essere" nazisti in quel periodo: c'è gente che non lo è mai stata in Germania, nemmeno sotto Hitler. Mai sentito parlare dell Rosa Bianca, dell'Orchestra Rossa, di Heinrich Mann, di Freies Deutschland, del vescovo van Galen di Muenster, di Robert Uhrig, di Anton Saefkow, di Georg Elser e di altre migliaia di persone che si oppossero la nazionalsocialismo con modalità diverse? Questione di onestà intellettuale, anche se comprendo quanto possa essere difficile anche solo immaginarlo per chi da anni è abituato a leccare lo scroto inerte del suo capo-cavaliere. P.S. franco@Trier -DE: l'ignoranza della storia del suo paese è imbarazzante, torni a studiare...

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 26/04/2013 - 14:44

Rif. Memphis35 11:35 + roseg 14:10 – "Camicie double-face". Concordo. D'altronde Sir Winston Churchill disse : "Bizzarro popolo gli italiani. Un giorno 45 milioni di fascisti. Il giorno successivo 45 milioni tra antifascisti e partigiani. Eppure questi 90 milioni di italiani non risultano dai censimenti". – P.S. mi manca un commento di Luigipiso in materia ma, in mancanza, mi accontenterei anche di Alenovelli (che spiegherebbe come sia stata tutta colpa di Berlusconi).

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 26/04/2013 - 14:48

Tobiiii a cuccia!

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 26/04/2013 - 14:51

Alex Biffi....infatti io ho scritto la maggioranza che ritengo sia il 98% !! il ns. problema cittadini del nord , oltre che i meridionali definiti italiani come napolitano , sono i mangiakrauti !! l'abbattimento del muro di berlino è stata una grande stronzata !! i nazisti sono stati , sono e saranno i più grandi nemici di un europa unita !! loro vogliono dominare non convivere !!

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 26/04/2013 - 15:09

I KRUKKI fanno FALSO in BILANCIO !! Infatti se calcolassimo nel loro debito anche la parte di spesa pubblica derivante da pensioni e servizi sociali che non vengono inglobate nel dato ufficiale il debito pubblico tedesco schizzerebbe alla iperbolica percentuale del 177% del Pil. Parliamo di un mega stock di debito pari a 4000 miliardi di Euro !! ...... HANNO SUL GROPPONE 10 MILIONI DI PENSIONATI DELLA EX DDR CHE NON HANNO MAI VERSATO IL BECCO DI UN QUATTRINO !!

charliehawk

Ven, 26/04/2013 - 15:14

Il bombardamento di Dresda venne eseguito, in ugual misura dagli americani e dagli inglesi, che si divisero, la fase diurna da quella notturna.Che poi sia stata un'operazione discutibile sotto molti (se non tutti ) i punti di vista, è un altro discorso, ma non dimentichiamo mai che "Guernica" e Coventry"le hanno ideate i tedeschi.

wizardofoz

Ven, 26/04/2013 - 15:18

A Alex Biffi: Io mi chiedo come si possa sempre spararle grosse e, soprattutto, come si possa pubblicamente manifestare totale ignoranza dell'argomento trattato: Dresda fu bombardata dagli Inglesi (con un minimo contributo americano). L'idea fu del Maresciallo dell'Aria (Air Marshal) Harris che, su ispirazione di Churchill medesimo, voleva così fiaccare la popolazione tedesca che ancora sosteneva Hitler. Le vittime furono tra le 22'000 e 25'000, secondo gli storici. Che poi Horst Tappert fosse nelle SS, mi sembra una notizia priva di ogni fondamento. E' il solito sensazionalismo che vorrebbe dire chissà che cosa. Tappert non ha mai fatto parte dei criminali di guerra ricercati.

Cosean

Ven, 26/04/2013 - 15:28

Tutto il popolo tedesco ha partecipato alla guerra! Che c'è di strano?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 26/04/2013 - 15:37

Chi, accusa che tutti i Tedeschi sono dei Nazisti, lui disconosce la veritá é la realtá, io che sono in Germania da 44 anni lo posso testimoniare essendo sposato con una tedesca, che Horst Tappert sia stato nelle Waffen SS questo era nell,epoca Nazista una cosa normale, io vorrei vedere se nella Russia di Stalin era possibile essere contro questo regime che ha massacrato piu gente che 2 Guerre Mondiali!, Se, noi facciamo tutta l,erba un fascio allora dobbiamo anche dire che la maggioranza degli Italiani erano fascisti, anche gli uomini della mia famiglia hanno fatto la Guerra al fianco dei Tedeschi é io non penso che tutti erano dei stinchi di santo, noi invece di criticare i Tedeschi dovremmo pensare che Hitler é la Wermacht hanno copiato l,Impero Romano, infatti il braccio teso é la mano alzata é un saluto Romano é non Tedesco, se poi vediamo come marciava la Wermacht nelle parate militari ci dobbiamo ricordare delle legioni romane che erano il loro esempio, chi é in una vetrina non deve lanciare sassi!.

Tobi

Ven, 26/04/2013 - 15:49

ferdnando55 delle ore 14:48, dal suo stupido commento si può dire che lei non capisce i commenti degli altri. Rilegga e mostri meno ignoranza (anche riguardo al mio nick).

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 26/04/2013 - 15:50

pasqua' sono sicuro che tu lo puoi testimoniare, tu eri il cannone nel quale derrik infilava le granate!

Noidi

Ven, 26/04/2013 - 16:01

@pasquale.esposito: A volerla dire proprio tutta per Hitler l'esempio da seguire, per come riusciva a muovere le folle, era Mussolini. Su una cosa siamo d'accordo Pasquale, nel bene o nel male l'Italia ha plasmato la cultura occidentale degli ultimi 2.500 anni.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 26/04/2013 - 16:06

@Tobi. ora ricordo... gia' ero caduto in questo errore ma se ti sei messo il nick uguale al nome del mio barboncino (rip) è tua la colpa! non ti chiedo scusa ovvio. circa il tuo commento hai ragione, non si capisce niente. ciao perdente!

Mercutio

Ven, 26/04/2013 - 16:14

@marco piccardi, per carità, non c'è nulla di mare a puntualizzare. Le Waffen SS hanno avuto la loro evoluzione nel tempo, come tutte le creazioni umane. Non conosco la storia del reparto in cui ha servito Derrick, ma all'inizio della guerra vi venivano arruolati solo cittadini tedeschi. Solo in un secondo tempo vennero creati reparti misti e quelli basati sull'appartenenza etnica, concepiti in vari modi.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 26/04/2013 - 16:28

#noidi. Se, lei si vede i Congressi del NSDP Nazisti di Norimberga cambierá subito idea di chi ispirava le masse, Adolf Hitler raccoglieva a Norimberga 500,000 Tedeschi che dimostravano per il regime Nazista!, l,Italia non ha plasmato la cultura occidentale per 2500 anni ma per ben 5000 anni! non ci dobbiamo dimenticare che prima dell,Impero Romano, in Italia c,erano gli Etruschi; i Sabini é i Sanniti, é che i Popoli IndoGermanici venivano in Italia 1500 o 2000 anni prima che Roma fosse fondata, una Cittá italiana viene detta Mamma di Troia é nonna di Roma,é questo perche i Troiani erano i diretti discendenti di questa Cittá!.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 26/04/2013 - 16:32

Soltanto in Italia siamo costretti a vedere sulla televisione pubblica RAi i demenziali telefilm tedeschi. Sia il riciclato e stucchevole Derrick che quell'indecente stronzata di Cobra 11. Per quest'ultimo i cittadini tedeschi dovrebbero fare causa all'autore del telefilm. Ridicolizzare con quel nano protagonista la Polizia tedesca meriterebbe l'ergastolo.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 26/04/2013 - 16:40

Questo più che essere un segreto di Pulcinella è un tipico esempio di pessimo giornalismo con manipolazione mentale delle masse e accanimento unidirezionale, tardivo, e vendicativo. Membro delle Ss nella vita passata, buco oscuro del suo passato, segreto impossibile da confessare : provate a dire le stesse cose dei grandi assassini comunisti ! Finite dentro un carcere a vita. I cronisti se la fanno sotto.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 26/04/2013 - 16:46

@pasqua' raccontaci anche di quando hai visto i dinosauri estinguersi. maro' che botto quella volta eh pasqua'?!

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 26/04/2013 - 16:51

xfrancotier-Ma che te la prendi ,non hai afferrato l ironia del mio commento.´Sempre a giustificare ogni cassata tedesca.Posso aggiungere Che anche in Italia non erano tutti fascisti come tanti padri e nonni di certi rossi ereditari di partigiani all´ ultimo minuto.Con il rastrellamento dei cosidetti martiri delle fosse ardeatine, sono venuti a Primavalle a fare razzia per raggiungere la somma di persone da fucilare alle ARDEATINE. Ebbene mio padre Socialista , dalla sua nascita non dall 8 settembre ,se ne scappo´a piedi passando per l umbria tramite il passo del furlo fino alle marche.Vorrei fare una statistica a tutti i rossi becconi che qui pontificano da quale parte leccavano i loro nonni e padri.

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 26/04/2013 - 16:53

Anche il cane lupo del commissario Rex si era arruolato nella Waffen SS , tanto tutte bestie erano !!

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 26/04/2013 - 16:57

xpasqualeesposito.A pasqua enea con ascanio vivevano ad albalonga , bene o male alli castelli.In quanto alla civilta etrusca risale circa al 4 secolo avanti cristo un poco di piu piu della fondazione di roma , di cui il giornale come tanti altri poteva perlomeno ricordarne i natali il 21 aprile , ma si sa e una festa che da fastidio al 25 medesimo mese.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 26/04/2013 - 16:59

@Svevus. o tu sei un deficente o derrick è un grande assassino... a pasqua' l'ardua sentenza...

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 26/04/2013 - 17:06

#ferdnando55. Ci, puoi raccontare come si puo diventare cosi cretini come te?, che hai fatto un corso accelerato di cretinaggine? oppure la tua mamma ti ha fatto cosi?;MA FORSE TU SEI IL FRATELLO MAGGIORE DI LUIGI PISO?suvvia raccontaci come si puo essere cosi stupido da essere come te?io sono curioso di saperlo, tu sei il modello perfetto dell,ignoranza sinistronza che ha portato il nostro paese alla rovina é il piú bello é che ti credi anche talmente intelligente da poter criticare gli altri!. ps, ciao cretino patentato, dialogare con te é come parlare con un asino!.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 26/04/2013 - 17:08

Non vedo che ci sia di strano. In tempo di guerra ha difeso la sua patria. Non mi pare che gli siano stati imputati dei crimini. Occupiamoci dei macellai comunisti che da noi hanno continuato ad ammazzar gente inerme pure dopo la fine della guerra e che noi "veneriamo" come padri della patria.

HAKWERSIDDELEY

Ven, 26/04/2013 - 17:20

l'arruolamento nelle SS era in linea di massima volontario , anche perchè i cosiddetti arruolamenti " coatti " ( del tipo : o ti arruoli o vai in carcere ) di certo non prevedevano la destinazione a reparti d'elite , come di certo era la 3a divisione Panzer SS ( " Totenkopf " ) che faceva parte delle SS combattenti ( cioè " Waffen SS " ) da non confondere con le " Totenkopfverbande " che servivano nei campi di concentramento o con le SS in servizio presso lo SD/RHSA. la 3a Panzer-SS è stata comunque una delle unità più decorate della 2a WW ( seconda solo in Germania alla LSHA , cioè alla Leibstandarte ). comunque i suoi membri erano soldati e non aguzzini ( anche se di porcate ne hanno fatte da tutte le parti )

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 26/04/2013 - 17:28

E chissenefrega, in italia e' pieno di partigiani assassini con la pensione, anche in parlamento.

Ivano66

Ven, 26/04/2013 - 17:43

Reinhard: la storia non è il suo forte. Si dedichi ad attività ludiche tipo il risiko o la zecchinetta, avrà meno occasioni di dire sciocchezze.

HAKWERSIDDELEY

Ven, 26/04/2013 - 17:43

comunque un modo per verificare ( da vivo ) se aveva fatto parte delle SS c'era : bastava guardare sotto l'ascella sinistra se c'era il marchio del gruppo sanguigno ( " il regalino dello zio HEINRICH " come lo chiamavano ) ; truppa e sottoufficiali lo avevano praticamente tutti .. mentre molti ufficiali non lo avevano ( tipo Mengele o Eichmann , se ricordo bene ).

Ritratto di Estes

Estes

Ven, 26/04/2013 - 18:07

"scandalo" Commenti tipici di un leghista o berlusconiano cerebroleso.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 26/04/2013 - 18:11

Ora siamo più contenti. Saluti

nathan jessup

Ven, 26/04/2013 - 18:53

Inutili articoli di inutili giornalisti, a cominciare dal tedesco. In Italia tutti quelli che hanno avuto 20 anni dal 1922 al 1943, esclusi POCHISSIMI PARTIGIANI, hanno militato nell'esercito Fascista. E quindi segue elenco dei voltagabbana: ANDREOTTI, ANTONIONI, BIAGI, BOBBIO, BOCCA, DE SICA, FANFANI, FO, GUTTUSO, per arrivare a NAPOLITANO, ECC. Mentre invece non hanno mai rinnegato il passato: ALBERTAZZI, AMERI, BERTO, CARNERA, WALTER CHIARI, BENITO LORENZI, MAGNI, MASCAGNI, PAPINI, addirittura PERLASCA, ecc. Trovate tutti i nomi nel libro di Amos Telecchi. Il resto sono fanfaluche di tutti quelli che sanno solo salire sul carro dei vincitori.

meloni.bruno@ya...

Ven, 26/04/2013 - 19:28

Oggi ho capito perchè non ho mai amato la serie televisiva l'ispettore Derrik,il mio fiuto di circa trenta anni fà sù questo personaggio è stato giusto!

canova.emilio

Ven, 26/04/2013 - 19:34

In Italia viceversa durante la guerra erano tutti partigiani. Quelli che si vedono nelle foto e nei filmati di repertorio radunati nelle piazze passavano di li casualmente e nulla avevano a che fare con il consenso al fascismo.Gli applausi non erano destinati al duce ma bensì un modo di sollecitare chi si attardava ad accellerare il passo. Mica balle, gli Italiani sono sempre stati un popolo affidabile......

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 26/04/2013 - 19:46

E allora? Degradiamolo a poliziotto semplice.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 26/04/2013 - 20:02

E cosa c'è di male aver fatto parte delle SS? Anche Grass era nelle SS come Schmied e Kohl.Le Waffen SS era le migliori forze combattenti ed erano composte non solo da Tedeschi, ma da tante popolazioni. Tra le Waffen SS c'erano anche gli Italiani che si distinsero a Nettuno combattendo eroicamente contro gli invasori Anglo-americani.

km_fbi

Ven, 26/04/2013 - 20:04

Se capisco bene, Horst Tappert, da giovane aspirante attore, aveva gravitato in una compagnia teatrale, di cui avevano fatto parte attori vicini al regime nazista, come tutti gli attori che lavoravano allora in Germania, paese governato appunto dal regime nazista. Era ventenne, nel marzo 1943,quando - come tutti gli uomini validi - fu chiamato a difendere il paese ed entrò a far parte di una divisione di riserva della contraerea ad Arolsen e poi, come semplice granatiere, nel primo reggimento granatieri "Totenkopf", allora impegnato in Russia. Non vedo quella "macchia oscura nel suo passato": è stato chiamato a difendere la patria, lo ha fatto...avrebbe potuto morire come migliaia e migliaia di altri come lui, ma è tornato vivo. E allora?

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 26/04/2013 - 20:06

Tappert ha fatto il suo dovere di soldato e di Tedesco. Appartenere alle Waffen SS era riservato ai migliori e ai più coraggiosi. Di fronte alla Waffen SS i nemici se la facevano addosso..... i partigiani poi!!

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 26/04/2013 - 20:13

@Mercutio: Non ha importanza. Appartenere alle SS o alle Waffen SS era sempre motivo d'orgoglio dato che solo i migliori tra i tedeschi e non solo tra i tedeschi (visto che nelle Waffen SS c'erano tutte le nazionalità) potevano avere l'onore di farne parte. C'erano anche le SS Italiane che eroicamente combatterono ad Anzio e a Nettuno. Di fronte alle Waffen SS i nemici si cacavano sotto...i partigiani poi non se ne parli nemmeno.

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 26/04/2013 - 20:27

meloni.bruno@ya...26/04/2013 19:28 scrive: "Oggi ho capito perchè non ho mai amato la serie televisiva l'ispettore Derrik,il mio fiuto di circa trenta anni fà sù questo personaggio è stato giusto!" - - - Certo che se il suo fiuto è stato giusto come i suoi accenti . . . (perchè - fà – sù) . . . o come non riesce neanche a copiare giusto il nome Derrick, siamo proprio a posto.

calogeno

Ven, 26/04/2013 - 20:29

E' facile dire le cose quando la persona e' morta. Secondo voi chi ci sta dietro? sempre "loro".

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 26/04/2013 - 20:47

meloni paga l'imu! che se ti levano la casa e ti sbattono per strada, il fiuto ti sparisce quando ti viene la bronchite! lader!

Ritratto di scandalo

scandalo

Ven, 26/04/2013 - 20:54

Prendiamo il nazi Schauble , il poveretto è paraplegico e alla sua età sono frequenti i disturbi alla prostata che nel suo caso sono più gravi stando sempre seduto!! Inoltre non è semplice , nella sua condizione , correre nel bagno !! quindi quando è allagato e puzzolente spara stronzate !! Che il nostro destino debba essere in mano ad un nazista e piscia sotto è proprio triste !!

gamma

Ven, 26/04/2013 - 21:00

Chi si arruolava nelle SS lo faceva perchè condivideva appieno l'ideologia nazista che a differenza di quella fascista aveva fra i suoi capisaldi quello della superiorità della razza germanica e della ovvia inferiorità di tutte le altre, come anche l'antisemitismo e l'odio per omosessuali e zingari. Forse l'ispettore Derrick era allora solo un ragazzo stupido che non capì ciò che faceva arruolandosi e accomunandosi con quella marmaglia assassina ed essi sì di razza inferiore ma io fra i tedeschi di quel periodo preferisco quei pochi studenti universitari che lottarono contro il nazismo e per questa lotta perirono e quei pochi che non vollero aver nulla a che fare con quello schifo che fu la germania nazista e se ne andarono. Non si può in alcun modo giustificare l'ideologia nazista. Essa rappresentò, rappresenta e rappresenterà per sempre la vergogna assoluta nella storia dell'umanità.

franco@Trier -DE

Ven, 26/04/2013 - 21:14

esposito le SS marciavano in una forma ordinata e spettacolare viceversa le legioni romane marciavano con un passo piuttosto rilassato specialmente dopo 40km di marcia non credo che marciassero come le spettacolari SS tedesche,io i legionari romani li ho visti a marciare qui io ad Augusta Treverorum la seconda Roma. ARCIASSERO COME LE ss TEDESCHE IO I LEGIONARI ROMANI LI HO VISTI A MARCIARE QUI SONO A aUGUSTA tREVERORUM.

Stepas2

Ven, 26/04/2013 - 21:27

Coscrizione obbligatoria. E in tempo di guerra. Cosa c'e' di strano? Mica si e' scoperto che ha trucidato degli ebrei.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 26/04/2013 - 22:20

Le SS erano le truppe scelte dell'esercito tedesco. Il resto è propaganda ebraica e dei vincitori.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 26/04/2013 - 22:26

Le Waffen SS sono state il primo vero, e temo unico, esercito europeo. Nelle Waffen SS si arruolarono anche russi, ucraini, croati, spagnoli, francesi, danesi, belgi, norvegesi ecc.... Il loro scopo era impedire che l'Europa venisse asservita all' orrore dell' URSS e degli USA. E in effetti, l' Europa del dopoguerra è stata spartita e violentata da quelle potenze. E lo è ancora oggi (per gli USA). La Russia viceversa è oggi il migliore alleato per una Europa libera.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 26/04/2013 - 22:35

.... certo, mentre inglesi (dopo aver rifiutato decine di proposte di pace tedesche) e americani , radevano al suolo le città tedesche con particolare dedizione a sterminare civili inermi e massacrare monumenti (Dresda, Amburgo, Wuerzburg, Pforzheim, Darmstadt, Norimberga, Colonia,...) Tappert avrebbe dovuto tradire il suo popolo per saltare sul carro del vincitore e bersi la propaganda dei vincitori, senza neanche conoscerla perché allora non si erano ancora messi d'accordo su come fabbricarla...

TONI-GARATTI

Ven, 26/04/2013 - 23:08

Bravo Tappert ha fatto il suo dovere di buon camerata!!

HAKWERSIDDELEY

Sab, 27/04/2013 - 00:22

comunque bisogna sempre distinguere anche il livello di responsabilità .. cioè il grado : ad esempio uno degli ultimi comandanti della 3a Panzer-SS si è fatto 9 anni di galera dopo la guerra quale superiore in grado di Joachim PEIPER per il massacro di Malmedy ...

graffias

Sab, 27/04/2013 - 01:31

Molti studiosi di arte militare concordano nel definire le famose Waffen SS tra le truppe più efficienti e meglio addestrate al mondo.L'addestramento che ricevevano era in tutto e per tutto simile a quello cui sono sottoposti i legionari francesi.Del resto ,come molti hanno scritto, la provenienza di questi soldati era multinazionale, proprio come nella Legione Straniera.

Raoul Pontalti

Sab, 27/04/2013 - 06:19

La notizia appare bufalina e probabilmente anche come esito di un incrociamento con il creatore dell'ispettore Derrick, Herbert Reinecker, che effettivamente fece parte durante la guerra di una SS-Propagandakompanie con il grado di Unterscharfuehrer e la cosa era nota da tempo. Tappert effettivamente, a differenza di Reinecker, non si dilungò mai in racconti del suo vissuto bellico, ma ciò non ha rilevanza alcuna: i documenti tedeschi corrispondenti ai nostri fogli matricolari dicono dove un militare germanico prestò servizio nel secondo conflitto mondiale e in più le SS portavano un tatuaggio sul braccio sinistro che le rendeva immediatamente riconoscibili e pertanto è difficile per un ex milite nascondere la propria appartenenza alle Waffen-SS. Strano appare il riferimento al solo anno 1943 con il duplice servizio di Tappert in una SS-Flak-Ersatzabteilung e poi come milite dell' SS-Panzergrenadier-Regiment 1 Totenkopf dell'omonima divisione di granatieri corazzati mentre nulla si dice del servizio svolto nel 1944 e nel 1945. Tappert disse, in una delle rare volte in cui cennò ai suoi trascorsi di guerra, di aver prestato servizio come "Kompaniesanitäter" e ciò non è incompatibile con la sua militanza nelle Waffen-SS. In ogni caso l'appartenenza ad unità combattenti come la Totenkopf, una delle più prestigiose delle Waffen-SS, non riveste significato moralmente negativo per Tappert, tutt'altro.

1967

Sab, 27/04/2013 - 08:57

E ALLORA ???

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 27/04/2013 - 11:20

Alfons Rebane, eroe estone, era nelle Waffen SS e ricevette le più alte onoreficenze, normalmente riservate ai tedeschi. Rebane lottò fino all'ultimo contro la barbarie sovietica.

franco@Trier -DE

Sab, 27/04/2013 - 11:23

marforio ma le fosse ardeatine sono la causa ciò che hanno commesso i partigiani hanno fatto un attentato terroristico?Così come la penso io la maggior parte dei massacri paesi distrutti fu una reazione tedesca al comportamento dei partigiani, loro conoscevano le leggi di guerra dico i partigiani come a santa Anna di Stazzema che conosciamo quel massacro,magari i partigiani sulle colline invece di intervenire osservavano il massacro dei civili gente fucilata impiccata impalata cose orribili c'erano insieme italiani incappucciati e non solo tedeschi erano.Meglio cambiare discorso.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 27/04/2013 - 11:50

Le SS sono stati i migliori soldati di tutti gli eserciti. Piccoli contingenti di SS tenevano in scacco intere divisioni Alleate. I partigiani al solo nome SS se la facevano sotto e se la davano a gambe levate. Se la fanno sotto ancora oggi appena sentono il nome SS.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 27/04/2013 - 11:54

@scandalo: Assassini erano solo i partigiani, specialmente i partigiani comunisti. Loro sapevano colpire solo alle spalle, a tradimento. Erano dei veri vigliacchi e al solo nome di SS si cacavano sotto da matti. Ancora oggi tremano e si cacano sotto appena viene fatto il nome SS.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 27/04/2013 - 12:00

@scandalo: tua mamma invece veniva impiegata per annusare i bagagli alla stazione. Aveva un latrato fastidioso però.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 27/04/2013 - 12:07

@gamma: tu dici frescacce. Nelle esse si arruolavano appartenenti a tutte le nazionalità anche musulmani, Tartari, Indiani. E' ovvio che tutti la pensavano allo stesso modo. Anche truppe scelte Italiane facevano parte delle Waffen SS e si coprirono di gloria ad Anzio e Nettuno e nella lotta contro i criminali partigiani comunisti che invece si ricoprivano di merda.

franco@Trier -DE

Sab, 27/04/2013 - 12:54

Pasquale aggiungi anche Morettini quel cretino.Stenos li avete votati voi sono persino i rossi dico alla presidenza da Pertini su su.

Mercutio

Sab, 27/04/2013 - 14:49

franco@Trier -DE ma tu quanti anni hai? Ti ricordi come marciavano le legioni? allora la memoria ancora è buona, dopo tutti questi secoli.

franco@Trier -DE

Dom, 28/04/2013 - 13:01

Faccio notare che nelle truppe italiane c'erano pure le SS italiane per chi non lo sapesse uomini addestrati da professionisti tedeschi.

franco@Trier -DE

Lun, 29/04/2013 - 09:46

Marco.Braga ora si chiama Bundeswher che poi è più o meno la stessa cosa,poi non confondiamo Hitler con Mussolini,gli inglesi con Mussolini ridevano mentre con Hitler piangevano questa è la differenza.

franco@Trier -DE

Lun, 29/04/2013 - 12:41

jasper ma poi basta vedere come le SS tedesche hanno sfondato la linea Maginot francese.Mercutio guardati un po youtube ci sono documentari ispirati alle notizie storiche, poi per quello che ne sai tu potrei essere la reincarnazione di un legionario romano vissuto nel 18 d.c. qui a Augusta Treveroum,vabbè che di queste cose tu non capisci una mi.nchi.a e poi non sai che è nato qui Sat'Ambrogio il protettore di Milano?Poi non sai quanto sangue hanno ca.gato le legioni romane per prendere Treviri.

Giuliana Bernardi

Ven, 17/05/2013 - 13:00

E si scopre ora?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 12/07/2015 - 14:27

Anche mio padre è andato "volontario" al fronte a "liberare" la Grecia e la Francia ... sennò l'avrebbero ammazzato i suoi stessi concittadini di italica stirpe. Quello che successe in Europa, con ripercussioni in tutto il Mondo, nel XX° secolo è stato un immenso braciere in cui si bruciarono le radici di un albero che prosperava dal Rinascimento. Dopo di questo i "piromani" prezzolati non hanno mai smesso di incendiare ora qua ora la nei diversi teatri del globo terracqueo in cui interessava "razziare" pur di far cassa per la "compagnia cantante".