L'Italia è nel mirino della Jihad Dieci foreign fighters rimpatriati

Dei 53 foreign fighters espatriati ne sarebbero tornati 10. Sale il livello d'allerta. S'indaga su contatti con cellule straniere e viaggi sospetti in Medioriente

Il pericolo dei foreign fighters si fa sempre più concreto. Perché ora i jihadisti italiani salpati per il Medio Oriente per combattere la guerra santa iniziano a tornare in patria. E lo scopo, inutile nasconderlo, è molto spesso quello di organizzare attentati nel nostro Paese.

A dirlo è il Copasir, il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica. Come riporta anche l'edizione cartacea de La Stampa di oggi, sarebbero almeno dieci i fondamentalisti rientrati in Italia con lo scopo di pianificare azioni terroristiche. Dieci combattenti sui cinquantatré jihadisti partiti dal nostro Paese di cui aveva parlato anche il ministro Angelino Alfano nell'audizione alla Camera sul rischio terrorismo all'indomani delle stragi di Parigi.

Inoltre, spiega sempre il quotidiano torinese, ci sono i venti indagati dalla procura di Roma per sospetta azione sovversiva finalizzata al terrorismo. Secondo gli inquirenti sarebbero pronti ad acquistare kalashnikov e bombe, principalmente da combattenti siriani e ceceni. Per la fornitura di passaporti falsi, invece, le ricerche si concentrano sopratutto sui contatti con musulmani bosniaci.

La procura capitolina indaga infatti su eventuali viaggi sospetti verso Siria, Pakistan, Iraq e Afghanistan, dove gli indagati potrebbero essersi recati per ricevere addestramento militare. Tuttavia per nessuno dei venti è ancora scattata la misura di custodia cautelare in carcere. Per questo, si specifica, serviranno ancora mesi di indagini.

Particolare attenzione viene poi prestata al proselitismo fondamentalista portato avanti tramite il web, con il supporto di "audio, video, documenti propagandistici e sermoni incitanti al terrorismo in azioni suicide". Proprio oggi il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro ha richiesto cinquecento uomini in più per la protezione della capitale: "È stata fatta un'attività preventiva di vigilanza e siamo fiduciosi perchè non ci sono segnali specifici, ma è un momento straordinario".

Pochi giorni fa il Giornale aveva raccontato la storia di Maria Giulia Sergio, conosciuta con il nome islamico di Fatima Az Zahra. Scomparsa dallo scorso anno, si sospetta che possa essere in Siria dove si sarebbe unita ai combattenti. Un'altra storia che si perde nelle nebbie della guerra civile siriana, ma che rischia di finire in ambienti pericolosamente contigui al terrorismo.

Oggi fonti dell'antiterrorismo hanno svelato come l'Italia sia spesso vista come un "hub" del terrorismo internazionale. Una base da cui partire per organizzare e compiere attentati terroristici in altri Paesi occidentali. Questo, purtroppo, non esclude il rischio di stragi anche nel nostro Paese. Rischio che oggi si fa più concreto.

Commenti
Ritratto di Loudness

Loudness

Gio, 15/01/2015 - 18:08

Ma fino all'altro giorno non c'era nessun pericolo e chi solo osava fiatare sostendno il contrario era uno sporco razzista e xenofobo. E ora cos'è cambiato?

Ritratto di LITTORIANO

LITTORIANO

Gio, 15/01/2015 - 18:11

RITIRARE LA CITTADINANZA ITALIANA A TUTTI QUESTI RINNEGATI, NO? Se proprio ci tengono a fare i martiri, teniamoli alla larga il più possibile dalla nostra patria, vadano a farsi saltare in aria in Medio Oriente!!!

glasnost

Gio, 15/01/2015 - 18:11

Certo! in Italia ci si può organizzare per fare attentati ovunque. tanto qui non li scopre nessuno. Tutti i magistrati sono impegnati ad inseguire quello che fa Berlusconi, cosa gliene può fregare dei terroristi?

angelomaria

Gio, 15/01/2015 - 18:11

NON DITEMI CHE NON VELO ASPETTAVATE!! RINGRAZITE LA SINISTRA SE CI SARANNO ATTENTATI IMORTI SARANNO SULLA LORO COSCENZA ANXHE SE ABITUATI E COSCENZA???

Anonimo (non verificato)

ESILIATO

Gio, 15/01/2015 - 18:17

Fermiamo gli sbarchi sulle coste italiane....dopo aver localizzato i barconi e rifocillato gli occupanti scortiamoli alle coste di partenza, agiamo in modo umano ma fermo

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 15/01/2015 - 18:20

come sempre, la colpa è della sinistra che non ascolta berlusconi!! come sempre!!!!

Beaufou

Gio, 15/01/2015 - 18:24

Bene, è ora di impacchettarli e metterli in condizioni di non nuocere. Ma forse i nostri giudici ci tengono più a tenere impacchettato quel povero guappo di Fabrizio Corona.

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 15/01/2015 - 18:32

Bene, ritornano e sicuramente il Governo saprà chi sono. Arrestateli al rientro e in galera per aver attentato all'Italia.

little hawks

Gio, 15/01/2015 - 18:34

Prendiamo precauzioni serie: no allo jus soli e ritiro della cittadinanza italiana a chi va a combattere la jhad. Chi compie queste cose si mette in diretto contrasto con la nostra Costituzione.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 15/01/2015 - 18:54

Avanti si diano una mossa ad agire e fare qualche attentato! Cosi almeno gli passa la voglia di fare i buonisti a quegli idioti che ci governano e a tutti coloro che votano e continuano a votare a sinistra!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 15/01/2015 - 19:02

Roma stia all'erta che questi maledetti sicuramente colpiranno lì. Sarebbe ora i nostri servizi segreti facessero (in silenzio) un po' di pulizia nei centri islamici...

paco51

Gio, 15/01/2015 - 19:39

non ci resta che attendere e sperare. in cosa lo pensiamo tutti. pace, bontà carità. ma vaffa....

Ritratto di Jaspar44

Anonimo (non verificato)

FRANCO1

Gio, 15/01/2015 - 20:14

maledetti comunisti, da 70 anni hanno scempiato questo paese per i loro porci interessi...

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 15/01/2015 - 21:04

Adesso che gli itaglioni hanno pagato il servizietto alle due galline...sai con dodici milioni di dollaroni quanti ak 47 si comprano ali babà e i 40 milioni di ladroni?

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 15/01/2015 - 21:44

...Oggi, constatato che la politica delle sinistre, favorevole ad una immigrazione selvaggia, si è rivelata un fallimento sotto l'aspetto umanitario ed un suicidio per quanto riguarda la sicurezza pubblica, vogliamo rilegare quei signori in un angolo accusandoli apertamente di avere dolosamente messo in crisi la sicurezza e quindi il quieto vivere in questo Paese?

Palermitano

Gio, 15/01/2015 - 22:01

MA PERCHE' DOVETE TERRORIZZARE LA GENTE? NON C'E' NESSUN PERICOLO ATTENTATI IN ITALIA! ASCOLTATE BENE QUANTO DETTO DALLE AUTORITA' E TRANQUILLIZZATE LA GENTE, INVECE DI TERRORIZZARLA! I GIORNALI DOVREBBERO AVERE IL COMPITO DI NON CREARE INUTILI ALLARMISMI!

Dinobozen

Gio, 15/01/2015 - 22:06

bisogna annientarli

acam

Gio, 15/01/2015 - 22:54

CHI É ANDATO A FARE UN VIAGGETTO IN SIRIA NON DOVREBBE PIU ENTRARE LIBERO IN ITALIA

Ritratto di mambo

mambo

Gio, 15/01/2015 - 23:44

oltre all'ospitalità, pagamento dei "riscatti" che li finanzia e la sudditanza di gran parte della nostra sinistra, che cosa vogliono ancora questi terroristi da noi?

Ritratto di mambo

mambo

Gio, 15/01/2015 - 23:46

c'è sempre qualche imb...... che tira fuori Berlusconi. Cosa centra? Avete proprio un baco nel cervello.

Ritratto di mambo

mambo

Gio, 15/01/2015 - 23:53

Grazie Napolitano per aver dato all'Italia questi tre ultimi governi che ci hanno completamente distrutto e riempito l'Italia con delinquenti, terroristi e gente da mantenere. Sei entrato nella storia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 16/01/2015 - 00:42

Cosa avrà da dire l'utile idiota dopo che si è dato da fare per traghettare da noi ed in Europa chissà quanti assassini islamici a nostre spese? CHIEDIAMO LE DIMISSIONI DELL'INCOSCIENTE UTILE IDIOTA.

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 16/01/2015 - 07:21

Franco1,QUANTO HAI RAGIONE,PURTROPPO......

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 16/01/2015 - 07:24

palermitano,e' ora che tu vada a f... in c.... se non l'hai ancora capito,vuol dire che non sei degno di stare in italia.