Livorno, romena abbraccia l'anziano e gli ruba l'orologio

A Livorno un anziano è stato derubato del suo preziosi orologio con la famosa tecnica dell'abbraccio: arrestati una romena ed il complice dai carabinieri che avevano assistito alla scena

Hanno usato la tecnica dell'abbraccio, i due romeni, un uomo ed una donna, che a Livorno hanno derubato un anziano del suo prezioso orologio senza che lui se ne accorgesse.

Fortunatamente per la vittima, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Livorno e della stazione di Montenero stavano facendo un sopralluogo della zona ed hanno notato un'auto con targa straniera girovagare con fare sospetto nella zona di via Coccoluto Ferrigni. Seguendo la macchina hanno potuto osservare tutta la scena: la donna è scesa dall'auto, si è fermata a parlare un atitmo con l'anziano e poi lo ha abbracciato sfilandogli l'orologio e risalendo sull'auto lasciando la vittima ignara dell'accaduto. Il complice è ripartito tranquillamente per andarsene ma i Carabinieri lo hanno fermato e dopo una perquisizione dell'autovettura hanno trovato l'orologio dal valore di ben settemila euro.

Sentito dagli agenti dell'arma l'anziano ha raccontato che la romena lo aveva fermato facendo finta di chiedergli un'indicazione e distraendolo con un abbraccio aveva colto l'occasione per rubare l'orologio.

I due romeni, già noti alle forze dell'ordine per precedenti specifici, sono stati dichiarati in arresto per furto aggravato in concorso e dopo le formalità di rito sono stati condotti nelle carceri di Livorno e Pisa a disposizione dell''autorità giudiziaria.

Sempre in Toscana a Empoli un altro uomo di ottantuno anni a Giugno era stato derubato del suo Rolex con la stessa tecnica ed i colpevoli erano sempre due romeni, evidentemente gli anziani sono le vittime predilette per questo tipo di raggiro che comporta pochi rischi ed un facile bottino per questi malviventi.

Commenti

Malacappa

Mar, 30/10/2018 - 13:45

A disposizione dell'autorita' giudiziaria,che li liberera' immediatamente,