Lodi, strangola 18enne conosciuta su internet durante un gioco erotico

Brutale omicidio alle porte di Lodi. Arrestato un 41enne italiano: dopo averla uccisa ha scaricato il corpo nudo della ragazza nei campi

Il passaporto di Lavinia Simona Ailoaiei

Una diciottenne romena, capelli castano chiaro, strangolata con due fascette da elettricista autobloccanti strette quanto più possibile intorno al collo. E poi scaricata, nuda, in un campo in zona Pergola, a San Martino in Strada, alle porte di Lodi, non lontano da un elegante centro ricreativo, un centro commerciale e un motel. Questa mattina la polizia ha arrestato Andrea Pizzocolo, un ragioniere 41enne che, dopo aver conosciuto Lavinia Simona Ailoaiei su internet, l'ha ammazzata durante un gioco erotico.

La tranquilla provincia vive l’ennesimo giallo dei campi, dopo quello del marocchino ammazzato e dissezionato di capo e mani e trovato nel verde di Orio Litta nell’aprile del 2011, caso tuttora irrisolto, e quello del giovane Alcides Carlos Bassi, di origini brasiliane, 25enne, trovato nudo, anche lui strangolato e abbandonato un campo alle porte di Lodi nel 2001, caso per cui gli inquirenti brancolano tuttora nel buio. Il ritrovamento del cadavere della giovane, che aveva compiuto 18 anni nel luglio scorso, è avvenuto grazie a un agricoltore che, nonostante la grand’afa di ieri, ha deciso di lavorare proprio in quel campo, raggiungendo la roggia e la strada di campagna a fianco dei quali ha visto, per primo, il cadavere riverso sul terreno. L’allarme al 113 è stato immediato e sul posto, dopo pochi minuti, è arrivata la squadra Mobile di Lodi che ha immediatamente avviato tutti i rilievi del caso. "La dinamica è abbastanza chiara - ha spiegato il procuratore di Lodi Vincenzo Russo - qualcuno l’ha ammazzata e successivamente l’ha scaricata già nuda sul posto per poi fuggire via". Il "giallo" è stato risolto a tempo di record dagli agenti diretti da Alessandro Battisti: è stato l’asciugamani della ragazza la "tessera" che ha consentito la soluzione del puzzle. Dal logo della ditta che lo produce i poliziotti sono risaliti a un motel delle vicinanze. Da qui il giorno prima erano passate una trentina di coppie, ma alla reception si sono ricordati soprattutto di un tipo "un po' strano", che diceva di aspettare una persona, mai arrivata, e che poi se ne è andato solo.

Al motel Andrea Pizzocolo si è registrato con il suo vero nome e quando, dopo mezzanotte, la polizia si è presentata nella casa dove vive con la compagna e la figlia di cinque anni (in questi giorni in vacanza), ha scoperto una busta di fascette dello stesso tipo di quelle trovate sul corpo della ragazza morta. Incalzato dalle domande, ha prima provato a negare tutto, poi ha raccontato di avere conosciuto la giovane su internet chattando su un sito di appuntamenti. Quello di venerdì sera era il loro secondo incontro: in un hotel di Busto Arsizio, nel bel mezzo di un gioco erotico con delle fascette da elettricista, la ragazza avrebbe cominciato ad avere difficoltà a respirare ma lui non sarebbe riuscito ad aiutarla. Accortosi che era morta, avrebbe perso la testa, l’avrebbe caricata in auto e portata nel motel di Lodi: qui, in una camera forse raggiunta da un ingresso separato, avrebbe avuto un nuovo rapporto con il cadavere.

Commenti

Claudio Ennam

Dom, 08/09/2013 - 13:11

Un italiano uccide una romena. Come dire, un uomo morde un cane.

millycarlino

Dom, 08/09/2013 - 13:31

Una sola parola ERGASTOLO VERO, FINO ALLA FINE DEI SUOI GIORNI! Milly Carlino

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Dom, 08/09/2013 - 14:46

...Identificazione ed arresto, già avvenuti; Si passi dunque al processo e, se condannato, "giustiziato".

godot_mi

Dom, 08/09/2013 - 15:41

Terribile vicenda! Penso alla famiglia della povera ragazza!

leo_polemico

Dom, 08/09/2013 - 18:02

Oltre alla vicinanza, per quello che puà contare, ai parenti della poveretta uccisa, il commento all'episodio. Capisco che si possa anche essere qualche volta sprovveduti o troppo fiduciosi nel prossimo, ma visto quello che succede con tanta frequenza, in molti casi, come si usa dire, se la vanno a cercare. Parte delle responsabilità dell'accaduto, altre volte, a mio parere, sono forse da imputare ai mezzi di informazione o a qualche giornalista, che dovrebbero essere maggiormante responsabilidi quanto scrivono facendo nascere folli "desideri di imitazione" di quanto letto in persone psicologicamente deboli.

Ritratto di sitten

sitten

Dom, 08/09/2013 - 18:33

CHE BESTIA,IN GALERA A VITA!

CALISESI MAURO

Dom, 08/09/2013 - 19:05

spero nell'ergastolo naturalmente e lavori forzati, ma se questa fosse una nazione di uomini e non di quaqqua, bisognerebbe osare di piu'. Anche se la diciottenne viene da un popolo che provoca lutti e danni quotidianamente agli italiani chi uccide va punito severamente.La vita di Abele e' sacra quella di caino no!

Nadia Vouch

Dom, 08/09/2013 - 19:20

Dall'ultima frase del Suo articolo pare un caso di necrofilia. Ciò aggiungerebbe orrore ad orrore. Mi chiedo come ci siano persone che ancora si fidino di incontrare altri tramite internet. Chi di noi dormirebbe la notte in una casa senza porte e finestre? Eppure, fidarsi di sconosciuti per altre vie è diffuso, come sono diffusi i maniaci e gli spostati.

bisesa dutt

Dom, 08/09/2013 - 19:43

riposa in pace angelo Lavinia Simone, sei uscita giovane con dolore da un mondo sbagliato, una società violenta e piena di odio, irragionevole, crudele, arrogante, orribile, illogica priva di Cristiana benevolenza.

gzn663

Dom, 08/09/2013 - 20:21

Un italiano che uccide una rumena. Adesso come faranno i fascistelli di queso forum ad incazzarsi?

mihaela rumenella

Dom, 08/09/2013 - 20:38

il passaporto era come ben si vede una carta d'identita ed il pedofilo 41enne merita l ergastolo per quello che ha fatto. il problema è che gli zingari uccidono nel vostro paese cari signori, non i rumeni. le nostre prigioni anche sono piene di zingari e moldavi. gli zingari sono criminali, ma non mi vergogno nemmeno con voi, siete un popolo malato di sesso, che pur di arrivare ad avere un rapporto siete capaci di uccidere le vostre madri.ora vediamo i commenti di quelli che vivono di pippe e di consumo di prostitute.

Nadia Vouch

Dom, 08/09/2013 - 20:39

#gzn663. Buona fortuna, perché con la testa che lei si ritrova, può sperare solo nella fortuna onde sopperire alla totale carenza di altro.

mihaela rumenella

Dom, 08/09/2013 - 20:44

il passaporto era una povera carta d'identità.

Ritratto di giacomopuccini1979

giacomopuccini1979

Dom, 08/09/2013 - 20:45

Giustamente tutti indignati. Ma, una domanda: un gioco erotico solitamente si fa in due, probabilmente è stato all'inizio un incidente (le fascette col cavolo che rompi se non hai delle forbici) e poi un atto di necrofilia. Il problema vero è fare questi stupidi giochi. Ed i malati di queste cose sono uomini e donne in egual misura.

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Dom, 08/09/2013 - 23:52

La galera a vita per quel porco è anche troppo poco. Ma non mi si parli di ingenuità, grazie.

nino47

Lun, 09/09/2013 - 00:14

devo ancora capire come fà una persona a cadere nelle grinfie di un'altra per via virtuale !!!

Accademico

Lun, 09/09/2013 - 08:17

Ma che ergastolo! Come in tutti gli altri casi, saranno più che sufficienti un paio d'ore in caserma, giusto il tempo per le formalità di legge, poi il primo giudice di turno lo manderà a casa per un riposo domiciliare di una ventina di giorni e poi…. e poi… sotto un’altra. In fin dei conti, poverino, in precedenza non aveva mai ammazzato e poi, parliamoci chiaro, anche in questo non c’è possibilità di reiterazione del reato: la defunta non può essere uccisa una seconda volta.

franco@Trier -DE

Lun, 09/09/2013 - 10:05

ma cosa vengono a fare in Italia questi zingari e zingare avventuriere, che stessero al loro paese se cosi fosse sarebbe ancora viva invece di cercare avventure e se vengono che lavorino onestamente senza fare marchette e provocare gli italiani.Rumenella stai al tuo paese cosa vieni a fare in Italia visto che non ti piacciono gli italiani mica veniamo noi in quel paese di merda iltuo dico..

Pedrino

Lun, 09/09/2013 - 10:55

Non posso spiegarmi come mai passano commenti senza il minimo di decenza umana e con quale criterio vengono bloccati gli altri. In pratica non puoi rispondere come si deve a una mier-DE perchè puntualmente vieni bloccato. Se uno non e capace di indignarsi o commuoversi e meglio stia zitto.

Pedrino

Lun, 09/09/2013 - 11:11

Non posso spiegarmi come mai passano commenti senza il minimo di decenza umana e con quale criterio vengono bloccati gli altri. In pratica non puoi rispondere come si deve a una mier-DE perchè puntualmente vieni bloccato. Se uno non e capace di indignarsi o commuoversi e meglio stia zitto.

franco@Trier -DE

Lun, 09/09/2013 - 13:28

imbecille, io non mi commuovo per questa gente, mi commuovo per padri di famiglia che lavorano onestamente per mantenere una famiglia e figli,cosi pure per le donne ma quelle oneste, quelle che si alzano alle 6 di mattina per andare in fabbrica e mantenere i figli non per le sbarbatelle che pur di fare soldi farebbero di tutto,cretino vedi dove la ha conosciuta? Per me lei ha cercato una avventura.Non conoscete ancora i rumeni? E allora cosa li criticate prima.

Pedrino

Lun, 09/09/2013 - 14:09

Ne conosco come te, tutti su internet anonimi, depravati che scambiano la vittima per il carnefice per diffendere le proprie malatie da sottospecie. Con tutte le donne che vengono ucise lui diffende i maniaci..Non serve che rispondi, hanno capito tutti cosa sei.

Pedrino

Lun, 09/09/2013 - 14:24

Ne conosco come te, tutti su internet anonimi, depravati che scambiano la vittima per il carnefice per diffendere le proprie malatie da sottospecie. Con tutte le donne che vengono ucise lui diffende i maniaci..Non serve che rispondi, hanno capito tutti cosa sei.

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Lun, 09/09/2013 - 14:47

@pedrino: l'italiano,questo sconosciuto. Eh?

simone64

Sab, 14/09/2013 - 18:02

Lui deve marcire in galera e mi spiace x lei, ma la ragazza se l'e andata proprio a cercare......