Lodi, uccisa da clandestino. Il figlio della donna accusa: "L'immigrato andava espulso"

L’egiziano fu liberato da un Cie prima di commettere l’omicidio

Un omicidio che poteva essere evitato, se solo l’immigrato clandestino fosse stato espulso come stabilito. È la storia di Moussad Hassane, condannato a 30 anni di carcere per aver tolto la vita ad Antonia D’Amico, 54enne di Lodi, con tre coltellate al petto.

E ora il figlio della donna grida di rabbia contro l’egiziano e contro l’ennesimo caso di (in)giustizia tutto italiano: infatti, l’immigrato sarebbe dovuto essere allontanato dall’Italia perché colpito da un decreto di espulsione emesso dalla prefettura di Lodi.

Il figlio della vittima ha così parlato a Il Giorno: "L' assassino di mia madre è stato liberato dal Cie di Bari per decorrenza dei termini. È una grande ingiustizia, perché è una morte che si sarebbe potuta evitare se quest' uomo fosse stato espulso subito. Valuterò come procedere quando la condanna diventerà definitiva. Intanto ho intenzione di scrivere una lettera al ministro dell'Interno Matteo Salvini".

Il clandestino tentò la fuga

Qual è stato l’intoppo? L’impossibilità di organizzare un volo di rimpatrio e la mancanza, da parte del nordafricano, di un regolare passaporto. E così niente espulsione, ma solo il trasferimento in Puglia in uno dei tanti centri di identificazione ed espulsione. Ma quello che doveva essere un soggiorno temporaneo prima di essere definitivamente allontanato dal Belpaese, si è trasformato in ben altra cosa.

E dopo essere stato rilasciato dallo stesso Cie, l’uomo raggiunse nuovamente Lodi, nonostante la denuncia per maltrattementi presentata nei suo confronti da Antonia D'Amico, con la quale aveva avuto una storia. Poi, le coltellate mortali e la tentata fuga verso l’aeroporto di Fiumicino, dove era stato arrestato mentre tentava di prendere un volo per Il Cairo.

Commenti
Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Ven, 15/06/2018 - 10:27

In Italia l'espulsione degli immigrati che delinquono, è ormai diventata una barzelletta. Tant'è che diversi di loro vengono raggiunti da successivi decreti di espulsione, privi di qualsiasi effetto pratico.

CidCampeador

Ven, 15/06/2018 - 10:28

E' ora di organizzare una class action per far si che lo stato istituisca un fondo che risarcisca le vittime dei clandestini ed immigrati in genere

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 15/06/2018 - 10:32

dove era stato arrestato mentre tentava di prendere un volo per Il Cairo...mahh allora il passaporto ce lo aveva!!ringraziamo gli sgoverni pdioti!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 15/06/2018 - 10:42

Massima comprensione per il figlio rimasto orfano. Di una madre sicuramente incauta nel valutare l'opportunità di una relazione con un egiziano dai trascorsi non proprio cristallini.

beowulfagate

Ven, 15/06/2018 - 10:48

Richieste danno milionarie a stato,chiesa e ciarpame vario.E' l'unico modo per fargli ingoiare la loro arroganza.Il problema è che in tribunale non la farebbero vincere.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 15/06/2018 - 10:51

perchè ancora qui?? per pagarci la pensione. così dice la sinistra cattocomunista

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 15/06/2018 - 10:59

Stando a quello che è scritto nell'articolo, il fallimento risiede nel sistema di controllo che viene fatto in Italia e non nei luoghi (es. Libia) dove la maggior parte di questi poveretti si imbarca ingrassando le mafie locali. Se non si stabiliscono dati certi (identità, richieste di asilo etc. in tempi ragionevolemnte brevi) su chi vorrebbe entrare sul territorio italiano, questo odierno potrebbe essere uno dei risultati più che deprecabili. Il filtro se non funziona a monte, figurarsi a valle. L'Ue intanto dorme su queste dolorose faccende, tranne che nel mettere le mani in tasca ai popoli in particolare del sud Europa. Manichei, opportunisti, immorali, massoni, tutti degni del mio massimo disprezzo. Fanno sul serio schifoal..

maricap

Ven, 15/06/2018 - 11:14

Ma sono risorse! Vero grandissimo puttanone rosso. Cominciare a fare l'inventario dei beni di chi li ha importati a centinaia di migliaia, per poi sequestrarli per risarcire, almeno in parte il popolo italiano, vessato da questa politica dell'accoglienza ad ogni costo, voluta e ancora portata avanti dalle deiezioni degli esseri umani.

Una-mattina-mi-...

Ven, 15/06/2018 - 11:44

IO, CON REALPOLITIK, MI CHIEDO:" CHE SIANO ANCHE QUESTI I MORTI CHE PIACCIONO TANTO A Edoardo Albinati SEDICENTE "INTELLETTUALE"? OPPURE PIACCIONO ALLA CRICCA DI STRADA, BOLDRINI E COMPAGNIA BELLA? MISTERI SINISTRI! IL LORO SONNO GENERA MOSTRI!!!

jenab

Ven, 15/06/2018 - 11:46

come minimo chiedere i danni al giudice che lo ha liberato...

Gianni11

Ven, 15/06/2018 - 12:13

Le toghe rosse sono rosse con il sangue di italiani uccisi dai loro protetti invasori. Vanno imputati, processati per tradimento alla legge e a l'Italia e imprigionati come complici dei crimini degli invasori insieme ai sinistroidi dei governi passati.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 15/06/2018 - 12:35

Espulsione del clandestino (in galera a casa sua) ed espulsione del giudice. Elementare Watson !

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 15/06/2018 - 12:35

questo risarcimento deve essere chiesto in primis a mattarella poi al primo ministro e al ministro degli interni dell'epoca dei fatti, non a tutti gli italiani.

Malacappa

Ven, 15/06/2018 - 13:50

Eh appunto che ci faceva in Italia, in Egitto c'e' la guerra????? il ragazzo ha ragione i colpevoli pdidioti vanno sbattuti in galera

Renee59

Ven, 15/06/2018 - 14:31

Con la storia della decorrenza dei termini, si continua a liberare criminali.

mariod6

Ven, 15/06/2018 - 15:29

Questo signore ha pienamente ragione. Deve denunciare per complicità in omicidio i vari ministri degli interni che ssi sono succeduti dal 2011 in avanti, assieme alla Boldrini, Grasso, Renzi, Alfano, Del Rio e soci, la Kyenge, le ONG, la caritas e le varie organizzazioni di accoglienza dei parassiti. Sono tutti complici e conniventi di questi criminali perché per loro portano soldi e potere. Per gli altri cittadini invece portano solo guai, disgrazie e lutti.

fedeverità

Ven, 15/06/2018 - 15:47

Hai ragione....fai la denuncia!! ORA BASTA!!!!!! RISPETTATE LE LEGGI...FATELE RISPETTARE!!!

titina

Ven, 15/06/2018 - 16:30

Qui qualcosa non quadra con i buonisti: non si possono espellere per mancanza di documenti, ma si possono farli entrare senza documenti.

zetal

Ven, 15/06/2018 - 16:46

Responsabilità civile e penale dei giudici. Quando?

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Ven, 15/06/2018 - 16:55

Mi aggiungo hai vari commentatori che dicono le passate amministrazioni ma sopratutto tutti quei personaggi come la Boldrini /altri devono risarcire ...ma di tasca loro! Per quanto riguarda il figlio ...ti do un consiglio ;fai di tutto pernon sembrare un meticcio ...almeno cambi nome ,e prendi quello di tua madre.