"Morte e vita abbracciate. Con Giorgia ha vinto la vita"

La bimba si è salvata grazie alla sorella, morta per farle da scudo. Oggi compie 4 anni e ha ricevuto la visita del Presidente della Repubblica

Compie 4 anni proprio oggi la piccola Giorgia, la bimba estratta dalle macerie dopo 16 ore dal terremoto che ha distrutto Pescara del Tronto. Compie 4 anni ed è il simbolo della vita che va avanti, mentre la sorella Giulia riceveva i funerali di Stato ad Ascoli Piceno.

"Morte e vita erano abbracciate, ma ha vinto la vita: Giorgia", ha detto il vescovo di Ascoli, monsignor Giovanni D'Ercole, "Anzi, dalla morte è rinata la vita perché chi esce dal terremoto è come se nascesse di nuovo".

È rinata Giorgia, anche se ha già 4 anni. Il suo pigiamino fucsia impolverato che sbucava dalle macerie della sua casa ha fatto il giro del mondo. È rinata grazie alla sorella più grande Giulia, che ha soli 9 anni ha dato la sua vita per farle da scudo, per proteggerla e consentirle di vivere.

E a soli 4 anni oggi Giorgia riceve l'omaggio dell'Italia, impersonata da Sergio Mattarella. Il Capo dello Stato è voluto andare a trovarla nell'ospedale di Ascoli Piceno dove è stata ricoverata. L'ha incontrata da solo, le ha portato una bambola. Un modo, forse, per ringraziarla perché è anche grazie a storie come la sua che la speranza rinasce.

Commenti

Klotz1960

Sab, 27/08/2016 - 16:41

Il prete o vescovo ha chiesto a Dio: "Che si fa?" . Vorrei capire - guerre, stragi, catastrofi naturali, incidenti, epidemie e malattie atroci accadono ogni giorno. Non e' che Amatrice ed Accumoli erano esentate per meriti speciali, cosi' come non e' che le altre vittime di ogni giorno erano predestinate o colpevoli del loro destino. Forse il prete ne dubita? Non afferro quindi la logica di tale domanda, se non far scena ad uso dei media.

vernunftigo

Sab, 27/08/2016 - 16:42

Il vescovo ha evitato di porre e di porsi la domanda chr ogni spirito religioso si pone: perché.? Si deus est, unde malum?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 27/08/2016 - 16:46

Il titolo, come retorica, non è male. 7+.

Vigar

Sab, 27/08/2016 - 22:43

Mons. D'Ercole questa banalità ce la poteva risparmiare. Dove l'ha letta in una cartina dei baci perugina?...