Londra, la proposta choc: "Fumo vietato a chi è nato dopo il 2000"

L'idea arriva dall'associazione dei medici britannici: servirebbe a creare la prima generazione "completamente libera dalle sigarette"

Vietare le sigarette a tutti i nati dopo il 2000: la proposta-choc arriva dall'associazione dei medici inglesi, la British Medical Association. L'obiettivo sarebbe quello di creare "la prima generazione di non fumatori". Un'idea che fa discutere, al di là come al di qua della Manica.

Roberta Pacifici, direttore dell'Osservatorio sul fumo, alcol e droga dell'Istituto superiore di Sanità ha infatti osservato, in un'intervista al Venerdì di Repubblica: "Si creerebbe una discriminazione insostenibile: dal 2018 ci sarebbero adulti che possono acquistare tabacco e altri no. In secondo luogo alimenterebbe il mercato nero"

"Credo che fallirebbe come le altre esperienze proibizioniste - prosegue la Pacifici - Le scorciatoie servono a poco, il fumo si batte culturalmente, per esempio chiedendo ai media di smettere di promuoverlo."

L'unica soluzione efficace, spiegano dall'Osservatorio, consisterebbe in un drastico aumento dei prezzi delle sigarette e del tabacco sfuso. Ma su quelle entrate, si sa, contano i bilanci dello Stato e poco importa che il 75% delle accise sul tabacco venga letteralmente bruciato in cure mediche per i fumatori. Quello del fumo è un affare troppo ghiotto per potervi rinunciare.

Il costo sociale del fumo pone quesiti in larga parte ancora irrisolti, in Italia come in Inghilterra. Perché anche quella che arriva da Londra, ricordiamolo, è una proposta che parte da un'associazione di medici.

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 29/07/2014 - 18:46

Ma farsi i cavoli propri anzichè rompere i santissimi al prossimo, no?

bruno.amoroso

Mar, 29/07/2014 - 18:53

è il miglior modo per stimolare l'aumento di fumatori. Quando capiranno che il proibizionismo non ha mai portato e mai porterà risultati???

Linucs

Mar, 29/07/2014 - 19:50

Il solito mercato nero.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 30/07/2014 - 09:04

Togliete l'assistenza medica gratuita ai fumatori.

beowulfagate

Mer, 30/07/2014 - 11:04

L'importante sarà che possano continuare a sbronzarsi e farsi di ogni tipo di droga in santa pace,vorrai mica mettere coi danni delle sigarette.

Beaufou

Mer, 30/07/2014 - 11:49

E toglietela a chi mangia dolci, a chi beve alcool o bibite gassate, a chi va a sciare o ad arrampicare, a chi si buca e ai sapientoni (che non ne hanno bisogno, perché sanno tutto, loro, e possono arrangiarsi da soli).

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 30/07/2014 - 12:27

@Beaufou:giusto,TUTTI i derivati da "eccessi" personali,frutto di libere scelte(non quindi della casualità della vita),non devono essere,pagati dal SSN.Siano a carico di chi se li procura.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 31/07/2014 - 12:14

ed io vieterei subito l'assunzione di alcolici per I medici inglesi.

Ritratto di robergug

robergug

Lun, 05/06/2017 - 13:18

La verità è che un pacchetto di sigarette nella perfida Albione costa l'equivalente di €10.30, e le vendite stanno calando. In questo modo si creerà lo stimolo all'acquisto anche in chi fuma poco, solo per il gusto del proibito. Non è difficile mandare un amico a comperarti le sigarette.