Loris, la difesa di Veronica: "Dalle telecamere sequestrate ​sono sparite alcune immagini"

La rivelazione arriva in onda a Mattino Cinque. A parlare è il legale della Panarello

"Da due telecamere ritenute fondamentali per l'accusa non ci sono più alcune immagini. Ciò alla vigilia della chiusura dell'incidente probatorio". La rivelazione arriva dall'avvocato Francesco Villardita, ospite a Mattino Cinque. Il legale di Veronica Panarello, la donna di Santa Croce Camerina in carcere con l'accusa di aver ucciso il figlioletto Loris Stival.

"Non sappiamo il motivo - prosegue il difensore - ma da quello che abbiamo capito leggendo la perizia depositata dall'ingegnere Losio, dalla prima telecamera, quella di Borgo Antico non è possibile estrapolare l'immagine perché non c'è più".

Non solo. La difesa sostiene che l'altra telecamera, quella posizionata nella strada che si immette al canalone, inizi "a registrare dal giorno 30", mentre il delitto si è consumato il 29 novembre. "Non ci sono immagini relative ai giorni 27, 28 e 29 novembre", ha aggiunto il legale davanti alle telecamere.

Le sue dichiarazioni sono destinate a far discutere.