Loris, l'avvocato di Veronica: "Ha indicato alcuni nomi di persone che erano nel palazzo il giorno della tragedia"

Secondo il suo legale la donna non era sola nello stabile: "Ecco chi c'era con lei"

Dopo le rivelazioni del pediatra di Loris che ha di fatto aperto un altro fronte sulle indagini con le sue dichiarazioni ( "il bambino era dimagrito a causa di problemi in famiglia"), adesso Veronica Panariello prova a dare la sua versione dei fatti. La mamma del bimbo ucciso a Santa Croce di Camerina, in provincia di Ragusa, ha parlato con gli inquirenti. La donna, secondo quanto ha raccontato il suo legale intervistato a Mattino Cinque, avrebbe fatto inomi di altre persone che quella mattina erano nello stabile dove Veronica viveva con il marito e il figlio.

"Veronica Panarelloha ricordato che quel giorno, quando è rientrata a casa, in uno degli appartamenti del condominio ha sentito della musica per poi non sentirla più quando è uscita. Ciò significa che, a differenza di quanto emerso finora, c'era qualcuno", ha spiegato. Poi l'avvocato afferma: "Veronica ha indicato anche la probabile persona che avrebbe potuto essere all’interno di quella casa", ha aggiunto Villardita.



Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 27/04/2015 - 14:15

"Veronica Panarello ha ricordato che quel giorno,...."....Ha ricordato ora,prima se n'era dimenticata....

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Lun, 27/04/2015 - 17:07

Mi chiedo come si possano dare diverse versioni su un fatto semplice semplice: cosa ho fatto e che percorso ho seguito nella giornata della scomparsa di mio figlio. Non è stato chiesto di risolvere un'equazione differenziale alle derivate parziali, con la quale ci si può effettivamente sbagliare. Gli inquirenti vogliono solo sapere la strada percorsa, senza che le varie telecamere indichino che la versione fornita non è accettabile.

sniper21

Lun, 27/04/2015 - 17:26

Veronica, provo una profonda pietà umana nei tuoi confronti; lasciati aiutare e libera la tua coscienza. Fallo almeno per il piccolo Loris che in tenerissima età ha sperimentato da subito il rifiuto umano. Una preghiera per te e per Loris