Loris, la super-perizia su Veronica: "Così sarà scagionata"

Secondo i suoi legali il bimbo sarebbe morto in un orario differente da quello stabilito dall'accusa

Veronica Panarello, la donna accusata di aver ucciso il figlio di otto anni Loris Stival, potrebbe essere scagionata da una super perizia. Secondo i suoi legali il bimbo sarebbe morto in un orario differente da quello stabilito inizialmente e quindi incompatibile con gli spostamenti di Veronica, che avrebbe un alibi fortissimo.

“Noi abbiamo una certezza: tramite il nostro consulente - spiega l'avvocato Francesco Villardita nel corso della diretta della trasmissione 'Mattino Cinque' - abbiamo effettuato una perizia di parte a seguito del deposito di quella del pubblico ministero e abbiamo accertato che per i parametri indicati in quella consulenza è impossibile che il bambino sia stato ucciso tra le 8.30 e le 10.00 perché, per quei dati, e soprattutto per l’assenza di macchie ipostatiche complete (che sono già complete dopo otto ore) l’orario della morte non può essere quello ma deve essere spostato in avanti almeno di due ore. C.i troveremo quindi verso le 12/12.30 un orario assolutamente incompatibile con la presenza della signora Panarello in quei luoghi. Abbiamo questa certezza che porteremo nelle sedi processuali perché vogliamo dimostrare l’impossibilità sotto il profilo materiale della commissione dell’omicidio da parte di Veronica”

“Anche sulle fascette non siamo convinti – conclude Villardita – abbiamo già presentato questo nostro dubbio al tribunale del riesame dicendo che mancano le zigrinature su quel solco che è stato rilevato dal medico legale della procura. Faremo anche su questo la nostra battaglia”. Intanto è cominciato l'incidente probatorio per trasferire le immagini registrate a Santa Croce Camerina da sistemi di videosorveglianza pubblici e privati la mattina del 29 novembre del 2014, giorno dell'omicidio del piccolo Loris e anche nei giorni precedenti al delitto.

Commenti
Ritratto di randagio41

randagio41

Lun, 13/04/2015 - 15:27

Che grandi indagini, che grandi investigatori, che menti eccelse, magistrati e compagnia diete proprio delle nullità.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 13/04/2015 - 16:24

Questa indagine era partita sul piede sbagliato fin dall'inizio. I PM sono ormai abituati a spostare gli orari, soprattutto di morte, come se fossero pedine solo per farli combaciare con le loro ipotesi d'accusa e per distruggere gli alibi degli accusati. Non so se questa donna è innocente o colpevole ma ho dei grandi dubbi su come svolgono le indagini i PM e su come la faccenda sia partita molto zoppa fin dall'inizio. Diventa ormai evidente che occorre che le prove e i periti non siano sotto la tutela dei PM ma vengano affidati ai Tribunali che dovranno giudicare altrimenti continuerà l'imbroglio del gioco delle tre carte. Quando uno ci azzecca l'altro gli cambia immediatamente posizione.

linoalo1

Lun, 13/04/2015 - 16:36

Come non capirli!!??!!Del resto,arrampicarsi sugli specchi fa parte del loro mestiere!!

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Lun, 13/04/2015 - 16:39

@randagio41 ... ti ci vuole un niente per sparare sentenze

magnum357

Lun, 13/04/2015 - 17:12

Fin dall'inizio ho pensato ad un'altra persona, magari conoscente di famiglia con doppia personalità e portato alla pedofilia.

blackbird

Lun, 13/04/2015 - 17:37

Statisticamente il responsabile è un famigliare. Ma non si può condannare una persona in base alle statistiche, ci vogliono le prove, non le ipotesi. Non so nulla di autopsie, ma di fascette so qualcosa. Le zigrinature sono presenti solo lul lato esterno delle fascette, il lato interno è liscio, quindi giusto che manchino sulla pelle del bambino.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 13/04/2015 - 18:50

"Orario della morte in...un orario assolutamente incompatibile con la presenza della ...Panarello": non proprio un aspetto trascurabile direi. Se vero o se non vero eguale: giustizia da incubo!

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Lun, 13/04/2015 - 18:59

be cosa aspettano a tirare fuori un'innocente? Stessa cosa per il fatto al tribunale di milano, lo vogliono condannare senza uno straccio di prova. Come sempre la malagiustizia che fa politica, ricordate la condanna (ingiusta) al nostro presidente, per frode fiscale? Anche li senza uno straccio di prova, anzi, a colpevolizzare cene che erano solo cene eleganti!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 13/04/2015 - 19:00

è grave che un giudice affidi una perizia a degli incompetenti! ma dove li pesca questi incompetenti? ma come si conducono le indagini??? ma chi ha insegnato a questi magistrati di fare il loro mestiere? scemi di sinistra, non vi viene il dubbio che la riforma di berlusconi è giusta, vero? :-) nooooo, non vi convincete proprio: siete troppo stupidi... :-)

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Lun, 13/04/2015 - 19:32

QUESTA E' L'ENNESIMA SxxxxxxxA DELLA REDAZIONE DEL GIORNALE KE PER BECERA OSTILITA' VERSO I GIUDICI CONTINUA A DIFENDERE I PIU' SKIFOSI ASSASSINI.

Giovanni Aguas ...

Lun, 13/04/2015 - 19:35

Per Blackbird. Guardi che riguardo alle fascette e' esattamente il contrario di quanto dice. Una volta chiuse, la zigrinatura e' all'interno. Se inserisce la linguetta in modo che la zigrinatura rimanga all'esterno, il meccanismo di blocco non funziona. Al limite ci puo' essere il dubbio che il segno della zigrinatura rimanga sulla pelle.

Accademico

Mar, 14/04/2015 - 03:43

Ma sì, Loris - come fu per Meredith - si è ucciso da solo!

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mar, 14/04/2015 - 09:19

Scusi Sig. Giovanni, ma a quali fascette si riferisce? Le fascette devono sempre essere installate con la zigrinatura verso l'esterno, ed una volta serrata la fascetta la zigrinatura rimane sempre all'esterno. L'interno fascetta è volutamente liscio per evitare che la zigrinatura possa danneggiare i cavi in caso di vibrazioni. Saluti