Loris, la madre fermata per omicidio

Ricostruita nel dettaglio la mattinata trascorsa dalla madre della piccola vittima. La donna ascoltata per ore dai magistrati: troppe le contraddizioni, la sua versione non regge. Ora è in stato di fermo per omicidio aggravato e occultamento di cadavere

Per sei ore è stata torchiata dai magistrati poi, poco dopo la mezzanotte, è arrivato lo stato di fermo per omicidio. Il cerchio si è stretto su Veronica Panarello. Sarebbe stata lei a uccidere il piccolo Andrea Loris Stival: avrebbe agito da sola e non, come era stato ventilato nelle ultime ore, con l'aiuto di un complice. "Se è stata lei - ha commentato David Stival, marito di Veronica - mi cade il mondo addosso". Secondo fonti vicine alla procura di Ragusa, Veronica trascorrerà la notte in Questura e domani sarà interrogata dal gip per la convalida del fermo.

Il bambino, che frequentava la terza elementare all’istituto "Falcone e Borsellino" di Santa Croce Camerina, scompare la mattina di sabato 29 novembre. Il suo corpicino viene ritrovato senza vita alle cinque del pomeriggio in un canalone di scolo. È senza slip e con i pantaloni slacciati. Anche se da un primo esame autoptico, sembra non avere subito abusi sessuali. La morte, secondo l’autopsia, è avvenuta per strangolamento con una fascetta di plastica. A lanciare l’allarme della scomparsa del figlio è la giovanissima madre, 25 anni appena. Che, però, fornisce diverse versioni degli ultimi spostamenti con il figlio. Da qui i "buchi neri". A fare ritrovare il corpicino è Orazio Fidone, 65enne ex impiegato dell’Enel e cacciatore per passione. L’uomo è l’unico iscritto, "come atto dovuto", nel registro degli indagati con l’accusa di sequestro di persona e omicidio volontario. A smentire le versioni della madre del bambino sono le telecamere piazzate nel piccolo comune del Ragusano.

Inquirenti e investigatori hanno ricostruito nel dettaglio la mattinata trascorsa dalla madre della piccola vittima. Sebbene non abbia confessato, a Veronica è stato notificato dai pm di Ragusa lo stato di fermo per "gravi indizi di colpevolezza". Due i reati che le contestano: omicidio aggravato e occultamento del cadavere. Le troppe incongruenze nella sua versione dei fatti hanno portato gli inquirenti a stringere il cerchio attorno alla donna. Anche l'analisi dei tabulati telefonici avrebbe fatto propendere per questa pista: nei 36 minuti tra le 8.49 e le 9.25 del mattino di sabato 29 novembre, in cui secondo gli investigatori e gli inquirenti la giovane madre sarebbe rimasta sola in casa con il figlio Loris, quest’ultima avrebbe ricevuto una sola telefonata dal marito.

Viene, invece, a cadere una delle piste ipotizzate nelle ultime ore. Gli inquirenti avevano, infatti, preso in considerazione anche la possibilità che altre persone fossero coinvolte nell'omicidio. In paese, infatti, non erano passati inosservati i post sulla bacheca Facebook di una prozia di Loris che il giorno dopo il delitto aveva scritto "Questa non è la famiglia del Mulino Bianco". La signora, poi, dopo aver invocato un "Bastardi costituitevi!", aveva anche scritto come in un gioco di parole "InFausto pensiero...". L'interrogatorio di Veronica avrebbe, tuttavia, portato a escludere la possibilità di un secondo assassino.

A nove giorni dal ritrovamento del corpo senza vita del piccolo Loris, non si trova ancora lo zainetto del bimbo. Per il secondo giorno consecutivo, poi, gli elicotteri si sono alzati in volo per perlustrare le campagne attorno al paese e nel tragitto fino al castello di Donnafugata, dove Veronica è andata dopo esser uscita di casa.

Commenti

un_infiltrato

Lun, 08/12/2014 - 17:56

Ah sì... "la procura di Ragusa deciderà a breve come muoversi nei suoi confronti" ? A breve? Cioè? Quando? E che altro si attende? Se sarebbi stato io "la procura di Ragusa", avrebbi già da tempo deciso come muovermi. Devo proprio scriverlo a chiare lettere come mi avrebbi mosso?

Ritratto di Tristano

Tristano

Lun, 08/12/2014 - 18:51

Ma io mi chiedo: perché fare il processo a questa gente ? Secondo "@un_infiltrato@" sia la madre che il padre sono "sicuramente" COLPEVOLI. Solo ieri leggevo di un commento di un fine giuresconsulto che senza aver visto uno straccio di atto investigativo giurava che sono entrambi innocenti. Se evitassimo i processi e ci affidassimo al giudizio del popolino ma quanti soldi potremmo risparmiare ?

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 08/12/2014 - 18:52

Com'è che Sergio Rame oggi si interessa del ragusano e non è piegato verso Arcore????

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Lun, 08/12/2014 - 19:11

Ehi, un_infiltrato, un corso di sintassi e grammatica italiana no ? Magari integrato da un doposcuola per i verbi...

Griscenko

Lun, 08/12/2014 - 19:12

Chiunque ha ucciso il bambino andrebbe giustiziato senza se e senza ma.

Blizzard

Lun, 08/12/2014 - 19:37

infiltrato se hai fatto apposta a sbagliare i verbi non ho capito l'ironia se non lo hai fatto apposta la prossima volta usa il traduttore di google.

squalotigre

Lun, 08/12/2014 - 19:38

andrea626390 - ha ragione lei!! Lei lo ignora, ma c'è un'intercettazione nella quale Silvio Berlusconi è inequivocabilmente l'assassino del povero Loris. Si sta già muovendo il PM Boccassini, che non è competente per legge, ma che in grazia di un qualche articolo del C.P. che conosce solo lei, si impadronirà del processo e farà condannare Silvio all'ergastolo. A confermare la sua sentenza è già pronto il giudice Esposito, che è già stato messo in preallarme. Ma quando deciderà di curarsi la sua monomania nei confronti di B.? Dubito che la psichiatria sia in grado di intervenire nel suo caso, ma tenti lo stesso, hai visto mai!!??

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Lun, 08/12/2014 - 19:48

Griscenko ...... conclusione fenomenale, io non ci sarei arrivato mai!

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 08/12/2014 - 19:49

L'UNICA COLPEVOLE E' LA MADRE, E IL SILENZIO DEL PADRE FA UN GRAN RUMORE....

simone64

Lun, 08/12/2014 - 20:12

Madre e figlio : sulle loro facce stampato lo stesso marchio di povertà. Un angioletto cresciuto in un ambiente carico di degrado e ignoranza e circondato da poveri disgraziati

james baker

Mar, 09/12/2014 - 00:57

IL MARITO : non ha mai pensato di tornare indietro dal lavoro e andare a controllare cosa faceva la moglie in casa con il figlio a scuola ? Il classico paese dove tutti conoscono le corna di costui eccetto l'interessato ... e NESSUNO che lo abbia allertato. Povero Loris : ha pagato con la vita l'onore suo e quello di suo padre. Questi sono bambini eroi, e vorrei sottoporlo alle mie ed alle Vostre preghiere. -james baker-.

Ritratto di Attila51

Attila51

Mar, 09/12/2014 - 01:14

Mai dubitato . E adesso ???

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 09/12/2014 - 08:06

@simone64 LA POVERTA' NON C'ENTRA NULLA. NON E' UNA FAMIGLIA RICCA MA NON SONO AFFATTO POVERI.

bastadestrasinistra

Mar, 09/12/2014 - 08:38

se è lei buttatela in cella a marcire

simone64

Mar, 09/12/2014 - 09:40

robocop2000@- probabilmente meno poveri di quello che penso ma certissimamente POVERISSIMI di princípi. Sei d'accordo ???

Ritratto di oliveto

oliveto

Mar, 09/12/2014 - 10:29

Altro che commenti sgangherati e sgrammaticati per ignoranza o altro, questa vicenda merita tanta compassione cristiana per una povera madre disgraziata e dolore per un innocente che aveva appena iniziato una vita in un mondo pieno di grazia di DIO MA ANCHE CRUDELTA'. Mettere un velo pietoso su questa storia sarebbe molto dignitoso per tutti, attraverso un silenzio tombale.

Libertà75

Mar, 09/12/2014 - 11:05

@andrea636390 guardi che dovrebbe portare un po' di rispetto per il piccolo Andrea Loris. Lei può avere i suoi disturbi nel pensare sempre e soltanto a SB, ma questo non deve portarla nello squallore di considerare "sorvolabile" la povera fine vita di questo angelo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 09/12/2014 - 11:26

Ma noooo! Al di là dell'inarrivabile e comicissimo guazzabuglio in tema di consecutio temporum creato da qualcuno con l'impiego del condizionale in luogo del congiuntivo...la madre in questione è innocente e vittima di gravi "soprusi" da parte di quei "cattivoni a prescindere" della magistratura inquirente. Proprio come il povero Bossetti...

vince50_19

Mar, 09/12/2014 - 11:29

Speriamo non sia un'altra telenovela che andrà avanti per qualche anno, salvo poi rivelarsi una pista non certa.

linoalo1

Mar, 09/12/2014 - 11:59

Conclusione logica di un fatto,finora,abbastanza chiaro!Resta,però,ancora la cosa più importante da chiarire!Il PERCHE'!Solo con quello,si scoprirebbe tutta la Verità,altrimenti,a qualcuno,resteranno sempre dei dubbi!Io,infatti,ho un grosso dubbio!La Veronica,aveva o non aveva un amante?Lino.

precisino54

Mar, 09/12/2014 - 16:07

X un_infiltrato; non so se hai ragione, certamente prima di valutare bene le tue parole prova a scrivere facendo meno errori perché mi pare che sei infiltrato nell'uso della lingua italiana! Comunque credo di capire che la procura si sia mossa rapidamente ed efficacemente, visto il provvedimento preso. X squalotigre; in effetti parrebbe ci sia pure una intercettazione in cui si parla di "B" come colui che passò i chiodi per crocifiggere Cristo, il guaio è che magari qualcuno queste nostre battute le capisce ma non l'assurdità di altri procedimenti con il Cav come soggetto. Un giorno ci fu chi disse:"fatta l'Italia ora bisogna fare gli italiani", io aggiungerei che occorre dargli pure un cervello! X simone64; non sarei così certo di quanto dici sull'ambiente familiare, in cui di certo il padre si guadagna da vivere lavorando duramente, e che è stato accanto alla moglie senza troppo esternare.

simone64

Mar, 09/12/2014 - 17:11

Precisino64@ - da quel poco che si capisce il padre risulta estraneo ai fatti, tenendo conto del lavoro che svolge e quindi poco presente suo malgrado a casa. Ma ci rendiamo conto,sempre riferendoci alle notizie che arrivano tutti i giorni, di che famiglia si tratta ??? Le frasi della nonna sulla famiglia della figlia e sulla propria mi fanno paura. Al di la dei soldi, quello era un ambiente sano ??? Per me no. L'unica attenuante può essere che questa tizia sia andata furori di testa e magari per futili motivi . Franzoni purtroppo docet (a mio opinione colpevolissima e con la coscienza sporca)

precisino54

Mar, 09/12/2014 - 18:09

X simone64 - 17:11; un ambiente familiare è sempre qualcosa di particolare e fatto di tante situazioni spesso poco chiare all’esterno. Certamente quando si arriva a momenti simili è evidente che qualche problematica fosse presente, e a ben leggere la storia della madre di Loris sono parecchi gli spunti da prendere in esame.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mer, 10/12/2014 - 18:41

@simone64 SI SONO DACCORDO SE SI PARLA DI POVERTA' DI PRINCIPI E QUINDI DI MISERIA IN SENSO MORALE.