Lucca, vittima delle multe e dello Stato costretto a chiudere tutte le sue attività

Multe, controlli e avvocati da pagare. Così un imprenditore è costretto a chiudere per colpa dello Stato. Ora 17 persone resteranno senza lavoro

Lui è Beppe Melis, un impreditore, proprietario di diverse attività nel centro storico di Lucca. Ora quei luoghi che per anni hanno accompagnato la quotidianità dei suoi concittadini non ci saranno più. Saranno chiusi. Il motivo? Troppe multe. Troppi conti da pagare.

"Per colpe delle multe chiudo tutto"

A Lucca hanno letto tutti le sue parole: quelle di un uomo che per anni ha sfamato le famiglie dei suoi lavoratori e la sua. E ora per colpa dei troppi controlli e delle multe dello Stato è costretto a chiudere le sue storiche attività. In un post sul celebre social network di Zuckerberg confida il rammarico di questa scelta e i motivi che lo hanno portato a prenderla.

Così scrive su Facebook: "Dall' 8 giugno 2012 al 2 giugno 2016 ho ricevuto 6 controlli Asl con relativi 11.000 euro di prescrizioni, due accertamenti dell’Agenzia delle entrate con 50.000 euro di multa annullate poi dal giudice al patteggiamento perchè il fatto non sussisteva. Mi è costato di avvocati 5.100 euro, tre giorni di chiusura attività ad agosto per un regolamento sbagliato poi annullato dal Tar che mi è costato di avvocati 5.500 euro, un controllo Asl su esposto anonimo, quattro esposti per la canna fumaria autorizzata da Comune e ispettorato del lavoro, due capitaneria di porto per controllo pesce, due volte la finanza, una volta la tributaria, tre volte Sistema Ambiente con multe per oltre 500 euro. Nell'ultima settimana: venerdì scorso ispettorato del lavoro, ieri la capitaneria di porto e guardia di finanza, oggi tre ispettori dell'Asl. E con molto rammarico che oggi non per la crisi ma perchè mi sono rotto ho deciso di chiudere la mia azienda. 17 dipendenti si troveranno senza lavoro. Qualcuno forse aprirà una bottiglia di bollicine per festeggiare".

Il quotidiano Tirreno, che riporta le sue parole, a provato a contattaro. Ma Melis non vuole aggiungere nient'altro. Silenzio stampa. Tutte le multe, i controlli e gli avvocati hanno già parlato per lui.

Commenti

nonnoaldo

Ven, 17/06/2016 - 14:26

Qualche suo concorrente, amico di amici, non c'entra di sicuro.

Libertà75

Ven, 17/06/2016 - 14:40

Beppe, avevi rinnovato la tessera?

luigi.muzzi

Ven, 17/06/2016 - 14:43

vittima del pizzo statale...

routier

Ven, 17/06/2016 - 14:54

Anni fa, Primo Levi scriveva "Se questo è un uomo". Oggi scriverebbe: "Se questo è uno Stato". Si incrementa una politica che privilegia il Terziario parassitario dei servizi pubblici e si penalizza il Primario Agroalimentare ed il Secondario manifatturiero privato che sono i veri produttori di ricchezza. Anche un bambino delle scuole elementari capirebbe che è pura demenzialità! Ma noi continuiamo imperterriti a votare i soliti noti. Diventeremo mai un popolo consapevole?

Tuthankamon

Ven, 17/06/2016 - 15:15

Confermo di persona che questo è l'andazzo. In Italia dovremmo fare ponti d'oro a chi dà lavoro in maniera legale. Invece ...

LP

Ven, 17/06/2016 - 15:22

Ucciso dai parassiti - statali e dagli avvoltoi - privati. Mi spiace per lui, doveva emigrare all'estero come ho fatto io. Ormai e' inutile piangere, l'unica (magra) consolazione e' che presto i parassiti e gli avvoltoi lo seguiranno e giustizia sara' fatta.

Rossana Rossi

Ven, 17/06/2016 - 16:05

Questa è la squallida italietta pd che voi cari italioti continuate a sostenere. I colpi di stato li fa il pd, ai ballottaggi ci va il pd, gli usurpatori al governo sono pd.......e di che cosa vi lamentate? Non ragionate quando andate a votare???????

Ritratto di MLF

MLF

Ven, 17/06/2016 - 17:06

Bisogna far posto ai kebab delle risorse...

giannide

Ven, 17/06/2016 - 17:09

Ma è ovvio che questa persecuzione dello Stato, ha un mandante, che è un suo concorrente, un povero verme che striscia nell'ombra

duball

Ven, 17/06/2016 - 17:35

Tutta la mia solidarieta' al disgraziato imprenditore, e d'altra parte lucca e' terra rossissima. Come non fare un parallelo anche se molto in piccolo con le migliaia (2/3mila) ispezioni che hanno ricevuto le aziende di Silvio Berlusconi.

meloni.bruno@ya...

Ven, 17/06/2016 - 17:46

L'Agenzia dell'Entrate è un ente che in qualsiasi modo deve sostenere i propri privileggi insieme al carrozzone burocratico statale,ecco perchè fanno i studi di settore a vanvera le partite iva DEVONO essere dei bancomat e se non rispondono alla loro estorzione chiamano in aiuto i loro usurai legalizzati di Equitalia,punto.

titina

Ven, 17/06/2016 - 17:56

Se le multe erano ingiuste l'avvocato doveva pagarlo lo Stato

27Adriano

Ven, 17/06/2016 - 18:29

I comunisti sono solo capaci di creare miseria, povertà, ingiustizia, e crimini vari.

01Claude45

Ven, 17/06/2016 - 18:33

Se le multe erano ingiuste l'avvocato doveva pagarlo lo Stato !!!!!! titina, sei un'illusa. Il GIUDICE, pur dandoti ragione al 100% COMPENSA SEMPRE LE SPESE quando ha a che fare con la PA. E tu te lo prendi....dove vuoi. Decidi tu.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 17/06/2016 - 18:46

@titina:...già,ma in italia non è così!!!...."tanti" anni fa,avevo uno stabilimnto in italia,laddove trattavo un pericolosissimo "acido"....Alle "ispezioni" tutto O.K.,ma mi fecero notare,che le prese di corrente negli uffici dello Stabilimento,non portavano l'etichetta "220 V"....."multa"....Dopo qualche anno,me ne sono andato all'estero!!!!

Ritratto di hermes29

hermes29

Ven, 17/06/2016 - 19:16

A PARTE LA RAGIONE DI STATO NON ESISTE LA RAGIONE SOCIALE? I diritti dei cittadini debbono prevalere sulle contestazioni in "Evidenza Persecutoria" Le multe sanzionate dall'Ufficio delle Entrate "fisco" non sono equilibrate, ma vessatorie, dunque anticostituzionali perché mirano ESCLUSIVAMENTE al guadagno maggiore dell'Ufficio. Questa è una libera interpretazione delle leggi, come si aspetta un cittadino italiano dinanzi alla Corte.

Ritratto di hermes29

hermes29

Ven, 17/06/2016 - 19:16

A PARTE LA RAGIONE DI STATO NON ESISTE LA RAGIONE SOCIALE? I diritti dei cittadini debbono prevalere sulle contestazioni in "Evidenza Persecutoria" Le multe sanzionate dall'Ufficio delle Entrate "fisco" non sono equilibrate, ma vessatorie, dunque anticostituzionali perché mirano ESCLUSIVAMENTE al guadagno maggiore dell'Ufficio. Questa è una libera interpretazione delle leggi, come si aspetta un cittadino italiano dinanzi alla Corte.

Ritratto di hermes29

hermes29

Ven, 17/06/2016 - 19:28

"Non ci resta che piangere" Con i ladroni delle banche gli danno i finanziamenti, a chi lavora e crea lavoro, gli SGHERRI del Governo non eletto dl popolo. Qui non basta Robin Hood.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Ven, 17/06/2016 - 20:38

Vattene!! Nel Pacifico si sta da Dio e ci sono paesi civili che applicano flat tax... Fancu**o l'itaglietta degli eroi partigggiani

Ritratto di Caprimulgo

Caprimulgo

Ven, 17/06/2016 - 20:50

Quanto vittimismo ! Se aveva le risorse per pagare 17 stipendi (tutti regolari?) li avrà avuti anche per mettersi a norma, altrimenti, se non sa fare l'imprenditore corretto, vada a lavorare come sottoposto.

pastiglia

Ven, 17/06/2016 - 21:30

Ormai siamo alla fine, l'unica soluzione e vendere tutto e andarsene.

MassimoR

Ven, 17/06/2016 - 22:40

Beppe per queste cose si viene scelti

beppemelis

Dom, 03/07/2016 - 13:22

Buon giorno a tutti. Come anticipato..... http://iltirreno.gelocal.it/lucca/cronaca/2016/07/02/news/ristoratore-chiude-l-attivita-troppi-controlli-1.13758346?ref=hftiluea-1