Lucy non lava i capelli della figlia da tre anni

La 33enne inglese: "Ho smesso di usare lo shampoo per lavare i capelli di mia figlia, è troppo nocivo"

Lucy Aitken ha due bimbe. Ramona ha 4 anni mentre Juno ne ha appena due. "Ho smesso di usare lo shampoo per lavare i capelli di mia figlia, è troppo nocivo". Una decisione che, come racconta il Mirror, è stata presa nel tempo.

Nei primi mesi di vita di Ramona, Lucy aveva usato i classici shampoo per lavare la testa. Finché un giorno non ha letto un articolo di giornale che la mettava in guardia su certi prodotti. "C'era scritto - racconta la 33enne inglese - che le donne per i propri capelli usano un numero enorme di sostanze chimiche dannose". Così ha deciso di rinunciare ai prodotti industriali e abbracciare il movimento "no poo". "Lavo i miei capelli e quelli di Ramona con una miscela di uova e aceto - racconta ancora - quando è nata Juno ho fatto lo stesso".

Molte persone hanno criticato la scelta di Lucy. "Mi hanno chiamata 'sporca mucca' dicendo che non sapevo prendermi cura delle mie figlie - spiega al Mirror - anche mio marito all'inizio era titubante, ma poi ha capito e ha rinunciato anche lui allo shampoo".

Commenti

Tikitaka

Sab, 25/07/2015 - 23:44

Un minimo di decenza...

BALDONIUS

Dom, 26/07/2015 - 01:27

Zozzona !

risorgimento2015

Dom, 26/07/2015 - 13:18

Eccoli questi sono i nuovi europei : la classe sistra scick' liberale dogooders siamo tutti uguali (FROCI donne il maschio antico deve sopperrire)accogliamo tutti i clandestini, per finire dobbiamo usare solo350 calorie al giorno (SUCCHI DI BROCCOLI)E non cacare per paura di sporcare.

Linucs

Sab, 22/08/2015 - 19:45

Se vive in UK e ha fatto ciò per tutelare due bimbi biondi probabilmente verrà indagata per negazione dell'olocausto, razzismo, e qualche altra cosa che verrà in mente. Il bimbo biondo va riempito di roba chimica o preferibilmente abortito per lasciare spazio al nuovo che avanza.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 07/03/2017 - 12:25

Ha rinunciato ai prodotti chimici per usare la tecnica delle nostre nonne, dov'è lo scandalo?