L'ultima invenzione Pd: ecco le guardie dei rifiuti

Il sindaco Pd di Mantova ha preprato una task force per combattere il furbetti della spazzatura. Saranno impiegato dei dipendenti di Mantova Ambiente, la società di Tea concessionaria del servizio di igiene urbana, per vigilare e multare i cittadini che gettano l'immondizia nei modi, nei luoghi e negli orari sbagliati

"Si rende necessario incrementare il sistema di controllo e di repressione dei comportamenti non conformi ai regolamenti e alle ordinanze che disciplinano la materia dei rifiuti urbani". Con queste parole, scritte nero su bianco in un'ordinanza, il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, ha sancito la nascita e l'intervento delle "guardie dei rifiuti". Sette dipendenti di Mantova Ambiente, la società di Tea concessionaria del servizio di igiene urbana, controllerano e vigileranno sui sacchetti della spazzatura gettati dai cittadini.

Gli "agenti accertatori", addestrati dalla polizia locale, saranno sguinzagliati in giro per la città di Mantova a caccia di coloro che gettano l'immondizia nei modi, nei luoghi e negli orari sbagliati. L'assessore all’ambiente Andrea Murari speiga che "saranno in servizio ogni giorno ce ne saranno almeno due". E specifica: "Proprio per il particolare compito da svolgere non avranno un preciso orario di lavoro, ma potranno essere operativi per tutte le 24 ore. Concentreranno la loro attività in centro storico e in quei quartieri, come Ponte Rosso e Lunetta, da cui da tempo riceviamo segnalazioni di vere e proprie discariche abusive".

I "poliziotti" del sacchetto della spazzatura avranno il compito di accertare le violazioni, compilare un verbale e trasmettere il tutto alla polizia locale. Senza dimenticare, come aggiunge l'assessore Murari, "il compito di informazione delle utenze domestiche e non domestiche che sarà più efficiente dall’attuale dato che dalla loro avranno anche il potere di persuasione esercitato dalle contravvenzioni che, finora, non sono state applicate in modo sistematico". Inoltre, grazie ad un accurato lavoro di indagine, come spiega La Gazzetta di Mantova, di risalire al colpevole di situazioni non corrette, segnalarlo alla polizia che in seguito e provvederà ad irrogare la sanzione da 25 a 500 euro (o da 25 a 154 euro se l’infrazione riguarderà rifiuti non pericolosi).

Commenti

pg66

Lun, 11/04/2016 - 12:17

E che c'è di male? Non capisco il tono critico del titolo! Io differenzio sempre la spazzatura, come fanno nei paesi più civili del nostro, lo faccio da tanti anni. Se qualcuno butta tutto insieme e viene pizzicato è giusto che sia multato.

Albius50

Lun, 11/04/2016 - 12:28

Chissà come faranno a dare la contravvenzione ai CORVI che a Milano sono abitudinari dei giardini che col loro becco lo infilano nel contenitori e spargono tutto intorno il contenuto

unosolo

Lun, 11/04/2016 - 12:31

personalmente sono d'accordo , Roma zona Centroni partita la raccolta differenziata ma un casino di deficienti che non mettono le bottiglie di vetro nelle campane e intorno mettono di tutto senza rispetto di chi lavora in primo e dei residenti che vedono quello schifo , le multe ben vengano ce le meritiamo , quando non si rispettano le regole spendiamo soldi e risorse che potrebbero essere adibite per la collettività.

pedrosa

Lun, 11/04/2016 - 12:49

Magari venisse anche nella mia città,da parte mia e di molti altri c'è un comportamento virtuoso nello smaltimento dei rifiuti, mentre da molti altri c'è solo menefreghismo, non differenziando, o gettando i rifiuti dove capita, perciò per costoro se sorpresi auspico sanzioni severe, molto di più delle attuali, che poi sia proposto dal PD , FI, Lega o altri non mi interessa.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 11/04/2016 - 13:03

Giusto, corretto, chi fa il furbo deve pagare e non farlo più. Mi piacerebbe, inoltre che qualcuno controllasse meglio anche il lavoro della raccolta immondizie e la loro destinazione.

gigetto50

Lun, 11/04/2016 - 13:18

....nooo...un sindaco rosso non tollerante con i cittadini? Ahiiiahiii...

grazia2202

Lun, 11/04/2016 - 13:19

é una maniera tranquilla di assumere gli amichi degli amichi. non lo avete ancora capito. ma siete tardi. sulla base di cosa saranno scelti uesti policemen dell'immondizia? non basta la multa di chi ritira la differenziata?

cgf

Lun, 11/04/2016 - 13:29

dove è la novità? nel Bolognese sono anni che è così! poi non passano tutti i giorni come prima, il risultato è che i cassonetti sono abitati da topi anche lunghi un braccio di una persona grande....così direbbe, ma in dialetto, un VERO indigeno [indigeno=nativo e originario del luogo]

Una-mattina-mi-...

Lun, 11/04/2016 - 14:02

L'IMPERATIVO: FARE CASSA

pg66

Lun, 11/04/2016 - 14:11

No, non basta, semplicemente perchè non saprebbero a chi farla la multa nel momento della raccolta. Sei tu che non hai capito. Gli agenti multeranno quelli che saranno beccati nel momento in cui buttano la spazzatura, come, ripeto, si fa in altri paesi.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 11/04/2016 - 14:23

Ma verificano anche nei campi nomadi?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 11/04/2016 - 15:11

Se possono permettersi gente che rivista la spazzatura è solo perché la gente paga le tasse per farli prelevare, gestire i rifiuti è diventata una fobia. Se vogliono i riciclabili come dicono loro i cittadini siano liberi di decidere quanto pagare il servizio. Se ti pago per portar via un bene di cui mi sbarazzo ma mica te lo devo lavare e asciugare.

Mechwarrior

Lun, 11/04/2016 - 15:49

piu' multe per tutti!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 11/04/2016 - 16:26

Con tutti problemi di delinquenza creati per la presenza dei profughi ed affini, questi tamarri che si inventano??? La polizia della rumenta. E con questo abbiamo toccato il fondo della cialtroneria.

fisis

Lun, 11/04/2016 - 16:37

Ecco un altro modo di estorcere soldi ai cittadini, dopo gli autovelox, cosa si inventeranno? E ci sono anche i masochisti che amano essere tassati e super controllati da uno stato di polizia sempre più rosso. E se si impiegassero invece i vigli per controllare il territorio, evitando stupri, rapine in strada e in casa? E se si ripulissero i tanti campi rom abusivi colmi di spazzatura all'inverosimile e ricettacolo di roditori pericolosi per la salute pubblica? No, è più facile multare il cittadino se supera di qualche chilometro all'ora il limite di velocità, o parcheggia di qualche centimetro fuori dallae linee consentite, se butta la spazzattura con cinque minuti di anticipo o se butta un pezzo di cellophane nell'indifferenziato. Questa sinistra è un nemico esoso.

freevoice3

Lun, 11/04/2016 - 16:39

Prima di tutto vadano a controllare i campi rom, poi ne parliamo! Non solo sono discariche a cielo aperto, costringendo poi i vari comuni a ripulire la loro mxxxa, ma non pagano nemmeno un centesimo per il servizio! Grazie cari compagni tutori dei rom.

Keplero17

Lun, 11/04/2016 - 17:16

E agli zingari che rovesciano dai cassonetti la spazzatura in strada che gli facciamo la multa?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 11/04/2016 - 17:44

c'è troppo menefreghismo, il senso civico non sanno cosa sia.

Ritratto di vraie55

vraie55

Lun, 11/04/2016 - 20:23

guardie dei rifiuti! IDEA DEL PD. Il PD fa la guardia?

Ilcamerata

Lun, 11/04/2016 - 23:55

Evidentemente x il PD è più importante sorvegliare i bidoni che la gente che subisce furti