L'ultima lettera di Bin Laden. Una profezia sul mercato dell'oro

Osama bin Laden il fondatore e leader di al Qaeda seguiva i mercati. In un manoscritto ordinava: "Nei prossimi cinque anni il prezzo dell'oro raggiungerà i 3mila dollari l'oncia"

Il fondatore e leader di Al Qaida, Osama bin Laden, nel dicembre del 2010, poco prima del raid dei marines in cui poi avrebbe perso la vita, diede istruzioni chiare per il mantenimento economico della cellula terroristica.

Una lettera trovata nel compound di Abbottabad e scritta a mano dal leader sunnita sarebbero scritte tutte le mosse necessarie per permettere il sostentamente dei terroristi. un'ordine chiaro: comprare lingotti e monete d'oro. Nella missiva si legge: "La tendenza complessiva del prezzo dell'oro è al rialzo. Anche se ci sono cali occasionali, nei prossimi cinque anni il prezzo dell'oro raggiungerà i 3mila dollari l'oncia".

Previsioni ottimistiche ma non del tutto errate. Infatti l'oro raggiunse 1.900 dollari ad oncia come picco. Nel manoscritto si evidenziano dettagli prima d'ora meno conosciuti di bin Laden. Un uomo molto attento ai mercati ed interessato dalla crisi economica.