L'ultimo gesto di Esselunga per commemorare Caprotti

Esselunga in segno di lutto per la scomparsa di Bernardo Caprotti, fondatore delle fortuna catena di supermercati, ha comunicato che lunedì 3 ottobre tutti i negozi rimarrano chiusi

Esselunga, il supermercato diffuso soprattutto nel Nord e nel Centro Italia, è rimasto orfano del suo patron Bernardo Caprotti.

La decisone dopo la scomparsa del Dottore

Caprotti si è spento a pochi giorni dal suo novantunesimo compleanno. La notizia ha sconvolto l'Italia e i suoi dipendenti. Solo poche settimane fa, il Dottore aveva dato mandato alla banca d'affari Citigroup perché valutasse la vendita di Esselunga. Una partita da 6 miliardi che interessa Cvc e Blackstone. Ma il passaggio di testimone non lo vedrà.

I suoi dipendenti e l'amministrazione del supermercato hanno deciso in segno di lutto che tutti i negozi d'Italia rimarrano chiusi lunedì 3. Lo fanno sapere dal sito web ufficiale: "Lunedì mattina tutti i negozi Esselunga rimarrano chiusi in segno di lutto per la scomparsa del fondatore Dottor Bernardo Caprotti". (Clicca qui per leggere il messaggio)