Luttwak a Draghi: "La Bce è come un pusher"

Il politologo analizza la crisi della Grecia e punta il dito contro la banca centrale

Edward Luttwak contro tutti. Il politologo ed esperto di scienze strategiche analizza, in un'intervista al Messaggero la crisi della Grecia e il tira e molla dei vertici infiniti di Bruxelles. "I vertici dell'Ue "avrebbero dovuto prendere in mano la trattativa e negoziare col governo di Atene, mostrando anzitutto il libro delle regole, spiegando in cosa consistano e poi buongiorno e arrivederci. Invece hanno tirato per le lunghe, 5 anni di tira e molla e tra sì e no, per dire alla fine no. Il paziente - sottolinea -, che è un po' pazzoide, nel frattempo ha continuato a non applicare le regole e il risultato è che tutte le istituzioni Ue, l'intero fenomeno Europa, si sono ridotti a un livello tale che la cosa più produttiva sarebbe lasciare cadere queste istituzioni e tornare al mercato comune, che invece è stato un successo e funzionava bene".

Poi Luttwak punta il dito contro Draghi: "Il peggiore si è rivelato la Bce - esordisce -, che funziona come il venditore di droghe all'angolo della strada di un quartiere a rischio- Con il risultato di un disastro culturale e sociale: la Bce ha continuato a prestare soldi alle banche per comprare obbligazioni di Stato e così gli Stati hanno continuato a emettere carta che non aveva alcun valore se non fosse stato per gli interventi della Bce. Una commedia che non può che avere una brutta fine. Quindi, la crisi geopolitica della Grecia c'è già stata".

Commenti

Rossana Rossi

Lun, 13/07/2015 - 10:43

Verissimo............

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 13/07/2015 - 11:21

Già, alle banche interessa incassare gli stratosferici interessi di questi titoli spazzatura. Al recupero del capitale versato, tanto, ci penseranno quei gonzi di neurolandia. Pagando fior di tasse.

zingozongo

Lun, 13/07/2015 - 11:28

ma se e per questo pure l altra banca centrale , quella americana della fed sta pompando molti soldi nel sistema con i loro continui quantitative easing, oramai non si contano gli economisti usa e gestori di fondi che parlano di una bolla destinata a sgonfiarsi, una bolla peggiore di quella del 2008..

marygio

Lun, 13/07/2015 - 11:42

la bolla l'avete nel cervello

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 13/07/2015 - 12:02

Concordo con Luttwak. Si ritorni al Mercato Comune e si sciolga l'UE e l'Euro che stanno distruggendo l'economia delle anzioni e la loro sovranità.

agosvac

Lun, 13/07/2015 - 12:35

A me sembra che lutwacc che tra l'altro ha un nome prettamente tedesco, non abbia capito gran che il ruolo di Draghi. Se non ci fosse stato Draghi in questi anni alla guida della BCE a quest'ora saremmo tutti nelle mani di cruccolandia: l'unico che è riuscito ad opporsi, almeno in parte, all'idiozia tedesca è proprio Draghi.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Lun, 13/07/2015 - 12:39

Sempre più chiaro, i cosi detti paesi industrializzati occidentali risultano dominati dal potere delle lobby bancarie. Segno che in giro, ormai da circa un ventennio, non vi sono politici seri e competenti che sappiano fare politica e governare gli stati. Evidentemente affidare le sorti politiche a figure provenienti dal mondo bancario in modo da dirottare qualsiasi scelta al volere finanziario non è stato un bene, anzi ha aumentato a dismisura questo potere che oggi non fa altro che tiranneggiare e decidere a proprio piacimento le sorti degli stati ricattandone il salvataggio su eventuali default per attingere sempre di più dalle classi deboli che per contro sono sempre più povere. Schifo di banche e maledetti soldi......

abocca55

Lun, 13/07/2015 - 12:50

Questi sono diventati ricchi e potenti nonostante la loro limitatissima Intelligenza, la Sophia, la Beatrice di Dante, che intender non la può chi non la prova.

hornblower

Lun, 13/07/2015 - 13:55

E' carta senza valore perché dietro non c'è una Banca Centrale che la garantisce, difende e rimborsa con la sua moneta sovrana. Antonio Mantero

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Lun, 13/07/2015 - 14:26

Luttwak ha perfettamente ragione. Quando Draghi non potrà più comprare titoli di stato "farlocchi" per calmierare lo spread, quello che sta accadendo oggi alla Grecia toccherà a noi. E' solo questione di aspettare un annetto.

lamiaterra

Lun, 13/07/2015 - 15:40

RADICI CRISTIANE: UNA EUROPA SENZA RADICI SCRITTE NELLA COSTITUZIONE EUROPEA E' UN EUROPA SENZA ANIMA E NON PUO' ESISTERE. -- Bisogna che ogni popolo si riprenda la loro totale sovranità altrimente ci venderanno anche la terra Italiana e diventeremo stranieri a casa nostra. ORA al più presto ci vuole un governo di unità nazionale composto da Italiani di esperienza sia di destra che di sinistra e cocciare i PUPAZZI DI PEZZA CHE CI GOVERNANO. A questo punto faranno meglio all'Italia e agli Italiani.

lorenzovan

Lun, 13/07/2015 - 15:46

beh...allora giappone e usa che stampano soldi senza fermarsi...dovrebbero essere gia' tutti falliti e morti..lolol

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 13/07/2015 - 15:59

Come dire che il prof. Romano Prodi non ne ha fatta una giusta.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 13/07/2015 - 17:06

CARO LORENZONE, non sono un economista però,stampare soldi per metterli sul mercato sotto forma di liquidita circolante, e ben diverso che darli alle banche perchè ci comprino titoli di stato. O NÒ!!!! Saludos dall'AVANZO DI OSTERIA nonche E-RUTTATORE ed UBRIACONE (Pontalti copyright)che vive in Nicaragua.

franco-a-trier-D

Ven, 17/07/2015 - 12:15

ancora quoi questo guerrafondaio? Stock47 credi che se si ritorna al Mercato Comune Europeo sia come prima? ILLUSO. ci sarà da piangere per tutti.Ecco il vostro errore che credete di tornare come prima mentre sarete come la Grecia attuale o peggio.

franco-a-trier-D

Ven, 17/07/2015 - 12:16

ancora quoi questo guerrafondaio? Stock47 credi che se si ritorna al Mercato Comune Europeo sia come prima? ILLUSO. ci sarà da piangere per tutti.Ecco il vostro errore che credete di tornare come prima mentre sarete come la Grecia attuale o peggio...