Il macabro racconto del pedofilo: "Adescavo i bambini con i dolci, li uccidevo e li gettavo nelle fogne"

Ravinder Kumar, arrestato per avere violentato e ucciso dei bambini, ha confessato "senza mostrare segno di pentimento" di aver ucciso oltre 30 bambini

Il 24enne indiano Ravinder Kumar, arrestato per avere violentato e ucciso dei bambini, ha confessato "senza mostrare segno di pentimento" che le sue vittime dal 2008 sono state 30, il doppio dei 15 che aveva dichiarato inizialmente. Lo ha riferito il sottocommissario della polizia di Nuova Delhi, Vikramjeet Singh, che dirige il caso. "Ha confessato di avere violentato e ucciso 30 bambini", ha detto Singh, aggiungendo che Kumar "non ha mostrato alcun segno di pentimento". Kumar, ha proseguito il responsabile delle indagini, ha fornito alla polizia "la posizione approssimativa dei luoghi in cui ha gettato i corpi delle vittime, località sparse in varie zone di Delhi e negli Stati di Haryana e Uttar Pradesh", perciò ancora non ci sono conferme della testimonianza.

Kumar era stato arrestato il 16 luglio, perché sospettato di avere avuto a che fare con la scomparsa di una bambina. Due giorni dopo ha confessato alla polizia della capitale di avere stuprato e ucciso 15 minorenni. Durante gli interrogatori, l'uomo ha spiegato che adescava le sue vittime, sia maschi sia femmine, con caramelle o denaro, le portava in luoghi isolati e ne abusava per poi ucciderle. In seguito, seppelliva i corpi o li gettava nelle fogne.

Commenti

vince50

Mar, 21/07/2015 - 17:22

No comment,troppo scontato.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 21/07/2015 - 17:49

Se si pensa che in Italia c'è qualche testa gloriosa che teorizza l'abolizione del carcere... Ma è successo in India: lì sanno come trattare simili casi.

titina

Mar, 21/07/2015 - 19:32

ma perchè si chiama pedofilo che significa amante dei bambini? Chi ama non uccide. Si dovrebbe chiamare pedofobo assassino.

madda

Mar, 21/07/2015 - 19:43

Il pedofilo è indiano un mostro aberrante...Ma perchè non parliamo delle aberrazioni del Forteto di Fiesoli che ha fatto delle porcate allucinanti abusando bambini di tutte le età? E chissà quali altre meraviglie succedevano nella comunità degli orrori di stampo becero comunista Piddino...Ma su questa storia si tiene sempre un silenzio assordante,ovviamnete per coprire le nefandezze anche di nomi altisonanti chi lo sa...:))

fisis

Mar, 21/07/2015 - 20:38

In India pare abbiano la pena di morte. In questo caso mi pare una pena anche troppo lieve. Mi sembrerebbe più appropriato quanto suggerisce Gesù nel Vangelo per chi solo scandalizza un piccolo: legargli il collo a una macina di mulino e gettarlo nel fondo del mare. Ma questo suonerebbe eccessivo per l'attuale gerarchia vaticana cattocomunista. In India forse no.

Pisslam

Mar, 21/07/2015 - 22:27

escludo che il "magistrato" di turno lo lasci in libertà come accadrebbe in Italia....questo sarà a breve un pasto per i vermi

il veniero

Mer, 22/07/2015 - 08:49

casi del genere o come Marcinelle meritano la pena di morte per la crudeltà e la violenza assoluta verso vittime indifese -