La madre di Bossetti chede di vedere il figlio

Bossetti è in carcere dal 16 giugno per l'omicidio di Yara Gambirasio

Ester Arzuffi, madre di Massimo Giuseppe Bossetti, il 44enne muratore di Mapello arrestato per l’omicidio di Yara Gambirasio, chiede di poter incontrare il figlio che dal 16 giugno scorso si trova in isolamento nel carcere di Bergamo. Nei prossimi giorni l’avvocato Benedetto Maria Bonomo presenterà un'istanza apposita in Tribunale. Una volta ottenuto il "visto" degli inquirenti, la donna potrà vedere per la prima volta dall’arresto il figlio che lei giudica, come ha avuto modo di affermare nelle settimane scorse, "innocente". Così come Ester Arzuffi continua a negare di avere avuto una relazione da giovane con Giuseppe Guerinoni, l’autista di autobus ormai deceduto e padre, secondo le ricostruzioni operate dagli inquirenti sulla base dei Dna raccolti, di Ignoto 1, poi individuato in Bossetti.

Commenti
Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Dom, 06/07/2014 - 17:18

tanto basta che dira che e' innocente, che ce l'hanno con lui, che ha fatto una vita casa-e-chiesa, che le sue erano solo cene eleganti, e mettiamoci pure i cattivi giudici comunisti, e il buon muratore se ne tornera a casa dalla sua casta mammina. Ci fosse pure la prova-video, ci sarebbero i soliti subumani che crederebbero alla sua innocenza. Evviva, tutti in coro, tenetevi per mano e cantate "meno male che bossetti ceeeee". Fate schifo, pedofili!!!

titina

Dom, 06/07/2014 - 17:37

L'incontro di due "innocenti"?

Raoul Pontalti

Dom, 06/07/2014 - 17:38

Vorrà spiegargli che se uno come lui sta al fresco è perché da figlio di...perfetta gentildonna padana tutta casa, chiesa e camporella non ha saputo resistere al richiamo della foresta. E' innocente dunque il figlio, proprio ocme la madre...

cakecake

Lun, 07/07/2014 - 10:19

Non condivido, ma certo non cindanno la signora per aver tradito il marito, queste cose accadono al nord e al sud, a quelli di destra e a quelli du sinistra, la condanno invece per aver taciuto quando e' venuto fuori di chi era il dna e ancora oggi per continuare a negare l'unica cosa certissima: non e' figlio di suo marito.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 07/07/2014 - 10:46

Prima la scelta del silenzio, ora un'improvvisa frenesia esternativa. Forse gli avvocati l'avranno "imparato" sulle note capacità trasmigratorie del DNA.

Libertà75

Lun, 07/07/2014 - 11:28

@raoul, si renderà conto di essere diventato stucchevole con le sue questioni morali sulla padania? Da ex buon fascista noterà con piacere di esser scaduto nel tipico razzismo di sinistra ossia quello verso i propri simili e vicini. Buongiorno a lei

Raoul Pontalti

Lun, 07/07/2014 - 15:19

No Libertà75, faccio il verso a quelli che cianciano di superiorità morale della terra della pellagra e della nebbia sulle altre "nazioni" compresa la mia alpina, che muggiscono come bovi caricando contro lo straniero sempre brutto sporco e cattivo e per giunta anche disgregatore delle tradizioni padane, come quella delle corna....