La madre di Daniele Belardinelli: "Non giustifico mio figlio, ma ora lasciatelo in pace"

Viviana Priester, madre del tifoso ucciso da un Suv durante gli scontri prima di Inter-Napoli, si è sfogata su Facebook: "Daniele non era un delinquente"

"Mio figlio è da un giorno che è morto e nessuno può avere l’idea di cosa posso provare. E non lo descrivo neanche perché è indescrivibile. Per chi non lo sa io sono la mamma di Daniele Belardinelli. Si sono la mamma di quel ragazzo che è morto negli scontri a Milano tra ultras". Viviana Priester, madre di Daniele Belardinelli rompe il silenzio sulla morte del figlio, travolto da un Suv durante gli scontri prima di Inter-Napoli del 26 dicembre.

La donna ha affidato a un post su Facebook il suo sfogo, condiviso dalla pagina Ultras United: "Leggo che era un delinquente, i telegiornali lo dicono, i social lo dicono. Ma io sono sua madre. Sono quella che l’ha tenuto tra le braccia con amore e visto crescere. Sono quella che lo sgridava per ogni sbaglio ma anche quella che ha avuto i suoi abbracci e i suoi buongiorno al cell. Daniele era un figlio affettuoso e un uomo generoso. Daniele era solare e sorridente e non è il figlio che descrivete".

Infine, si legge: "Non lo giustifico ma vi chiedo da madre di lasciarlo in pace da adesso in poi Che riposi in pace e che sia ricordato come io lo ricordo fuori dal mondo del calcio uomo figlio padre marito fratello dolcissimo .Vi prego basta. Daniele deve riposare. Grazie se un po’ mi avete compreso. Riposa in me figlio mio. Se volete farmi un piacere fate girare il mio post. Deve arrivare a tutti. Viviana Priester".