Loris, Veronica scrive al marito: "Come puoi credere sia stata io?"

In una lettera, Veronica Panarello chiede al marito Davide di credere alla sua innocenza: "Come puoi credere che io abbia potuto uccidere nostro figlio?"

Veronica si professa ancora innocente. Lo scrive in una lettera, pubblicata dal sito Tgcom24, al marito Davide: "Caro Davide, sono amareggiata profondamente dal comportamente che hai avuto nei miei confronti. Come puoi credere che io abbia potuto uccidere nostro figlio?".

Prosegue poi ricordando i giorni felici: "Tu sai che mamma sono stata io e quale affetto abbia avuto per i nostri bambini".

Ma, dalla felicità di un tempo, Veronica passa poi alla sofferenza dei giorni immediatamente successivi alla morte del piccolo Loris e a quelli del carcere: "È un'atroce sofferenza la morte di Loris, così come atroce sofferenza è la mia carcerazione. Mi sento sola e abbandonata da tutti".

Un pensiero va poi al figlio più piccolo, che ha compiuto gli anni ieri, il giorno in cui Veronica ha scritto la lettera: "È il compleanno del nostro figlio più piccolo ed anche a lui va il mio pensiero".

Si professa infine nuovamente innocente e chiede al marito di ricredersi: "Sono innocente. Ti prego di ricrederti. Io so che tu nel cuore mi consideri innocente".

La famiglia Stival, dopo aver ricevuto il nulla osta dalla procura per la riconsegna della salma, ha deciso che i funerali del piccolo Andrea Loris si terranno domani alle 15 nella chiesa di san Giovanni Battista a Santa Croce Camerina.

Commenti
Ritratto di bergat

bergat

Mer, 17/12/2014 - 10:18

Ecco un'altra persona che viene condannata , prima di trovare prove e movente. Che schifo!!!

james baker

Mer, 17/12/2014 - 10:20

IPOTESI : Loris non voleva andare a scuola e la mamma voleva punirlo. Gli ha legato le mani e lo ha chiuso in garage in castigo. E' quindi andata a fare le faccende in casa e quando ha finito é tornata in garage per liberare Loris. Per cause sfortunate il bambino , per cercare di liberarsi, non ha respirato più ed é morto. [[[ Una brava assistente sociale, potrebbe chiedere a questa donna se le cose sono andate in questo modo ??? ]]]. Nel panico, questa donna POTREBBE AVER FATTO IL RESTO COMPLETAMENTE FUORI DI SE'. Ripeto : IPOTESI. -james baker-.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 17/12/2014 - 10:23

No dai, è ovvio. Il bimbo si è legato da solo e, da legato, si è strozzato da solo. Poi da morto, si è recato da solo verso il mulino e si è adagiato da solo mentre la mamma era a scuola di cucina. Dai, basta con queste illazioni del tipo 'è stata la mamma è stata la mamma'...

dario zagolin

Mer, 17/12/2014 - 10:32

in Francia era un fatto sociale grave.vi ho vissuto 42 anni;l autosoffocamento per sfida e per piacere.con sciarpe fazzoletti o altro;sempre mortali il filo di ferro e le fascette autobloccanti;fascia di eta fra gli 8 ed i 15 anni e potrebbe essere un suicidio grazie Dario Zagolin 049685661 nilogaz@hotmail.com

linoalo1

Mer, 17/12/2014 - 10:53

Se solo ci fosse un'altra pista da seguire,forse qualcuno la ascolterebbe!Invece......!Lino.

james baker

Mer, 17/12/2014 - 11:03

La mia ipotesi (ho dimenticato di dire ...) é rivolta alle persone di buon senso CHE SANNO LEGGERE L'ITALIANO. NON é rivolta a squilibrati mentali in preda a sostanze stupefacenti pesanti. -james baker-.

Ritratto di bergat

bergat

Mer, 17/12/2014 - 11:27

Al 99,9% potrebbe essere stata lei, ma hanno le prove? hanno il movente? No e allora deve essere dichiarata innocente per insufficienza di prove.

Ritratto di bussirino

bussirino

Mer, 17/12/2014 - 11:38

Abbiamo degli inquirenti un po' incapaci. É lampante che l'insistenza di dichiararsi innocente dell'indagata debba credersi veritiera. Infatti si dichiara innocente di aver uccisa il proprio figli. C'é da crederci. E allora, visto che non si trova lo zainetto, non si vede chi guida la macchina in entrata e uscita dal garage la risposta viene spontanea: Il bambino entra in casa, l'amante di lui' abitando nel palazzo possibilmente nello stesso piano, lo trascina nel suo appartamento uccidendolo complicitá della madre ma non presente. La madre mette l'auto nel garage, l'amante carica il bambino giá morto nel bagagliaio e con l'auto di lei lo porta dove é stato trovato rientrando nel garage. Qui rimane solo di chiedere agli inquirenti di fare una accurata perquisizione in tutti gli appartamenti del palazzi dove in uno di questi troveranno lo zainetto corrispondente all'appartamento dell'amante. Il movente? Il figlio ha scoperto la relazione segretissima dove i rapporti avvenivano solo di notte in abitazione di lui o di lei. Avendo nel suo dna il vizietto della madre di lei di fare qualche scappatella ed avendo rimproverato la madre, doveva tener nascosto le sue scappatelle. Insomma, lei non puó parlare e allora gli inquirenti devono capire......se dei rapporti che avvenivano di notte dentro il palazzo i vicini non possono sapere nulla elogiando la donna solo per quello che conoscono. Quindi il ritrovamento dello zainetto dará la svolta sicura dell'inchiesta.....

Nerone2

Mer, 17/12/2014 - 11:49

bergat... nessuno e' stato condannato per il momento. La madre puo' sempre dimostrare un alibi o prove della sua innocenza.

Nerone2

Mer, 17/12/2014 - 12:18

james baker, rileggiti quello che hai scritto. Difficilmente si muore per soffocamento avendo solo le mani legate.

Nerone2

Mer, 17/12/2014 - 12:26

bussirino... possibile o non possibile la sua versione. Domanda: se il figlio ha scoperto la relazione "segretissima" della mamma con qualch'uno della porta accanto o del condominio, pensa che Loris bambino di otto anni sarebbe tornato nell'appartamento da solo invece di andare a scuola?

Boxster65

Mer, 17/12/2014 - 12:44

@James Baker ore 10.20 e 11.03. Qui di squilibrato mentale vedo solo Lei. A parte il fatto che una madre che punisse il figlio legandolo ai polsi con fascette da elettricista andrebbe comunque chiusa in galera a prescindere dall'esito letale o meno dell'evento.... ma qui il povero bimbo risulta essere stato strozzato con fascette da elettricista, ma cosa sta dicendo?? Mi vuole far credere che la mamma per "punirlo" gli ha stretto al collo delle fascette da elettricista?? Per cortesia, si faccia curare.... ma da uno psichiatra bravo, ne ha bisogno!!

james baker

Mer, 17/12/2014 - 13:17

Nerone2 Mer, 17/12/2014 - 12:18 : hai ragione . Una volta, per punire, ti mettevano dietro alla lavagna con le orecchie dell'asino. E se per caso, oltre ad avere le mani legate, Loris fosse stato legato per il collo al termosifone per non farlo fuggire ? Ammesso che la mia ipotesi rimane ipotesi, ma nell'ipotesi c'é di vero che una simile punizione puo' essere stata l'ultima di altre volte simili. La madre, sapendo e conoscendo le possibili reazione del Loris, ha pensato bene inconsciamente di prendere tutte le contromisure per stare tranquilla per le pulizie di casa. E poi, carissimo Nerone, non ti debbo spiegare io come si fa ad incendiare Roma ... tu lo sai benissimo. Con simpatia. -james baker-.

Nerone2

Mer, 17/12/2014 - 13:34

james baker... ma lei e' un comico o uno squilibrato mentale?

james baker

Mer, 17/12/2014 - 13:36

Boxster65 Mer, 17/12/2014 - 12:44 : anche tu hai ragione. E' una constatazione che sei di un altro pianeta, per non dire di un altro sistema solare. Ti faccio un esempio : il mio maestro delle elementari, per non farsi toccare il registro di classe, mise un antifurto al cassetto della cattedra che non posso dire qui sul blog. Peggio delle fascette elettriche, ... e questo maestro (che saluto molto affettuosamente), non é mai andato in galera e non é stato mai fucilato in pubblico sulla pubblica piazza ... -james baker-.

james baker

Mer, 17/12/2014 - 14:00

Nerone2 Mer, 17/12/2014 - 13:34 ... di più ..., di più ..., ... moooooooooooooollllllllto di più ! -james baker-.

Boxster65

Mer, 17/12/2014 - 14:55

@james baker ore 12.44. Spero che oltre che dallo psichiatra tu ti faccia fare anche una bella vasectomia. Scrivi cose abberranti (da codice penale oserei dire) bambini legati dai genitori per punizione alle mani ed al collo al termosifone???!!! Ma chi ti ha cresciuto? Hannibal the Cannibal??

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 17/12/2014 - 15:22

Continuate ad accapigliarvi, ma non ne vale la pena, la 'signora' in questione non vede l'ora di essere invitata in qualche trasmissione televisiva, aprirà il rubinetto delle lacrime e tutti la giudicheranno innocentissima,in Italia il 'cuore di mamma' è sempre molto apprezzato, che siano o no madri assassine è un particolare di secondaria importanza.

Nerone2

Mer, 17/12/2014 - 16:09

Euterpe, buon giorno. In genere, le persone hanno difficolta' a comprendere ed accettare "come una madre possa uccidere il proprio figlio." ... Madri assassine esistono purtoppo ma spesso non viene accettato dalla comunita'.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 17/12/2014 - 17:11

@Nerone2- Su un altro articolo ho tentato di capire e di spiegare( con i limiti miei e dello spazio a disposizione) le motivazioni profonde, aviencestrali,per cui nell'immaginario collettivo non vi è posto per il pensiero della madre assassina, qui aggiungo che basti pensare come anche in campo religioso la sublimazione della maternità sia rappresentata dalla Madonna,soprattutto 'Madre', e 'Vergine', con quest'ultimo attributo si è eliminato tutto ciò che concerne la fisicità femminile,ma qui poi entreremmo in un altro discorso,anche se attinente,ma troppo lungo e complesso. Cordialità.

Ritratto di bergat

bergat

Mer, 17/12/2014 - 17:13

@nerone 2 Non sta alla madre fornire un alibi credibile, perchè potrebbe non averlo, ma all'accusa provare al di là di ogni ragionevole dubbio che sia stata lei.

morghj

Mer, 17/12/2014 - 17:14

Per quanto a mia conoscenza non ho idea se questa madre sia colpevole o innocente. Certo che ho l'impressione che da quando si è stabilito che i magistrati dirigano le indagini, in questo Paese ben poche inchieste si concludono con un esito convincente. Mi sembra che molte persone vengano condannate senza prove inconfutabili, ed altre vengano scagionate in modo troppo superficiale. Un vero disastro!!! I cittadini onesti devono toccare ferro e sperare di non avere mai a che fare con questa giustizia, perchè può succedere veramente di tutto.

james baker

Mer, 17/12/2014 - 17:53

Pertanto, mi date ragione alla fine !!! - Se non ci sono le prove provate, tutte le teorie, tutte le ipotesi, tutto é possibile e tutto plausibile. Se invece la Legge esistente fosse applicata, E NON INTERPRETATA, le cose marcerebbero diversamente. Invece, mi sembra di credere che questa gente assassina, continua ad uccidere ... tanto, tra cinque o sei anni se va male sto fuori meglio di prima, con la pensione, il frigorifero pieno senza problemi. E' questo che dovete capire. Senza prove, la giustizia non ha effetto : dovete mettere in galera chi fa le indagini fasulle, leggere, tutti superesperti d'oro soltanto per consumare l'inchiostro e materiale di laboratorio. E' questo che dovete capire. Una volta funzionava, senza impronte e senza telecamere. CHISSA' PERCHE' ????? -james baker-.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 17/12/2014 - 17:55

@nerone 2 - Mi scusi l'"aviencestrali", da leggersi 'ancestrali'.

Nerone2

Mer, 17/12/2014 - 17:57

bergat, cosa scrive? - Non sta alla madre fornire un alibi credibile ? - E chi dovrebbe fornire agli inquirenti un alibi? Babbo Natale? Chi dovrebbe dimostrare che il bambino e' stato portato a scuola? La Befana?

Nerone2

Mer, 17/12/2014 - 18:22

Euterpe, ho capito perfettamente la sua riflessione del suo commento. :-) ...

james baker

Mer, 17/12/2014 - 18:25

La madre, se l'avvocato ha le palle, non deve dare niente : se non hanno le prove, é la madre o l'avvocato della madre che gliele va a dare ????? Voi non state bene !!! Mettete in galera chi ha speso un sacco di soldi per telecamere che non valgono niente : vi ricordo che ci stanno certi radar che ti fotografano a 50,0000000001 chilometri all'ora e ti arriva la contravvenzione con pure l'analisi del sangue e la TAC completa !!! A questo assassino/a gli dovete dare il premio nobel , non per niente lo ha messo nel sacco a tutte le ultime diavolerie elettroniche, che servono solo per fare una bella insalata, per non dire parolacce a quest'ora della sera !!! Saluti. -james baker-.

Ritratto di bergat

bergat

Mer, 17/12/2014 - 20:42

Una persona è innocente fino a prova contraria, se vogliamo vivere in una democrazia. Sta agli inquirenti dimostrare che quella vettura aveva la targa della donna e che alla guida ci fosse lei. E dalle telecamere l'immagine non è certa, perlomeno in questo caso. Posso essere d'accordo che sia stata lei al 99,99%, ma se non esiste movente e prove certe al di là di ogni ragionevole dubbio,la persona non puo' essere ritenuta colpevole.