Mafia Capitale, arrivano le prime condanne

Condannati i quattro che avevano chiesto il rito abbreviato

Sono arrivate le prime quattro condanne per lo scandalo Mafia Capitale che ha travolto il Campidoglio negli scorsi mesi.

A emettere le sentenze è stato il gup Anna Criscuolo, chiamata a decidere sui riti abbreviati. L'ex responsabile del coordinamento nomadi del Campidoglio Emanuela Salvatori ed Emilio Gammuto, il dipendente delle coop vicino a Salvatore Buzzi, dovranno scontare rispettivamente quattro anni e cinque anni e quattro mesi di reclusione per corruzione. Raffaele Bracci e Fabio Gaudenzi, secondo gli inquirenti vicini a Massimo Carminati, l'ex nar considerato capo del cosiddetto "mondo di mezzo", sono stati condannati a quattro anni per usura.