Di Maio, si va verso l'ordinanza di abbattimento degli abusi edilizi

Avranno vita breve i quattro manufatti, ritenuti abusivi, sequestrati nel terreno di proprietà al 50% di Antonio Di Maio, padre del vicepresidente del Consiglio

Nel giorno in cui Antonio Di Maio chiede scusa a tutti (ai lavoratori, alla sua famiglia e al vicepremier Luigi), mostrandosi in un video pubblicato su Facebook, da Mariglianella (Napoli) arriva la notizia che quattro manufatti, ritenuti abusivi, sequestrati nel terreno al 50% di sua proprietà, a breve dovrebbero essere abbattuti. A renderlo noto sono gli uffici comunali, che hanno dato il via al procedimento che si dovrebbe concludere con un’ordinanza di demolizione.

La notizia è stata confermata dagli amministratori comunali della giunta, guidata dal sindaco Felice Di Maiolo, che aveva inviato i vigili urbani sul posto per accertare se su quel terreno fosse tutto conforme ai dati catastali. Un fascicolo, intanto, è stato aperto alla procura di Nola.

Sul terreno è stata anche sequestrata una piazzola con alcuni rifiuti classificati come "speciali", che sarebbero dovuti essere smaltiti. In questo caso si procederà alla bonifica dei suoli.

Commenti

bremen600

Lun, 03/12/2018 - 21:21

io non ho mai sentito parlare di manufatti come abusivismo edilizio.i rifiuti speciali sarebbero un bidone e 2 bombole del gas?

killkoms

Lun, 03/12/2018 - 22:52

dima,te e i tuoi compari avete aiutato i sinistri a cacciare silvio dal parlamento,ora però stato sperimentando sulla tua pelle l'accanimento giudiziario1