Di Maio ora vuole comprare l'arbitro

Nuove accuse a Draghi, ma gli italiani hanno paura per i loro soldi

Luigi Di Maio continua a difendere la manovra del governo. Dice che per la prima volta «toglieremo a banche e assicurazioni per dare ai cittadini» pur sapendo che banche e assicurazioni, per non fallire, si rifaranno immediatamente sui cittadini aumentando i costi di servizi e polizze. Dice ancora Di Maio, facendo riferimento alle parole allarmanti pronunciate giovedì dal governatore della Banca centrale europea sul fatto che la manovra potrebbe creare danni a famiglie, imprese e banche, che «Mario Draghi avvelena i pozzi» e che «un italiano come lui dovrebbe tifare Italia».

Sono accuse gravi e, spalleggiate con violenza verbale dai leghisti Borghi e Bagnai, in contraddizione tra loro. Secondo la prima («avvelenare i pozzi»), Draghi sarebbe un disonesto; con la seconda («dovrebbe tifare Italia») gli si imputa di non essere disonesto, cioè di tenere fede al giuramento di neutralità fatto il giorno che prese la guida della Bce, istituto che è patrimonio di tutta l'Europa e non di un singolo Stato.

Con la sua dichiarazione dal senno sfuggita, Di Maio ieri ci ha confessato che, per vincere la partita in cui sta soccombendo, spera di comprare l'arbitro. Vorrebbe che Draghi, in quanto «italiano», si girasse dall'altra parte mentre lui segna il gol in netto fuorigioco. Prova che Montanelli aveva ragione quando scriveva che «in Italia i regimi politici passano, ma i furbi e gli asini restano».

Tutti noi tifiamo Italia, e per questo siamo sugli spalti e non in campo. Al tifoso non importa se la partita è truccata, vuole solo vincere. E ci sta. Ma il giocatore deve rispettare le regole e l'arbitro vigilare che ciò accada. Di Maio va in campo come farebbe un ultrà, simulando falli in area e urlando «arbitro cornuto e avvelenatore di pozzi». Il problema è che qui non siamo a San Siro e in palio non ci sono tre punti, ma la tenuta economica di un Paese.

Immagino che Draghi questo volesse ricordare a tutti non solo all'Italia con quella dichiarazione che appare come l'ultimo, accorato appello di uno scienziato dei numeri a fermarsi prima che sia troppo tardi. Perché a non tornare sono i conti, non le politiche più o meno condivisibili di uno Stato sovrano che non mi risulta lo interessino. Tanto che, se ci fosse la Var in campo - per rimanere in metafora calcistica , potremmo verificare come, durante il suo governatorato, l'arbitro Draghi con l'Italia sia stato sì imparziale, ma diciamo benevolo nei suoi giudizi.

Commenti
Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Sab, 27/10/2018 - 16:38

CARO DIRETTORE COME SEMPRE DISTORCI TUTTO, DI MAIO HA RAGIONE TUONANO PERCHE' SIA I TUOI AMICI DEL PPE CHE GLI SINISTROIDI VI SIETE VENDUTI POPOLI INTERI, ORMAI TUTTI SI SON DESTATI E NONOSTANTE VOI MEDIA TUTTO STA' SCOMPARENDO. PPE E' UNO DEI PROBLEMI QUELLO CHE DICE DRAGHI E' SOLO QUELLO CHE DITE TUTTI VOI COMPRESO QUEL SENZAVOTI DI TAJANI CHE CERTAMENTE NON HA UN ELETTORATO ALLE SPALLE E NESSUNO LO VOTA DI SICURO FANFARONE COM'E'. VEDO CHE DI MAIO COMUNQUE E' IL SUO INCUBO PEGGIORE DATO CHE OGNI EDITORIALE E' DEDICATO AI POSSIBILI DISASTRI CHE COMUNQUE ABBIAMO GIA VISTO PASSARE CON QUESTA STUPENDA E MERAVIGLIOSA EUROPA. SI RILASSI DI MAIO NON LA FARA' MORIRE DI FAME AVRA' LA POSSIBILTA' DEL REDDITO MA NON DI MILLE EURO COME PROMESSO DAL BERLUSCA SI DEVE ACCONTENTARE DI 780. CORAGGIO MEGLIO CHE NULLA

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Sab, 27/10/2018 - 17:15

Invito il Direttore Sallusti a leggere il libro di Murray N. Rothbard "il mistero dell'attività bancaria " editore Usemlab. Cambierà idea sulle banche centrali e su quelle commerciali. Altro che arbitri.

Popi46

Sab, 27/10/2018 - 18:02

@cuginifabio: post delirante, mica per niente, ma la moltiplicazione dei pani e dei pesci è avvenuta un paio di millenni fa, ad oggi la stessa moltiplicazione è solo un pagherò che peserà sui posteri.... tanto che importa a noi oggi, nel lungo periodo saremo tutti morti. Sbaglio?

Ritratto di mauriziogiuntoli

Anonimo (non verificato)

INGVDI

Sab, 27/10/2018 - 18:15

I nemici dell'Italia non sono Draghi e l'Europa, ma Di Maio e Salvini. Il primo, coerente con il proprio pensiero, detta provvedimenti economici attuando la politica della "Decrescita felice", il secondo lo lascia fare diventandone complice. Fanno da corollario i simpatici Borghi e Bagnai, loro vogliono uscire dall'euro, ma non ne hanno il coraggio, temono infatti una svalutazione del 50% della moneta di Stato e le conseguenze della folla inferocita. Comunque tutti i nominati sono malati, per loro natura o perché contagiati, di un pensiero socialcomunista che ci porterà alla rovina.

Anonimo (non verificato)

FlorianGayer

Sab, 27/10/2018 - 18:16

Lei è troppo poco cattivo con Di Maio. Punto primo-Il problema non è che le banche e le assicurazioni si rifaranno sui cittadini, il problema è che, castigare generalmente le banche e le assicurazioni è sciocco. Ciò che bisogna richiedere è ovviamente un comportamento corretto, ma se lavorare come banca o assicurazione diventa difficile, chi accidenti garantirà il credito e i vari servizi assicurativi? Punto secondo-Lei dice il giusto: Draghi non ha il dovere di tifare Italia, deve essere indipendente. Ma qui è peggio: si chiede a Draghi di tifare per il governo italiano. Praticamente, chi si esprime contro il Governo del Cambiamento è antitaliano. Sono affermazioni molto gravi.

Ritratto di Unicum68

Unicum68

Sab, 27/10/2018 - 18:23

Cavolo io daccordo con Sallusti che spara a Di Maio non a Salvini che potrebbe tornare con la coalizione da lui amata! Il sistema pensionistico è già al collasso ma i privati hanno immobili da vendere e copiosi risparmi in banca e compreranno i nostri bot/cct che nessuno vorrà? Io mai comprerei buoni di stato per finanziare una manovra senza investimenti, tutta a debito, assistenziale per chi poi lavora in nero! Toccare i soldi ai privati = patrimoniale perché i soldi non li caccia chi non è obbligato. Il governo guidato dal bibitaro del San Paolo e dall’altro con all’attivo 15 giorni da Mc donalds, è peggio dei precedenti che, in quanto a pochezza erano dilettanti! Un premier inutile, un ministro dell'economia che fa più ridere di Crozza e due col libretto di lavoro immacolato ci salveranno? Siete fuori dal mondo!

Ritratto di woman

woman

Sab, 27/10/2018 - 18:28

Sallusti si è lasciato sfuggire che con il passato governo Draghi è stato benevolo. Appunto!Era il governo dei suoi compagni.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 27/10/2018 - 18:50

Mario Draghi uno scienziato dei numeri ? Direttore spero che sia una battuta ? Lo "scienziato" è colui che quando era a capo della Banca d'Italia ha adottato un controllo strabico su Mps con i risultati noti a tutti. Lo "scienziato" ci ha messo 3 anni ha dire le tre paroline magiche"whatever it takes" che sono costate centinaia di miliardi agli europei. Le ricordo inoltre che il novello Einstein in occasione della formazioen del governo smise di acquistare titoli italiani per i Bund tedeschi fomentando lo Spread. Inoltre in un sistema che vieta alle banche nazionali l'acuisto dititoli di stato è solo la banca centrale che ha il DOVERE di farlo, in caso contrario succede come la Grecia dove si è voluto apposta distruggere un paese a titolo di monito.

VittorioMar

Sab, 27/10/2018 - 18:54

..STATE PARLANDO DELL'ARBITRO MORENO ??

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 27/10/2018 - 18:55

Di Maio ha ragione ad invocare l'intervento di Draghi perché i conti dell'Italia sono messi molto meglio che nel 2011, basta osservare il cospicuo disavanzo primario quindi l'attacco dello spread, largamente previsto ed invocato da molti, è puramente strumentale. Il deficit di questa manovra è inferiore o uguale a quello delle manovre precedenti ma non si perdona al governo di aver spezzato il patto Renzi-Bruxelles sull'immigrazione selvaggia e si vuole dare una lezione al governo "populista". Si ricorda cosa disse il commissario (non un CT del calcio) Oettinger ? "Insegneremo all'Italia a votare". Ecco ci siamo.

buppert

Sab, 27/10/2018 - 18:57

Sig. Sallustri il suo indaffararsi quotidiano misembra uno spreco. La compagnia che fa riferimento al suo giornale equivale in numeri all'Anpi o al team della boldrini. Da ex votante FI credo che fareste bene a fermare le macchine e ripensare a qualche cosa di nuovo e valido. Auguri comunque

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 27/10/2018 - 19:00

Il punto che Lei Direttore sembra non cogliere è che la fortuna della Germnania corrisponde all'attuale struttura dell'Euro che disintegra la nostra economia e rende florida la Germania malgrado questa violi le regole da 8 anni riguardo alla bilancia commerciale. Ma nessuno gli può dire nulla. La Germania trema per i dazi di Trump e non vuole cedere nulla del suo potere grazie all'unico , l'anello del potere chiamato EURO. Da mesi stà mettendo i suoi uomini nella burocrazia europea per mantenere lo status quo. Noi sempre più poveri loro sempre più ricchi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 27/10/2018 - 19:25

Vorrebbe comprare l'arbitro??? E' diventato juventino?

Libero 38

Sab, 27/10/2018 - 19:40

Cosa ti puoi aspettare dal burattino di pomigliano.Solo bravate e insulti.Lui a Draghi non gli puo' pulire nemmeno le scarpe.

Valvo Vittorio

Sab, 27/10/2018 - 19:43

Confesso che le mie conoscenze economiche sono insufficienti, mi tranquillizza che gli esperti asseriscono che essa è, fra le scienze, quella più inesatta! Nel mio piccolo mi sono sempre posto una meta, poi un imprevisto s'è interposto, ma quest'ostacolo è stato sempre raggirato pur d'intraprendere la meta prefissata, ma si sono allungati i tempi prestabiliti. Subito dopo l'unità d'Italia ha avuto capi di governo garibaldini, cito ad esempio Cairoli, che fecero fallire tre grosse banche a livello nazionale! Questo la dice lunga sul modo di gestire un governo. Ogni riferimento all'attuale governo ha chiaramente voluto.

carlottacharlie

Sab, 27/10/2018 - 20:21

Fermiamo le follie grillegrulle. Il grullino se imparasse e capisse qualcosa prima di blaterare sarebbe cosa saggia da parte sua, invece "getta" un proclama nelle acque basse sperando nell'abboccamento dei pesci grulli. Proprio vero che più sono scemi ed ignoranti più gridano idiozie a tutto spiano. Una cosa sensata, un pensiero chiaro, un'azione di buonsenso, possibile non riescano partorire? Fosse per noi tanti, schifati dell'andazzo annoso di questo paese, rivolteremmo e puliremmo ogni anfratto ma, sicuramente, non coi metodi grilligrulli che sarebbero, invece, il prolungamento dei desiderata comunisti per farci tornare all'età dell'uomo scimmia.

AngeloErice

Sab, 27/10/2018 - 20:23

In tanti avranno notato che i "STAMPATELLARI", cioè gli SCRITTORI tutto a stampatello hanno solitamente doti intellettuali (molto) speciali. Per questo sono rari. La prova sta nel fatto che i soliti fessi ci esprimiamo con lettere minuscole. Mi rassicura che per natura siamo in maggioranza altrimenti finirei in depressione. Un'altra cosa andrebbe notata. C'era una volta sul sito del Presidente Berlusconi, non so se c'è ancora, una rubrica che pubblicava con un titolo che forse era questo "Il meglio della sinistra moderata". Vi atterravano con gloria e gioia gli autori dei commenti più sgangherati e stupidi dell'italia con la "i" piccola. Che forse quella rubrica sia stata trasferita su questo giornale.it ? Se cosi fosse, vi ho scoperti !

zen39

Sab, 27/10/2018 - 20:29

Di Maio avrebbe ragione se almeno il 50% del reddito di cittadinanza fosse stato convogliato sui progetti di sviluppo. Se l'Italia operasse in tal senso nessuno potrebbe opporsi se non in mala fede. Così non è purtroppo, perchè sono scarse le risorse previste per il lavoro. Certo ci sono aspetti in UE deprecabili ma pare che si faccia di tutto per facilitarne l'espressione contro di noi. In fondo siamo po' masochisti.

HARIES

Sab, 27/10/2018 - 20:59

Maximilien1791 e Cuginifabio e Woman, ben detto! Concordo con voi. Il Direttore Sallusti non vede di buon occhio il ministro Di Maio. Eppure Di Maio è un ottimo ministro, giovane e molto preparato. Egregio Direttore, glielo dice uno che ha una certa età: Mi stupisco della capacità politica che può avere una persona come Di Maio, giovane appunto e comunque moderno e lungimirante. Mi stupisco anche come una persona di mezza età come è lei, non riesca a vedere tutti gli aspetti positivi di questo Governo.

LinoScazard

Sab, 27/10/2018 - 21:35

@Maximilien1791, non ho dubbi sulle sue conoscenze in economia. Forse avrebbe dovuto essere lei a capo della BCE nel 2008 e la crisi mondiale l'avremmo evitata alla grande. Invece, visto che i suoi eroi stanno lanciando una manovra che sarà già un miracolo se non affossa il PIL quando il QE arriva beatamente al capolinea, anche un bambino alle prime armi con la matematica capisce che ci troveremo con un deficit che il 2.4% sarà saltato a piedi pari. Purtroppo per il bibitaro anche i mercati sanno fare i calcoli.

fisis

Sab, 27/10/2018 - 22:12

Peggio di come ci hanno ridotto i vari monti, renzi, letta, gentiloni, renzi (quest’ultimo con l’avallo di una certa opposizione “responsabile”) e una sinistra terzomondista e immigrazionista che stava per accelerare l'invasione definitiva dell'Italia, penso che non sia possibile. Rischiamo l'uscita dell'euro e dalla ue? Magari! al diavolo l'euro e l'ue. Abbiamo una sovranità e un futuro da riconquistare anche per i nostri figli. C’è gente che è morta per fare l’Italia e per la libertà. E’ ridicolo spaventarsi per qualche punto di spread o robaccia simile, sbandierati ad arte per terrorizzare il popolo. L’Italia è un paese forte. E dalle incredibili risorse culturali ed economiche. Altro che questa camicia di forze franco-tedesca dell'ue di cui presto o tardi ci dobbiamo liberare.

Ritratto di nestore55

nestore55

Dom, 28/10/2018 - 00:07

cuginifabio Sab, 27/10/2018 - 16:38...Capisco che il suo idolo, il re del congiuntivo, lo abbia ispirato...Le raccomando, comunque, il correttore automatico (è gratis...): magari si risparmia figure di m...a come quella che ha appena acculmulato...O fate a gara a chi "schrivve" migglioramente?...E.A.

peter46

Dom, 28/10/2018 - 00:50

zen39...ci eravamo,dunque,persi il 'bello della diretta' in cui Di Maio ti ha consegnato il testo di sta legge,già approvata in commi ssione,presentata ed approvata a camera e senato e se modificatane na virgola,riapprovata alla camera,inviata al pdr,approvata la costituzionalità,firmata e rimandata per l'interpretazione tramite 'decreti attuativi'?Egregio...fino a 31 dic 2018,finchè 'carta non canta',tutte le interpretazioni son frutto di s m che solo 'forse' potranno essere confermate essendo 'tutto' fino a quella data... 'ridiscutibile'.NB:Ed è 'sviluppo':SEMBRA che saranno l'inps ed i comuni a stabilire ed informare chi ne ha diritto,onde 'schedati' s/za possibilità di 'annerirsi' se non a proprio rischio e pericol o,spendere='sviluppo' il ricevuto nel mentre si viene 'scolarizzat i' o direttamente nei posti richiesti o in posti 'convenzionati' con i richiedenti...più sviluppo di questo solo un commissario UE può non riuscire a comprenderlo...ma non mi sembri Tajani.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Dom, 28/10/2018 - 00:58

Ma finiscila. Tu spalleggi chi ci ha rovinato per 25 anni e parli ancora ?

peter46

Dom, 28/10/2018 - 01:25

LinoScazard...era aperto il recinto ed è 'caduto' da sta parte?Tutto intero,vero?Non si prenda in giro da solo,e spero che non arriverà ad appiopparci l'idea che li abbia tolti dalla sua tasca quei soldi il già affossatore della 'sovranità' monetaria ed economica italiana,o sì?Glielo avrà magari "consigliato,permesso, imposto" l'IMPERO sopra di lui,magari perchè stava a perdere tutto il 'cucuzzaro',e che non era solo la Grecia...Quando il QE finirà (ma ancora non è terminato,e fino all'ultimo giorno avrebbe dovuto semmai essere 'conseguente',se solo superiori interessi non permettono l'operatività)chissà...magari dovranno accontentarsi di meno della metà del debito,che finora non hanno mai voluto fosse pagato interamente,avendone già incassato tramite 'interessi a strozzo',proprio più della metà dello stesso.NB:Senza 'sherpa' non saremmo a sti punti...il bibitaro,comunque vendeva bibite con tappo originale:chissà cosa lei si sarà invece 'bevuto' dagli altri.

Ritratto di euklid

euklid

Dom, 28/10/2018 - 01:52

L'arbitro è il popolo italiano e il suo B. ha tentato di comprarlo alle ultime legislative promettendo il reddito di dignità a 1000 euro e pensioni minime a 1000 euro, solo che il popolo italiano non è in vendita al migliore offerente.

acam

Dom, 28/10/2018 - 06:11

ieri ho scritto che ero arrivato in D da un o due anni al governo servivano diversi miliardi impose un prelievo ai cittadini con promessa di restituirli. detto fatto si prese il danaro dai salari e tre anni dopo comincio a restituirli fino all'ultimo cent. dicesi Stato non compagnia di saltinbanchi che prende il patrimonio pubblico e lo disperde. il popolo italiano si fida solo di sestesso e ha tentato di votare m5* e ancora non si fiderà. la cassandra Draghi è l'antagonista della futura catastrofe generata da contingenza edonomica, incompetenza istituzionale e capacità imprenditoriale retrograda ma attiva. se l'imprenditoria italiana avesse avuto uno stato efficiente come germania o francia ora si parlerebbe solo dei nostri.

sparviero51

Dom, 28/10/2018 - 10:11

DI MAIO È COME UN ASSEGNO " CABRIOLET " !!!

Cheyenne

Dom, 28/10/2018 - 12:05

Direttore quello che si contesta a Draghi non è l'imparzialità, ma di parlare a mercati aperti facendo crollare le borse e aumentare lo spread senza motivi reali. O quelli di di JP Morgan sono benefattori? Draghi si è comporato come un comune Moscovici

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 28/10/2018 - 12:23

cito:....la guida della Bce, istituto che è patrimonio di tutta l'Europa e non di un singolo Stato." Caro Direttore, vorrei ricordarle che la BCE, formalmente non rappresenta ufficialmente la nazione Europea, che non esiste, la, impropriamente cosiddetta, Banca Centrale Europea è la capofila, ovvero il perno operativo dell'associazione PRIVATA delle principali e più importanti Banche europee di diritto privato, tra cui anche le singole EX Banche, di diritto pubblico, (completamente) di Stato come Bankitalia, Bundesbank ecc. Bankitalia dunque, non è la Banca di Stato, ma solo una compartecipata con quota di maggioranza dello Stato italiano e finchè non si chiarirà l'equivoco , verremo costantemente e volutamente imbrogliati, attraverso anche quel perverso meccanismo del Signoraggio, che costringe gli Stati a farsi prestare da enti privati i soldi per operare e gli interessi li paga pantalone…… (sono graditi eventuali commenti chiarificatori).

Sabino GALLO

Dom, 28/10/2018 - 12:29

Tutto è veloce nel nostro Paese , che si diverte con sé stesso ! I bocciati lo furono in breve tempo; ma , con pari rapidità bocciarono i bocciatori! I bocciatori aumentarano il loro numero e ribocciarono i bocciati! Ma i "ribocciati" ri-ribocciarano con maggiore vigore i "ribocciatori". E così di seguito! Il " IL POPOLO-sovrano e suddito associati" deve pur porsi la domanda, una buona volta : "A chi credere ? Ai "vecchi o ai nuovi bocciatori" ? Ma , una conclusione è immediata : ormai le "bocce" vanno tutte nella stessa direzione e nello stesso posto degli "spettatori popolari" ! E sono quasi tutte definite in lingua inglese ed in lettere e numeri strani ! B,BB,Baab1, Ate, autlook tié !