Malato di Alzheimer accoltella il figlio, ma muore la moglie

Assurda tragedia nel Salernitano, dove nessuno poteva immaginare che il pacifico 84enne potesse trasformarsi in un assassino in seguito alla malattia

Nessuno in famiglia poteva immaginare che quella terribile malattia potesse trasformare una normale e pacifica persona anziana in un assassino e invece, la notte scorsa, a Serre, in provincia di Salerno si è consumata una tragedia assurda. Un uomo di 84 anni, affetto dal morbo di Alzheimer, in preda ad un forte stato di agitazione, ha accoltellato il figlio di 56 anni.

La vittima, che non ha perso conoscenza, nonostante la profonda ferita inferta con un coltello di grosse dimensioni, ha chiesto aiuto ai vicini, i quali hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Ad avere la peggio è stata la moglie dell’anziano, che quando ha visto il figlio perdere sangue non ha retto allo choc e si è sentita male.

Soccorsa dai medici del 118 già giunti sul posto, che intanto avevano prestato le prime cure al 56enne ferito, è deceduta per arresto cardiocircolatorio. Il figlio, che non ha perso mai conoscenza, è stato, poi, trasferito all’ospedale di Eboli. Per l’uomo nessuna complicazione, dato che è stato giudicato guaribile in una settimana.

Il padre, invece, ancora in stato confusionale, è stato trasportato all’ospedale San Leonardo di Salerno, dove verrà sottoposto ad accertamenti psichiatrici. L’arma è stata sequestrata dalle forze dell’ordine, che stanno effettuando gli accertamenti di rito, mentre la salma della donna è a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli esami autoptici.