La "maledizione" del Nepal: due aerei caduti in tre giorni

Mercoledì erano morte ventitre persone, oggi una nuova tragedia: precipitato un velivolo con undici persone a bordo

Sembra una vera maledizione quella che ha colpito il Nepal dove in pochi giorni due aerei sono caduti uccidendo tutti i passeggeri.

L'ultima tragedia questa mattina, quando un monomotore 9N-AJB della compagnia privata Air Kasthamandap partito da Nepalganj, vicino al confine con l'India, e diretto a Jumla, nel nord ovest del Paese, è precipitato nella zona di Chilkhaya, all’incirca a metà del tragitto per cause ancora da accertare. Da una prima ricostruzione sembra che l’aereo non abbia potuto atterrare a Jumla e quindi è stato deviato. Al momento dello schianto stava effettuando un atterraggio di emergenza in un campo. A bordo tra equipaggio e passeggeri c'erano 11 persone, ma solo due sarebbero morte.

Solo mercoledì un altro piccolo aereo, un Twin Otter della compagnia aerea Tara Air, era caduto poco dopo il decollo dalla località turistica di Pokhara per Jomsom. Tra le 23 vittime, anche due turisti stranieri e due bambini. Le squadre di soccorso hanno ritrovato la carcassa tra le montagne di Soli Ghoptebhir.