Malore per Scamarcio, ricoverato in ospedale

L'attore era in viaggio verso la Puglia, poi il malore e la corsa verso l'ospedale di Cassino. Dopo poche ore ha lasciato l'ospedale ed è rientrato nella Capitale

Grande paura per Riccardo Scamarcio, ricoverato per alcune ore in ospedale. L'attore 37enne si è sentito male in auto mentre era in viaggio verso Roma: accortisi di quanto stava accadendo i suoi accompagnatori (l'autista e il suo manager) hanno deciso di uscire al casello di Cassino e di recarsi verso il pronto soccorso dell'ospedale Santa Scolastica.

Visti i sintomi i medici hanno trasferito Scamarcio nella sala rossa, riservata alle emergenze. Dagli accertamenti fortunatamente non è emerso alcun problema grave. L'attore, ricoverato alle 7 circa, poco prima delle 10 ha deciso di firmare per ottenere le dimissioni e potersi recare in una struttura ospedaliera della capitale per ulteriori accertamenti.

Il malessere, secondo quanto riferito dallo staff di Scamarcio, potrebbe essere legato alla forte stanchezza, dovuta anche allo stress a cui l'attore è stato sottoposto nell'ultimo periodo. Negli ultimi giorni, infatti, Scamarcio è finito sotto i riflettori del gossip per alcune voci circa una una presunta rottura con la sua compagna, Valeria Golino. I due attori, però, hanno smentito che il loro rapporto sia in crisi.

Non appena si è diffusa la notizia del ricovero, molti fan e giornalisti si sono diretti verso l'ospedale di Cassino, ma quando sono arrivati Scamarcio aveva già lasciato la struttura sanitaria.

Annunci

Commenti
Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Sab, 27/02/2016 - 12:12

Questo è un altro che ha venduto la dignità ai compagni solo per fare carriera (e cassa). Dal momento che sono sempre i + buoni che se ne vanno, era logico che questo restasse.

Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Sab, 27/02/2016 - 14:27

"Massimo riserbo sulla prognosi, ma l'attore poco prima delle 10 ha deciso di firmare per recarsi in una struttura ospedaliera della capitale". Massimo riserbo sulla prognosi? E sulla diagnosi? Queste desolanti affermazioni sono proprie della Medicina Medievale, dell'Attesa (= che la malattia insorga!), della Sconfitta (cura ma non guarigione) e Serva dell'economia. Ben differente è la situazione per i Medici del Nuovo Rinascimento che conoscono la Diagnostica Psicocinetica.

Matteo67

Sab, 27/02/2016 - 16:05

Come al solito in rinomati lettori del Giornale si distinguono per gli inadeguati commenti di dubbio spessore dimostrando davvero una "grande comprensione". Chissà quando capiterà qualcosa a loro o alle loro famiglie come reagiranno. Magari pretenderanno pure la comprensione degli altri. Shame on you

Anonimo (non verificato)

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 27/02/2016 - 20:55

heilà--professò---che ci fa lei in queste lande?

un_infiltrato

Sab, 27/02/2016 - 21:12

Secondo me, questa è una questione di scamorze, caciocavalli, provoloni in genere. Non quadra.

Ritratto di luigin54

luigin54

Dom, 28/02/2016 - 08:11

MA CHI SE NE FREGA ..... NON SARANNO NOTIZIE DA SCRIVERE SU UN GIORNALE !! SIETE PATETICI.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Dom, 28/02/2016 - 08:44

Matteo67, ma l'hai letto l'articolo? questo non è mai stato male, tant'è che non gli hanno riscontrato niente e ha firmato lui stesso per dimettersi! Io sono stato ricoverato pochi anni fa con un infarto in corso e l'unica cosa che ho firmato è stata la liberatoria per entrare subito in sala operatoria. questo aveva magnato, bevuto, fumato e sniffato a + non posso e poi sarà sicuramente arrivato al limite. Tempo 3 ore (l'articolo dice dalle 7 alle 10) e gli è passata la sbornia e sarà andato a casa a dormire. saluti.