Maltempo, arriva la neve in Centro Italia

Temperature in picchiata, scuole chiuse in Marche, Abruzzo, Umbria e Basilicata

Temperature in picchiata su tutta l'Italia. E arriva la neve anche a quote basse sulle regioni adriatiche. Marche e Abruzzo sono imbiancati da ieri sera, con i primi disagi lungo i passi di montagna. Molti valichi sono transitabili solo con catene o pneumatici invernali. Spazzaneve all'opera in Umbria, pochi disagi nel Foggiano e nel Barese. Scuole chiuse in diversi comuni abruzzesi e marchigiani, ma anche a Potenza.

L’inverno comincia quindi a farsi sentire sull’Italia. Va migliorando invece, anche se tra molte difficoltà, la situazione in Sardegna, colpita dall’alluvione dei giorni scorsi. Le nevicate hanno portato qualche disagio sulle strade soprattutto al Sud, anche se non si tratta di grosse criticità, come fa sapere Autostrade per l’Italia: nevica in Abruzzo e in Lazio, in particolare sull’A24 tra Carsoli e Colledara e sull’A25 tra Torano e Pratola. In previsione della neve sull’A16 è stato adottato il provvedimento di chiusura del tratto tra Baiano e Avellino, in direzione di Napoli. Gelo e neve anche in provincia di Frosinone, dove in alcune località la temperatura è scesa di diversi gradi sotto lo zero.

In Molise l’allarme maltempo ferma anche il Consiglio regionale. La seduta dell’assemblea convocata per domani pomeriggio è stata rinviata a martedì 3 dicembre, in vista dell’annunciato arrivo di freddo e neve comunicato dall’agenzia regionale di Protezione Civile. Rinviato il Consiglio regionale anche in Abruzzo. Anche a causa delle forti piogge, a Napoli si è aperta una voragine in strada, vicino a piazza Garibaldi, profonda circa due metri e larga uno e un filobus è rimasto intrappolato: sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e personale dell’azienda trasporti qualche problema alla viabilità, difficoltà, ma nessun ferito.

Al Nord, invece, nel pomeriggio è stata riaperta al traffico in Alto Adige la strada statale del Passo Gardena, chiusa in precedenza per motivi di sicurezza, date le forti nevicate seguite ad un improvviso abbassamento delle temperature sull’arco alpino. Sono ancora chiusi per motivi di sicurezza i passi Pennes, Furcia, Sella ed il passo Fedaia. In Sardegna la situazione va migliorando, riprendono le lezioni nelle scuole ma ci sono ancora problemi a causa del maltempo: è stato chiuso e sono in corso lavori su un tratto della statale 293 nel Medio Campidano, area in cui si registrano anche problemi al sistema idrico, perché l’acqua torbida e a tratti fangosa ha mandato in tilt l’impianto che non riesce da giorni a far fronte alla potabilizzazione dell’acqua da immettere nelle condotte urbane. Si cerca ancora un disperso, mentre gli sfollati sono ancora 888.

Commenti

gneo58

Mar, 26/11/2013 - 11:13

come mai questa volta nessun nome ? - l'ondata di freddo e' arrivata ma come la vogliamo chiamare ? Pinocchio, Ulisse, Maciste, Pollicino, Mimi' e Coco' ?