Maltempo al Nord Italia: almeno tre morti

I forti temporali, le intense piogge e grandinate hanno causato nella notte notevoli danni al Nord. Tre i morti per maltempo

Dopo la morte di una donna a Cortina, travolta ieri da una colata di fango, tre persone sono morte oggi a causa del maltempo.

Un uomo è deceduto nel Bellunese. La vittima si trovava seduto ai tavolini durante una sagra a Marziai di Leintai, quando all'improvviso un albero è caduto proprio sul tendone. Immediatamente l'uomo è stato soccorso dagli operatori del 118 che lo hanno trasportato in ospedale dove è morto poco dopo il suo arrivo.

Dramma anche a Malga Chiampis, al confine tra le province di Pordenone e di Udine. Un violento temporale si è abbattuto sulle montagne della Val Tramontina. Anche qui sono caduti diversi alberi che sono finiti sulle tende e si teme che possa esserci anche in questo caso una vittima. Il luogo dove si è verificato l'incidente è quello dove è in corso il raduno europeo della famiglia arcobaleno: circa tremila persone.

Un escursionista 47enne emiliano è stato invece colpito e ucciso da un fulmine mentre percorreva la ferrata sulle cresta ovest della Marmolada, nei dintori di Pian Dei Fiacconi. Ferita anche la moglie che si trovava con lui. L'intervento di recupero, da parte del Soccorso alpino, è stato particolarmente complesso a causa del maltempo.

I forti temporali, le intense piogge e grandinate hanno causato nella notte anche notevoli danni in alta Pusteria (Bolzano), in Alto Adige. È stata chiusa la strada statale della Val Pusteria nel tratto Dobbiaco - San Candido. Nella zona di San Candido resta interrotta oggi la linea ferroviaria su cui le ferrovie svolgeranno verifiche per poter prevedere i tempi di riattivazione del servizio. Intanto è stato attivato un servizio sostitutivo di autobus per i passeggeri. Al lavoro i vigili del fuoco per riaprire la strada dopo lo smottamento. Ora a preoccupare sono le nuove violente precipitazioni notturne attese nelle prossime ore. Nella notte fra venerdì e sabato a Cortina nel bellunese una frana provocata da un nubifragio improvviso, ha causato la morte di una 60enne. La bomba d'acqua ha travolto la zona del Cristallo in piena notte, cogliendo tutti di sorpresa. Il soccorso alpino di Cortina è stato allertato attorno all'1.40 per intervenire a supporto dei Vigili del fuoco.

La situazione più critica è apparsa subito nella zona attorno alla località di Alverà e lungo il greto del torrente Bigontina, tra Rio Gere e Lago Scin. I soccorritori hanno trovato la strada interrotta dai detriti. Fango ma anche macigni. Intanto da un'analisi di Coldiretti il maltempo arriva al nord dove a luglio si è registrata una temperatura massima di 0,6 gradi superiore alla media mentre le precipitazioni sono praticamente dimezzate risultando inferiori del 47% con i terreni secchi per una grave siccità. La diffusa situazione di siccità al Nord emerge dallo stato dei fiumi e dei laghi. Se per il lago Maggiore e per quello di Como il riempimento è al 40%, per quello di Iseo si scende al 34% mentre il Garda - sottolinea la Coldiretti - è al 27% ma la situazione non è migliore per il fiume Po secondo l'ultimo monitoraggio della Coldiretti.

Commenti

bremen600

Dom, 06/08/2017 - 16:12

Ma in Alto Adige non sono perfetti?

sukram

Dom, 06/08/2017 - 17:15

@ bremen600 con il tuo commento hai dato prova della tua intelligenza, nulla più.

ermeio

Dom, 06/08/2017 - 17:19

@ bremen600, sì, proprio per questo non si considerano italiani, come te, che dovresti essere tedesco...bremen

ermeio

Dom, 06/08/2017 - 17:22

Luca Romano, un ignorante come te poteva lavorare solo sul "giornaletto", dove si trova Marziai?? Te lo dico io, in provincia di Belluno. Sei sicuro che Belluno è in Friuli? Ignorante!!!

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 06/08/2017 - 18:23

Adesso, l'altro, sarà rimasto vedovo o vedova?

pilandi

Dom, 06/08/2017 - 18:25

@bremen600 16:12 mi spieghi il senso del tuo commento?

Ritratto di scappato

scappato

Dom, 06/08/2017 - 18:35

Qui si vede solo un perfetto idiota, lei.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Dom, 06/08/2017 - 19:22

"Famiglie gay" ? Ma siete matti ? Leggete almeno Wikipedia prima di fare un articolo "“Quando la Terra sarà devastata e gli animali morenti, giungeranno su di essa nuovi popoli di ogni colore, classe e fede, che con le loro azioni la renderanno di nuovo verde. Costoro verranno chiamati la tribù dei guerrieri dell’arcobaleno.” A questa antica profezia degli indiani d’America si ispira la Rainbow Family of Living Light, la più grande “non organizzazione” di “non membri” al mondo, che non ha alcun fine commerciale, promuove la non violenza e l’egualitarismo e si raduna da più di 40 anni nei Rainbow Gathering.

lento

Dom, 06/08/2017 - 19:34

Dio ci ha messo la mano !

Ritratto di T1000

T1000

Dom, 06/08/2017 - 19:37

Punizione divina?

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 06/08/2017 - 19:37

L'ira divina !!!

pilandi

Lun, 07/08/2017 - 00:01

Qui di vino c'é solo quello che hanno bevuto lento, e bracco

bremen600

Lun, 07/08/2017 - 04:07

Volete una risposta,bene io sono qui a risponderVi :io considero un Italia unita e non divisa.Provo solo disgusto, quando succede una qualsiasi cosa al centro sud dell'Italia sono tutti terroni ladri e scansafatiche al nord invece è tutto perfetto e santo.Ricordiamoci che il Trentino Alto Adige è una regione autonoma e prende soldi dai loro cittadini (e non poco) e dal governo centrale,ovvero ROMA.Comunque sappiate che se ho offeso qualcuno di Voi,ho anche l'umiltà di chiedere scusa.Tanto Vi dovevo e buona serata a tutti.

Morker83

Lun, 07/08/2017 - 08:05

@bracco , @T1000, spero che la punizione/ira divina si scateni sulla gente ignorante, bigotta ma crudele che scrive su questo giornale. Gente che ride e si diverte quando muore uno che non è come loro. Per fortuna come voi ce ne sono pochi. Meglio mille gay che un solo fanatico catto/fascista.

paco51

Lun, 07/08/2017 - 09:07

Arcobaleno? non probelm! la penso così!|

giovanni PERINCIOLO

Lun, 07/08/2017 - 09:52

"Il luogo dove si è verificato l'incidente è quello dove è in corso il raduno europeo della famiglia arcobaleno: circa tremila persone". Sta a vedere che anche lassù si comincia ad averne piene le tasche delle piccole ricorrenti riedizioni regionali di sododma e gomorra.....