Maltempo, scatta l'allerta della protezione civile

Dopo il sole delle settimane che hanno preceduto la Pasqua è arrivato un drastico calo delle temperature: scatta l'allerta per il maltempo

È tornato il maltempo sull'Italia. Dopo il sole delle settimane che hanno preceduto la Pasqua è arrivato un drastico calo delle temperature con diverse piogge su tutta la Penisola. Ma a preoccupare di pèiù sono le raffiche di vento. E così è scattato l'allarme della Protezione Civile: l'avviso prevede dal pomeriggio di oggi, martedì 18 aprile, precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Umbria, Lazio e Abruzzo, in particolare sui settori interni. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità e forti raffiche di vento. Di fatto una vasta area di bassa pressione, posizionata sull'Europa centro-orientale, tende a interessare anche l'Italia dove sono previsti dalle prossime ore una intensificazione dei venti dai quadranti settentrionali nei bassi strati e un conseguente calo delle temperature. Da segnalare, sempre dal pomeriggio odierno, venti forti dai quadranti settentrionali con raffiche di burrasca su Piemonte, Lombardia, Liguria, Toscana e Marche, in successiva estensione a Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Puglia e, dal pomeriggio di domani, anche sull'Emilia-Romagna. Possibili mareggiate lungo le coste esposte. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per oggi criticità gialla su Marche, Abruzzo, Lazio orientale, Molise e Umbria. Resta gialla la criticità anche per la giornata di domani, mercoledì 19 aprile, sui bacini di Marche, Molise, Lazio orientale e Puglia settentrionale.