Maltratta mamma e zio cieco per i soldi degli alcolici: arrestato

Un 47enne di Polla, nel Salernitano, ha minacciato la mamma e uno zio cieco per farsi consegnare dei soldi coi quali comprare alcolici. Il violento è stato arrestato dai carabinieri entrati nell'abitazione attirati dalle urla

I carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, nel Salernitano, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un uomo di 47 anni, già noto alle forze dell’ordine, per tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Il soggetto fermato, infatti, è stato sorpreso in una abitazione a Polla mentre minacciava la madre ed uno zio cieco per farsi consegnare del denaro col quale, poi, acquistare degli alcolici.

I militari, impegnati nel quotidiano servizio di pattuglia nel centro dellla città campana, hanno sentito delle urla provenire da un appartamento. Temendo il verificarsi di un’azione criminale, gli uomini dell’Arma sono subito intervenuti entrando nella casa dalla quale si sentivano le grida.

Qui hanno sorpreso il 47enne che, in preda alla furia, impugnava un grosso pezzo di legno con il quale minacciava sua madre di 70 anni e lo zio di 75, disabile e cieco, per estorcergli dei soldi che gli servivano per comprare alcolici.

I carabinieri hanno, così, immediatamente bloccato e arrestato l’esagitato. Al contempo, i militari si sono premurati di soccorrere le vittime della folle aggressione, che si trovavano in uno stato di agitazione. Secondo le prime informazioni raccolte è emerso che quello, purtroppo, non era stato il primo atto di violenza subito dai due sventurati sempre per gli stessi motivi.