Maltrattava un'anziana: fermata badante straniera

La donna era irregolare in Italia. I maltrattamenti sono stati ripresi dalle videocamere installate dai parenti dell'84enne

Violenze fisiche e vessazioni, ripetute per mesi. Per questo una donna è stata arrestata, con l'accusa di maltrattamenti. I carabinieri di Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi, hanno scoperto che una badante georgiana di 43 anni maltrattava un'anziana invalida.

Dalle indagini, è emerso che la 43enne, irregolare in Italia, maltrattava regolarmente una donna di 84 anni, vedova e invalida, che avrebbe dovuto accudire. Grazie alle telecamere di videodorveglianza installate nella stanza da letto della donna dai famigliari dell'84enne, i militari dell'Arma hanno potuto documentate le "ripetute violenze fisiche e vessazioni" cui la badante georgiana sottoponeva l'anziana. Le immagini acquisite dalle telecamere si riferiscono a un periodo di tempo di poco più di un mese, da agosto a novembre, ma i carabinieri non escludono che simili eventi possano essersi verificati anche nei mesi precedenti.

Infatti, la badante, assunta tramite un'agenzia, era stata affiancata all'anziana signora dallo scorso 22 giugno: avrebbe dovuto accudire la donna, costretta a letto da ormai due anni e bisognosa di continua assistenza, anche a causa di alcuni momenti di smarrimento. Per questo, i famigliari dell'84enne, che le facevano visita più volte al giorno, avevano dovuto rivolgersi a una badante, che si prendesse costantemente cura della donna.

Invece, la vita dell'anziana si era trasformata in un incubo, terminato nella serata di domenica scorsa, quando i parenti hanno assistito alle angehrie della badante: così sono entrati di sorpresa nell'appartamento, da una porta secondaria, e l'hanno bloccata. La vittima è stata trasportata in ospedale per alcuni accertamenti: i medici hanno riscontrato diverse ecchimosi e una tumefazione sulla fronte. L'immigrata irregolare, invece, è stata arrestata e portata nel carcere di Lecce.