Mamma di 24 anni muore dopo un intervento per dimagrire

Erika Colombatto, giovane madre di San Carlo Canavese, è morta dopo un intervento di riduzione dello stomaco. Sulla vicenda indaga la Procura di Bergamo

Voleva diminuire di peso dopo la gravidanza e si era sottoposta ad alcuni interventi di riduzione dello stomaco, l'ultimo dei quali, purtroppo, le è costato la vita. È morta così Erika Colombatto, giovane mamma di 24 anni originaria di San Carlo Canavese, in provincia di Torino. La ragazza si era fatta ricoverare presso una clinica del bergamasco per effettuare una rapida terapia di dimagrimento, ma durante l'ultima operazione qualcosa è andato storto e il suo cuore ha cessato di battere. Erika, di soli 24 anni, lascia il marito Younes e una figlia di appena 9 mesi.

La gravidanza le aveva donate forme rotonde, forse troppo per i suoi gusti. Di qui la decisione di Erika di guardarsi intorno per trovare una clinica che la aiutasse a perdere peso rapidamente. La scelta, fatta in piena sintonia con il compagno Younes, era ricaduta sul Policlinico San Pietro di Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo.

A luglio la neo-mamma è stata sottoposta ad alcuni interventi secondo la tabella di marcia prevista dai medici, ma l'ultima operazione le è stata fatale. A questo punto i familiari della ragazza vogliono vederci chiaro e hanno presentato un esposto alla magistratura di Bergamo che ha cominciato a indagare sulla vicenda.

La procura bergamasca ha aperto un fascicolo sulla morte di Erika e ne ha disposto l'autopsia prima dei funerali, che si sono svolti il 2 agosto a quasi una settimana dal decesso, avvenuto il 26 luglio. La cerimonia funebre si è svolta presso il cimitero monumentale di Torino, dove i parenti di Erika l'hanno salutata per l'ultima volta.

I familiari e gli amici della vittima, sconvolti, hanno aperto su Facebook un gruppo a suo nome per ricordarla, ma soprattutto per chiedere giustizia. Intanto il compagno Younes, rimasto solo con la bimba di 9 mesi frutto del loro amore, l'ha ricordata così con un commovente post su Facebook: "Non sono riuscito a fare niente ma ti amo tanto".

Commenti

cgf

Gio, 03/08/2017 - 20:17

Spiace dirlo, ma... ci sono casi in cui il cuore non regge alle persone sportive, ad esempio Pietro Ferrero, deceduto durante un rituale allenamento.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 03/08/2017 - 21:46

Ma basta!!!!Imparate ad accettarvi come siete. Dalla foto tanto grassa non era....povero marito e povera bimba....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 03/08/2017 - 22:26

cgf diciamo piuttosto Sanità Italiana. Prima di fare interventi il paziente deve essere controllato monitorato come fanno qui in Germania.Il mio medico prima di prescrivermi le pastiglie contro la Ipertensione mi ha fatto una visita generale dalla testa ai piedi non come in Italia che mi disse prendi una Adalat crono 30 e stop senza sapere le cause della pressione sanguigna elevata.Ora capisci perchè voglio vivere in Germania??

zen39

Ven, 04/08/2017 - 00:41

Il medico e tutto lo staff dovrebbero essere radiati, ma anche la povera ragazza doveva pazientare fare sport e bere succhi di frutta!! E' stata mal indirizzata e consigliata!!!!

Silvio B Parodi

Ven, 04/08/2017 - 01:00

ma questi giovani non rispettano le regole della salute del corpo, voglio un figlio poi non vogliono sembrare grasse poi cosa vogliono?? mia nonna diceva ... el taulin in sel stomac (il tavolino sullo stomaco!!! ma scemetta di guerra, hai patorito, e statte bona, il tempo ti fara' ritornare al giusto peso.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 04/08/2017 - 07:42

incidenti tipici italiani.

cgf

Ven, 04/08/2017 - 10:38

@franco-a-trier_DE sanità tedesca? vai vai... io mi sono sentito male una volta a Monaco, preferito farmi accompagnare fino a Trento, HO AVUTO DEI BUONI MOTIVI, uno è stato un carissimo amico entrato in ospedale per l'operazione al menisco, uscito con le gambe in avanti, non da solo, causa infezione contratta dentro l'ospedale, era Maggio ed era la terza volta che succedeva quell'anno.

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Ven, 04/08/2017 - 11:10

E' il pericolo della chirurgia estetica. Molti non si rendono conto che si tratta di interventi chirurgici che comportano comunque un certo rischio. Quindi 1 ogni xmila, rischia di morire o muore per apparire più piacevole. Contenti loro....

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Ven, 04/08/2017 - 11:26

malasanità piemontese? ops scusate non è Meridionale per cui ci sarà da capire come mai è successa sta cosa! boh!

giovinap

Ven, 04/08/2017 - 12:47

"cari" patani non vi vergognate nenche un poco , degli ignobili commenti che scrivete ? alla fine avete deciso che la ragazza è morta per colpa sua perhe in sovrappeso ,ma come fate a sopravvivere ?