L'ordine sulla nave da guerra: "Spumante e tartine a De Giorgi"

Nel 2012 una interrogazione parlamentare accese i fari su una comunicazione di servizio della nave "Mimbelli" che ordinava di preparare champagne e mandorle tostate nel caso in cui si fosse presentato l'ammiraglio De Giorgi

Foto da Wikipedia

Non c'è solo il dossier sul Capo di Stato Maggiore della Marina, Giuseppe De Giorgi, comparso oggi sui quotidiani nazionali. A quanto pare, l'ammiraglio amava lo champagne e le belle feste in nave. O almeno è questo quello che, documenti alla mano, ha fatto emergere un anomimo marinaio che ha realizzato un dossier su De Giorgi.

Eppure, già nel 2012 le polemiche investirono l'ammiraglio. Nel settembre del 2012, quando De Giorgi era ancora "solo" il Comandante in Capo della Squadra Navale, l'ufficiale a capo della nave "Francesco Mimbelli" redasse una "comunicazione di servizio permanente per la visita del Sig. Comandante in Capo della Squadra Navale (CINC)". Tradotto dal gergo militare, le direttive per gestire anche all'ultimo minuto le eventuali visite di De Giorgi a bordo della nave. "Ogni mattina - si legge nel documento - in particolar modo quando il sig. CINC è in Base Navale a Taranto, l'Ufficiale in Comando d'Ispezione, dovrà accertarsi della effettiva presenza in quadrato Ufficiali di una idonea bottiglia di spumante/champagne tenuta in fresco in riposto Ufficiali, nonché biscotti al burro e mandorle da tostare al momento a cura del cuoco di servizio/addetto al Quadrato Ufficiali". Non solo. Per le visiti di De Giorgi, il comandante della Mimbelli aveva previsto che "il personale addetto al Quadrato Ufficiali o l'addetto ai Quadrati Unificati (durante il fine settimana/giornate festive) dovrà essere in tenuta di rappresentanza pronto a servire mandorle tostate e spumante/champagne". Infine, per permettere a tutti di passare una conviviale rassegna dell'ammiraglio, "la cucina dovrà approntarsi a preparare bruschette e pizzette calde da servire in Quadrato Ufficiali".

La comunicazione di servizio non passò inosservata. E dopo alcuni articoli di giornale montarono le polemiche nel mondo militare. Soprattutto per via della richiesta di obbligare alcuni militari a prestare servizio "extra" anche nei giorni festivi solo per servire mandorle e champagne a De Giorgi. Tanto che la vivenda arrivò anche alla Camera dei Deputati, con una interrogazione a risposta scritta firmata da Stanislao Augusto (Idv). Il deputato chiese, in particolare, se il governo fosse a conoscenza di altre comunicazioni simili "riguardo a visite a bordo da parte del CINC, che sono state emanate da altre navi". L'allora ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, se ne lavò le mani, affermando che era una "iniziativa del comando di bordo tesa ad interpretare motu proprio i dettagli di ospitalità a bordo della propria nave".

Eppure, a quanto pare (De Giorgi ha smentito tutto il dossier su di lui), quella di accoglierlo con bollicine e feste non era un caso isolato.

Commenti
Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 12/04/2016 - 13:32

niente caviale???? Naaaaaaaaaa

Fjr

Mar, 12/04/2016 - 13:39

E metterlo come nocchiero su uno scafo e spedirlo al contrario?

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 12/04/2016 - 13:47

… poi il mare si fece “grosso” e le tartine ingozzate che galleggiavano nello spumante tracannato fecero una tremenda e irrefrenabile reazione digestiva. Tutti a bordo nave a rigettare tartine, spumante e … i soldi delle nostre tasse.

ziobeppe1951

Mar, 12/04/2016 - 14:14

Ci è andata di kulo che non c'erano le donnine...

Alfaale

Mar, 12/04/2016 - 14:24

Ci vuole una bella guerra, di quelle serie, così si dimostrerà se davvero questi privilegiati in tempo di pace meritano gli onori e i denari che dobbiamo sborsare.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 12/04/2016 - 14:29

Sono un disonore alla divisa ed alla bandiera, subito congedo forzato e senza pensione.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mar, 12/04/2016 - 14:48

@ziobeppe1951: stando a quel che comincia ad emergere, altro che donnine, qui si parla di commesse più o meno utili, da milioni di euro. Ovviamente tutti soldi nostri buttati. Che schifo.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 12/04/2016 - 14:56

Scenda da bordo Cxxxo!

Una-mattina-mi-...

Mar, 12/04/2016 - 15:08

PIU' CHE DELLA MARINA MILITARE PAIONO SOLLAZZI DA LOVE BOAT, ove gli unici scoppi non sono causati dalla difesa delle Sacre Coste della Patria, ma dal FRAGOROSO ESPLODERE di pregiati TAPPI DI CHAMPAGNE GELATO.

grazia2202

Mar, 12/04/2016 - 15:13

che schifo. qui si festeggia con i soldi degli italiani. ma un pò di serietà mai? non è che debba essere vietata l'alta rappresentanza, al contrario, ma quando diventa anelito di sudditanza e vassallaggio allora è da ricovero immediato con contestuale destituzione del grado e del comando. chiedeto al figlio consigliere politico del sottosegretario Manzione cosa farebbe insieme ai " patriotti della libertà" se non tirare palate di mxxxa al più elevato in grado tra i marinai d'Italia. che schifo

Scricciolo

Mar, 12/04/2016 - 15:52

Non capisco perchè il miei direttori di stabilimento ( passati ed il presente) mangiano il cibo della mensa e la bottiglia dì spumante si stappa solo a Natale per gli auguri insieme ad una fetta di panettone. Non è che fosse la vigilia? Se così è il caro ammiraglio è il degno rappresentante della corte di pagliacci che ci governa.

onurb

Mar, 12/04/2016 - 15:56

In un commento di qualche anno fa dissi che nel corpaccio dello stato, a volerlo, si possono fare tante risparmi sulle spese inutili. Il problema grosso sta in quelle due parole: a volerlo. Chi usufruisce di trattamenti privilegiati, spumante, tartine, mandorle tostate, ecc., difficilmente vi rinuncia di propria iniziativa e chi dovrebbe controllare che i dipendenti non compiano abusi non lo fa perché anch'egli nel suo ambito si comporta in analogia a colui che dovrebbe controllare. In sostanza cane non morde cane.