Mani della 'ndrangheta sulle scommesse online

Assestato un durissimo colpo al gioco illecito online controllato dalla ’ndrangheta: chiusi 56 imprese, 1500 punti commerciali e 82 siti

Ventotto ordinanze di custodia cautelare in carcere, tredici misure cautelari agli arresti domiciliari, cinque divieti di dimora, cinque obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. E ancora: sequestro di undici società estere, quarantacinque società che sul territorio nazionale operano nel settore dei giochi e delle scommesse, oltre 1.500 punti commerciali per la raccolta delle giocate, ottantadue siti nazionali e internazionali di scommesse online e innumerevoli immobili. Il tutto per un valore stimato pari a circa 2 miliardi di euro. Sono solo alcuni degli impressionanti numeri che caratterizzano la maxi operazione che ha assestato un durissimo colpo al gioco illecito on line controllato dalla ’ndrangheta.

"Il gioco online è certamente il meccanismo privilegiato dalla ’ndrangheta per riciclare i proventi della droga". Commentando l'operazione della Dda di Reggio Calabria, il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti ha messo in evidenza come ai sequestri di droga non faccia seguito l’individuazione del denaro proveniente dal traffico: "Quei soldi non li vediamo. Dove vanno? È probabile finiscano anche nel gioco online". Quindi ha spiegato cosa deve fare il giocatore per evitare di alimentare gli introiti della ’ndrangheta: "Deve rispettare la legge, che prevede che le scommesse siano fatte online e non in contanti. Poi, ed è la mia valutazione personale, se può fare a meno di giocare è anche meglio".

Commenti

Solist

Mer, 22/07/2015 - 09:06

che strano! eppure sembrano analfabeti...boh

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 22/07/2015 - 10:04

Quando vedi uno che si sciroppa 8 ore al giorno più i viaggi di andata e ritorno per quadrare il lunario

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 22/07/2015 - 10:10

Che differenza c'è fra uno che lavora 8 ore al giorno, praticamente casa-lavoro-casa, per almeno undici mese all'anno e uno che se ne sta in panciolle su qualche yacht o bazzica locali IN per dodici mesi all'anno senza avere versato un €uro di contributi obbligatori, ignoto all'anagrafe tributaria, e spende e spande come uno sceicco ... se non è profumo quello che emanano di certo è puzza di falso.

sbrigati

Mer, 22/07/2015 - 11:46

Che fine ha fatto l'indagine che aveva appurato un'evasione di 80 miliardi di euro e che i nostri politici hanno pensato bene di cassare portandola ad una cifra ( visto l'importo iniziale) irrisoria?

Boxster65

Mer, 22/07/2015 - 14:23

Non l'avrei mai detto la N'drangheta nel business delle scommesse clandestine... scommettono che se vanno a fondo scoprono che nello stesso affare sono coinvolte anche la Camorra, la Mafia, la Sacra Corona Unita e la Stidda??!!