Manovra, Moscovici ora frena: "Niente drammi su lettera Ue"

Il commissario Ue Moscovici: "Le lettere inviate ieri dalla Commissione europea all’Italia e ad altri 6 paesi "rientrano nel dialogo normale fra esecutivo e governi"

Le lettere inviate ieri dalla Commissione europea all’Italia e ad altri 6 paesi "rientrano nel dialogo normale fra esecutivo e governi in questa fase del semestre europeo. Lo ha sottolineato il commissario Pierre Moscovici. "Non dobbiamo minimizzare, ma neanche drammatizzare", ha commentato (guarda il video). Inviando le lettere in cui si chiedono chiarimenti, ha spiegato Moscovici, la Commissione ha "semplicemente formalizzato i dialoghi in corso, e abbiamo deciso di rendere pubbliche le lettere inviate perchè la trasparenza che chiediamo agli Stati va applicata prima di tutto a noi stessi".

Il passaggio di ieri, ha aggiunto, è quindi "un elemento normale del nostro processo di dialogo con gli Stati e non pregiudica il risultato nè le tappe seguenti: non è il caso di drammatizzare nè di minimizzare, semplicemente la Commissione fa il suo lavoro". Moscovici ha ricordato che "questa commissione non ha il bastone come propria filosofia, e anche se ci sono dispositivi e misure che possono essere decisi se necessario, se si possono evitare con il dialogo è meglio. È con questo spirito - ha osservato - che io lavoro, una lettura intelligente delle regole".

Commenti

Keplero17

Mer, 26/10/2016 - 13:31

Mi sembrava strano, il suo appoggio a Renzi è totale per aiutarlo nel referendum a favore del sì. Se perdesse gli sbarchi potrebbero fermarsi e questo lui non lo vuole.

petra

Mer, 26/10/2016 - 13:47

Ma sì dai, non ci sono problemi. Volete che mettano a repentaglio i 9 miliardi che Renzi ha stanziato per i migranti? Mica sono scemi!

lavieenrose

Mer, 26/10/2016 - 13:53

con Berlusconi hanno usato il jet, altro che frenata. Qui l'unica cosa che va veloce è l'ipocrisia.

unosolo

Mer, 26/10/2016 - 14:12

nessun Paese riesce a tenersi tanti migranti senza spostarli in altre Nazioni , meglio di noi ? nessuno , andiamo anche a prenderli sulle coste , l'importante che lancino il segnale di soccorso e noi subitamente gli andiamo a prendere e guai a chi ce li tocca,

Royfree

Mer, 26/10/2016 - 14:12

Probabilmente una gran parte del popolo non lo sa. Questi soldi non ce li regala l'Europa ma ci permette solo di fare ulteriore debito. In pratica questi miliardi che poi in gran parte serviranno per ospitare i parassiti che non ci appartengono li pagheranno i nostri figli e i loro figli e nipoti. Intere generazioni con una spada di Damocle in testa grazie all'idiozia di schifosi mentitori e traditori. Meditate prima di votare.

ego

Mer, 26/10/2016 - 14:17

Bisogna essere obiettivi e riconoscere che bene ha fatto Renzi nel respingere con decisione l'intervento censorio della UE. Era ora che si alzasse la voce e si ponesse un freno al disastroso strapotere di questa Europa. Riconoscere il merito di un atto politico di un governo, pur non rientrante nelle ns.preferenze, è segno di maturità e indipendenza di giudizio.

ego

Mer, 26/10/2016 - 15:57

Riprovo a inviare il mio commento.Bisogna essere obiettivi e riconoscere che bene ha fatto Renzi nel respingere con decisione l'intervento censorio della UE. Era ora che si alzasse la voce e si ponesse un freno al disastroso strapotere di questa Europa. Riconoscere il merito di un atto politico di un governo, pur non rientrante nelle ns.preferenze, è segno di maturità e indipendenza di giudizio.

petra

Mer, 26/10/2016 - 18:00

#ego Vedo che lei gioisce al pensiero di fare ulteriori debiti, che dovremo comunque pagare sempre noi, non certo l'Europa. Beato lei che la considera una vittoria, per molti di noi invece non è così. Inutile che le stia a dire il perchè.

pasquinomaicontento

Ven, 24/02/2017 - 12:44

Ma da 'ndo cacchio è uscito sta carta Moschovicida?