La mappa del terrore jihadista Le mete da evitare per le vacanze

Dopo gli attacchi terroristici di Ankara e della Costa D'Avorio è allarme per il turismo. I jihadisti che uccidono nel nome di Allah sempre più spesso prenodno di mira località turistiche con alberghi e resort che ospitano turisti occidentali e soprattutto europei: ecco dove non andare

Dopo gli attacchi terroristici di Ankara e della Costa D'Avorio è allarme per il turismo. I jihadisti che uccidono nel nome di Allah sempre più spesso prenodno di mira località turistiche con alberghi e resort che ospitano turisti occidentali e soprattutto europei. Così, prima di prenotare una vacanza bisogna fare attenzione anche alla mappa del terrore ovvero tutti quei Paesi in cui il terrorismo di matrice islamica mette nel mirino i turisti. Fate molta attenzione alla Tunisia, dove c'è Oqba bin Nafa, alleata di Al Qaeda. E non finisce qui. Sul territorio tunisino, infatti, si fanno strada anche le cellule dell'Isis.

In Algeria, invece, agisce Al Qaeda del Maghreb, così come lo stesso gruppo agisce in Costa d'Avorio, Senegal,e Mali. Non è nemmeno semplice la situazione in Nigeria, dove a terrorizzare i civili e i turisti è Jama'at al Ansar, sempre legata ad Al Qaeda. Ma in Nigeria, soprattutto, domina lo Stato islamico, con Boko Haram. Poi c'è la Libia che da tempo deve fare i conti con la presenza delle armate del Califfato sul suo territorio. E ancora l'Egitto, minacciato dallo Stato islamico del Sinai, che ha inglobato diversi gruppi locali. A seguire, in questa mappa del terrore, ci sono Somalia, Kenya e Uganda, lì l'orrore è legato al movimento Al-Shabaab, legato ad Ayamn Al Zawahiri, ovvero ad Al Qaeda.

Commenti

LettoreIncallito

Lun, 14/03/2016 - 10:15

Quello che vorrei capire, è come sia possibile che, alla luce dei molteplici attentati ad Ankara e, in precedenza, anche ad Istanbul, non viga lo sconsiglio della Farnesina a recarsi in Turchia. Un paese molto visitato, due splendide città, meta anche di diverse crociere ogni settimane, zeppe di italiani, che visitano il centro città proprio oggetto di attentati e nulla, quando, ad esempio, per alcuni episodi nel remoto Sinai o in quartieri del Cairo, per mesi è stato in vigore lo sconsiglio di recarsi nei resorts di Sharm el Shiekh dove, a parte un grave attentato 10 anni fa, non è successo mai nulla. La conseguenza è l'impossibilità di trovare un volo diretto dall'Italia, oltre alla crisi del turismo che ha visto calare del 90% le prenotazioni di Italiani. Mentre in Turchia, dove rischi la vita nella piazza principale delle grandi città, il nulla. Quanto è politicizzata la scelta della Farnesina?

cgf

Lun, 14/03/2016 - 10:16

L'itaGlia? abbiamo un ministro che si dovrebbe occupare di sicurezza interna che ignora il problema, nessuna invasione, nessun pericolo, mezzi obsoleti... nessun problema [dice lui] invece anche TUTTA Europa [bataclan non potevano tenerlo coperto] non é più sicura.

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 14/03/2016 - 11:29

Qualsiasi posto raggiungibile da cinque o sei mussulmani e' da sconsigliare. Cio' significa anche tutta l'Europa Italia e Grecia in testa. Molice Linyi Shandong China

risorgimento2015

Lun, 14/03/2016 - 11:31

Mi stupisco che ci sono italiani europei che vogliono andare in vacanza in Africa o medio oriente ,che come minimo ti prendi una malattia o una bomba.

linoalo1

Lun, 14/03/2016 - 11:35

Dove non andare?Ma,in attesa di tempi migliori,non è meglio restarsene a Casa???

giumaz

Lun, 14/03/2016 - 11:39

In pratiche, per stare tranquilli, basta evitare i paesi di m...a

michele lascaro

Lun, 14/03/2016 - 11:58

Nella mia città c'è una percentuale molto alta che non succeda proprio nulla: ci andrò in vacanza! (ma già ci sono)

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Lun, 14/03/2016 - 12:07

Purtroppo non è più possibile andare in vacanza perché se ci vai, le risorse della Boldrini, rom, zingari, rumeni, albanesi, che quotidianamente controllano a vista il tuo appartamento, te lo svaligiano.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 14/03/2016 - 12:26

credo che bisogna prenderla con filosofia la vita ed essere un pò più fatalisti------i rischi sono presenti ovunque ---non possiamo barricarci in casa---esci a piedi per una passeggiata e ti arruotano-----vai in giro in macchina e ti trovi un tizio ubriaco che procede contromano--da notare che gli ubriachi ed impasticcati vari -contromano guidano sempre e solo "suv"--della serie ---in una eventuale collisione loro si salvano sempre---rimani chiuso in casa per precauzione- e ti visitano i ladri--a proposito---compratevi una cassaforte e metteteci qualche centinaio di euro allo scopo di alleviare le ire funeste dell'invasor----stai seduto al parco e ti cade un albero secolare sulla capoccia----sali le scale del tuo condominio e non ti ricordi mai del gradino posticcio----uff ---sono morto---

gigetto50

Lun, 14/03/2016 - 12:48

.....di questo passo e tra non tanto tempo, sara' sconsigliata anche l'Italia....

ilbelga

Lun, 14/03/2016 - 13:28

l'italia è il paese più bello del mondo perché andare all'estero soprattutto dove ci sono i musulmani e poi dispiace anche dirlo ma i soldi per le vacanze non ci sono più. finish

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 14/03/2016 - 13:47

Il posto più sicuro?Starsene a casa propria,specialmente se si abita,fortunatamente, in ridenti località di villeggiatura.