Marò, odissea infinita: rinviata ancora l'udienza al tribunale dell'Aja

Bisognerà attendere ancora per conoscere la sorte giudiziaria dei nostri due fucilieri di Marina, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre

Si allunga ancora l'Odissea giudiziaria dei due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone: l'udienza finale di fronte al tribunale dell'Aja, fissata per il prossimo 22 ottobre, è stata rinviata "per un inaspettato problema di salute" di uno dei cinque magistrati giudicanti.

A renderlo noto è stata oggi la stessa Corte permanente di arbitrato, che dovrà decidere se la giurisdizione per stabilire la sentenza definitiva sulla sorte dei nostri due fucilieri di Marina - accusati di aver ucciso due pescatori indiana il 15 febbraio 2012 - sarà da attribuire all'Italia o all'India.

L'udienza, che avrebbe dovuto concludersi entro e non oltre il 3 novembre, è stata invece rinviata a data da destinarsi poiché non sono noti i tempi previsti per la riabilitazione del giudice malato. Tuttavia il tribunale con sede nei Paesi Bassi ha assicurato che non appena saranno disponibili nuove informazioni sulle tempistiche del processo, ogni novità verrà comunicata tempestivamente.

L'ennesimo rinvio dell'udienza che potrebbe accellerare finalmente i tempi per conoscere la sorte dei due marò allunga ulteriormente una vicenda giudiziaria tanto tortuosa quanto all'apparenza infinita. Appena il 18 settembre scorso la deputata di Forza Italia Maria Tripoi aveva presentato un'interrogazione parlamentare al ministro della Difesa Elisabetta Trenta per sapere quali fossero le iniziative concrete intraprese dal governo per abbreviare le tempistiche. Oggi, inaspettato, è arrivato un nuovo rinvio. Tutto rimandato a data da destinarsi.